Fact check

Se hai una pagina web che verifica una dichiarazione fatta da altri, puoi includere i dati strutturati ClaimReview nella pagina web. I dati strutturati ClaimReview consentono di attivare una versione riepilogativa del fact check da mostrare nei risultati della Ricerca Google quando la pagina viene visualizzata nei risultati di ricerca relativi alla dichiarazione in questione.

In questa guida vengono fornite informazioni dettagliate sull'implementazione dei dati strutturati ClaimReview. Se non vuoi aggiungere manualmente i dati strutturati, puoi usare lo strumento per il markup del fact check. Per ulteriori informazioni, visita la pagina di informazioni sullo strumento per il markup del fact check.

Come aggiungere dati strutturati

I dati strutturati sono un formato standardizzato per fornire informazioni su una pagina e classificarne i contenuti. Se non li hai mai utilizzati, leggi ulteriori informazioni su come funzionano i dati strutturati.

Ecco una panoramica su come creare, testare e rilasciare i dati strutturati. Per una guida passo passo su come aggiungere dati strutturati a una pagina web, consulta il codelab sui dati strutturati.

  1. Aggiungi le proprietà richieste. Per informazioni su dove inserire i dati strutturati nella pagina, guarda il video JSON-LD structured data: Where to insert on the page.
  2. Segui le linee guida.
  3. Convalida il codice utilizzando il test dei risultati multimediali.
  4. Esegui il deployment di alcune pagine che includono dati strutturati e utilizza lo strumento Controllo URL per verificare come Google vede la pagina. Assicurati che la pagina sia accessibile per Google e che non venga bloccata da file robots.txt, tag noindex o requisiti di accesso. Se la pagina non sembra presentare problemi, puoi chiedere a Google di ripetere la scansione degli URL.
  5. Per tenere Google informata delle future modifiche, ti consigliamo di inviare una Sitemap. Puoi automatizzare questa operazione con l'API Search Console Sitemap.

Esempio

Immagina una pagina che valuti la dichiarazione che la terra è piatta. Ecco come potrebbe apparire una ricerca di "la terra è piatta" nei risultati della Ricerca Google se la pagina fornisce un elemento ClaimReview (tieni presente che il design visivo effettivo potrebbe cambiare):

Singola verifica delle dichiarazioni associata a una pagina

Ecco un esempio di dati strutturati nella pagina che ospita questo fact check:


<html>
  <head>
    <title>The world is flat</title>
    <script type="application/ld+json">
    {
      "@context": "https://schema.org",
      "@type": "ClaimReview",
      "datePublished": "2016-06-22",
      "url": "http://example.com/news/science/worldisflat.html",
      "claimReviewed": "The world is flat",
      "itemReviewed": {
        "@type": "Claim",
        "author": {
          "@type": "Organization",
          "name": "Square World Society",
          "sameAs": "https://example.flatworlders.com/we-know-that-the-world-is-flat"
        },
        "datePublished": "2016-06-20",
        "appearance": {
          "@type": "OpinionNewsArticle",
          "url": "http://skeptical.example.net/news/a122121",
          "headline": "Square Earth - Flat earthers for the Internet age",
          "datePublished": "2016-06-22",
          "author": {
            "@type": "Person",
            "name": "T. Tellar"
          },
          "image": "https://example.com/photos/1x1/photo.jpg",
          "publisher": {
            "@type": "Organization",
            "name": "Skeptical News",
            "logo": {
              "@type": "ImageObject",
              "url": "https://example.com/logo.jpg"
            }
          }
        }
      },
      "author": {
        "@type": "Organization",
        "name": "Example.com science watch"
      },
      "reviewRating": {
        "@type": "Rating",
        "ratingValue": "1",
        "bestRating": "5",
        "worstRating": "1",
        "alternateName": "False"
      }
    }
    </script>
  </head>
  <body>
  </body>
</html>

Criteri di idoneità

Google non garantisce che i fact check vengano mostrati nei risultati di ricerca, anche se hai eseguito correttamente il markup della pagina secondo il test dei risultati multimediali. L'utilizzo di dati strutturati attiva la presenza di una funzionalità, ma non la garantisce. L'algoritmo di Google determina in modo programmatico l'idoneità dei risultati multimediali di fact check, a seconda di molte variabili, tra cui le seguenti linee guida.

Affinché i contenuti di fact check siano idonei alla visualizzazione come risultato multimediale di fact check su Ricerca Google, devi rispettare le seguenti linee guida:

  • Il tuo sito deve avere più pagine contrassegnate con i dati strutturati ClaimReview .
  • Devi seguire tutte le linee guida sui dati strutturati e le istruzioni per i webmaster.
  • Non deve esserci alcuna discrepanza tra i dati strutturati e i contenuti della pagina (ad esempio, se i dati strutturati indicano che la dichiarazione è vera, ma i contenuti nella pagina hanno affermato che la dichiarazione era falsa). Assicurati che sia il contenuto sia i dati strutturati corrispondano (ad esempio, entrambi indicano che la dichiarazione è vera).
  • Devi rispettare gli standard di conformità, trasparenza, leggibilità e rappresentazione ingannevole del sito, come illustrato nelle nostre linee guida generali di Google News.
  • Devi disporre di un criterio di correzione o di un meccanismo che consenta agli utenti di segnalare errori.
  • I siti web di entità politiche, come campagne, partiti o funzionari eletti, non sono idonei per questa funzionalità.
  • I tuoi lettori possono identificare facilmente le dichiarazioni e le verifiche nel corpo dell'articolo. I tuoi lettori sono in grado di capire ciò che è stato verificato e quali conclusioni sono state tratte.
  • Devi attribuire chiaramente la dichiarazione specifica che stai valutando a una diversa origine di seconda parte, che si tratti di un sito web, di una dichiarazione pubblica, di social media o di un'altra fonte monitorabile.
  • L'analisi dei fact check deve essere tracciabile e trasparente in merito a fonti e metodi, con citazioni e riferimenti alle fonti principali.

Linee guida tecniche

  • Una singola pagina può ospitare diversi elementi ClaimReview, ognuno per una dichiarazione separata.
  • Se diversi revisori nella pagina verificano lo stesso fatto, puoi includere un elemento ClaimReview separato per l'analisi di ogni revisore. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Pubblicare più fact check su una pagina.
  • La pagina che ospita l'elemento ClaimReview deve avere almeno un breve riepilogo del fact check e della valutazione, se non il testo completo.
  • Dovresti ospitare una specifica ClaimReview su una sola pagina del tuo sito. Non ripetere lo stesso fact check su più pagine, a meno che non si tratti di varianti della stessa pagina (ad esempio, puoi pubblicare la stessa ClaimReview sulle versioni per dispositivi mobili e desktop di una pagina).
  • Se il tuo sito web raccoglie articoli fact check, assicurati che tutti gli articoli rispettino i criteri sopra indicati e di fornire un elenco aperto e pubblicamente disponibile di tutti i siti web di fact check che raccogli.

Pubblicare più fact check su una pagina

Se decidi di specificare più elementi ClaimReview in una singola pagina, assicurati che siano tutti attinenti all'argomento principale della pagina. Utilizza uno dei seguenti metodi:

  • Crea una pagina di riepilogo con più fact check riepilogati, ciascuno con il proprio elemento ClaimReview. Pubblica il testo completo di ogni fact check sulla sua pagina. Ogni elemento ClaimReview nella pagina di riepilogo punta alla versione completa anziché alla pagina di riepilogo.
  • OPPURE
  • Crea una singola pagina con più recensioni lunghe, ognuna con un ancoraggio HTML. Ogni elemento ClaimReview fa riferimento a quel summary_page.html#anchor.

Definizioni dei tipi di dati strutturati

I seguenti tipi di dati strutturati sono obbligatori per implementare i fact check:

Affinché i tuoi contenuti siano idonei per essere visualizzati come risultato multimediale, devi includere le proprietà obbligatorie. Puoi anche includere le proprietà consigliate per aggiungere ulteriori informazioni sui tuoi contenuti, fornendo così un'esperienza utente migliore.

Se la tua organizzazione è interessata a implementare ClaimReview o ha riscontrato problemi con questo tipo di dati strutturati, invia le tue informazioni di contatto. Il nostro team potrebbe contattarti.

ClaimReview

La definizione completa di ClaimReview è disponibile all'indirizzo schema.org/ClaimReview.

Proprietà obbligatorie
claimReviewed

Text

Un breve riepilogo della dichiarazione che è in fase di valutazione. Cerca di mantenere questo valore inferiore a 75 caratteri per ridurre al minimo il ritorno a capo automatico quando viene visualizzato su un dispositivo mobile.

reviewRating

Rating

La valutazione della dichiarazione. Questo oggetto supporta sia una valutazione numerica sia una valutazione testuale. Il valore testuale è attualmente l'unico valore visualizzato nei risultati di ricerca.

Diversi progetti di fact check hanno una serie di schemi di valutazione che possono avere lievi differenze, soprattutto per quanto riguarda i valori intermedi. È importante documentare tali schemi di valutazione per chiarire il significato delle valutazioni numeriche. Dovrebbe esserci almeno un numero nel sistema di valutazione del testo per tutti i fact check con punteggi numerici.

  • 1 = "False"
  • 2 = "Mostly false"
  • 3 = "Half true"
  • 4 = "Mostly true"
  • 5 = "True"

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Rating.

url

URL

Link alla pagina che ospita l'articolo completo del fact check. Se la pagina ha più elementi ClaimReview, assicurati che il fact check abbia un ancoraggio HTML e che questa proprietà rimandi a tale ancoraggio. Esempi: http://example.com/longreview.html o http://example.com/summarypage.html#fact1

Il dominio di questo valore URL deve essere lo stesso dominio o sottodominio della pagina che ospita questo elemento ClaimReview. Reindirizzamenti o URL abbreviati (come g.co/searchconsole) non sono stati risolti e pertanto non funzioneranno qui.

Proprietà consigliate
author

Organization

L'editore dell'articolo di fact check, non l'editore della dichiarazione. author deve essere un'organizzazione o una persona. author ha almeno una delle seguenti proprietà:

name Text

Nome dell'organizzazione che pubblica il fact check.

url

URL

L'URL dell'editore del fact check. Questo può essere una home page, una pagina di contatto o un'altra pagina appropriata.

datePublished

DateTime

La data di pubblicazione del fact check.

itemReviewed

Claim

Un oggetto che descrive la dichiarazione che viene fatta. Per ulteriori informazioni, vedi Claim.

Claim

La definizione completa di Claim è disponibile all'indirizzo schema.org/Claim.

Proprietà consigliate
appearance

URL oppure CreativeWork

Un link che rimanda a, o una descrizione incorporata di CreativeWork in cui compare la dichiarazione.

author

Organization oppure Person

L'autore della dichiarazione, non del fact check. Non includere la proprietà author se la dichiarazione non ha autore. Se aggiungi author, definisci le seguenti proprietà:

nameText, obbligatoria

L'editore della dichiarazione. L'editore può essere una persona o un'organizzazione.

sameAs URL, consigliata

Consente di indicare la parte che fa la dichiarazione, che può essere una proprietà Person o Organization. Se più editori fanno la stessa dichiarazione, è possibile ripetere la proprietà appearance. Se più parti fanno sostanzialmente la stessa dichiarazione, è possibile ripetere la proprietà author.

L'URL può essere:

  • La home page dell'organizzazione che fa la dichiarazione.
  • Un altro URL finale che fornisce informazioni sull'autore della dichiarazione, ad esempio la voce Wikipedia o Wikidata di una persona o un'organizzazione.
datePublished

DateTime

La data in cui la dichiarazione è stata resa pubblica o è stata inserita in un discorso pubblico (ad esempio, quando è diventata popolare sui social network).

firstAppearance

URL oppure CreativeWork

Un link o una descrizione incorporata di CreativeWork in cui compare per la prima volta la dichiarazione.

Rating

La definizione completa di Rating è disponibile all'indirizzo schema.org/Rating.

Proprietà obbligatorie
alternateName

Text

La valutazione di veridicità assegnata a ClaimReview.reviewRating, come una breve parola o frase leggibile dall'uomo. Questo valore viene visualizzato nel fact check nei risultati di ricerca. Esempi: "True" o "Mostly true".

Se utilizzi una frase più lunga, assicurati che l'inizio della frase esprima il significato, nel caso in cui la frase venga troncata per adattarsi al display. Ad esempio: "Per lo più vero nelle specifiche, sebbene la dichiarazione generale sia alquanto fuorviante"

Proprietà consigliate
bestRating

Number

Per le valutazioni numeriche, il miglior valore possibile nella scala dal peggiore al migliore. Deve essere maggiore di worstRating. Deve poter essere interpretato come un numero. Esempio: 4

name

Text

Uguale a alternateName e usato quando alternateName non viene fornito, ma è consigliabile specificare alternateName invece di name.

ratingValue

Number

Una valutazione numerica di questa dichiarazione, nell'intervallo compreso tra worstRating e bestRating inclusi. I valori interi sono consigliati, ma non obbligatori. Più la valutazione numerica è vicina al valore bestRating, più la dichiarazione è veritiera; più questo valore è vicino a worstRating, più la dichiarazione è falsa. La valutazione numerica deve poter essere interpretata come un numero. Esempio: 4

worstRating

Number

Per le valutazioni numeriche, il miglior valore possibile nella scala dal peggiore al migliore. Deve essere inferiore a bestRating. Deve poter essere interpretato come un numero. Deve avere un valore minimo di 1. Esempio: 1

Monitorare i risultati multimediali con Search Console

Search Console è uno strumento che consente di monitorare il rendimento delle tue pagine in Ricerca Google. Registrarsi in Search Console non è obbligatorio per essere inclusi nei risultati di Ricerca Google, ma può aiutarti a capire e migliorare il modo in cui Google vede il tuo sito. Ti consigliamo di controllare Search Console nei seguenti casi:

  1. Dopo aver effettuato il deployment dei dati strutturati per la prima volta
  2. Dopo aver rilasciato nuovi modelli o aggiornato il codice
  3. Analisi periodica del traffico

Dopo aver effettuato il deployment dei dati strutturati per la prima volta

Dopo che Google ha indicizzato le tue pagine, cerca i problemi utilizzando il rapporto sullo stato dei risultati multimediali pertinente. Idealmente, dovresti notare un aumento delle pagine e nessun aumento di errori o avvisi. Se riscontri problemi nei dati strutturati:

  1. Correggi gli errori.
  2. Controlla un URL pubblicato per verificare se il problema persiste.
  3. Richiedi la convalida utilizzando il rapporto sullo stato.

Dopo aver rilasciato nuovi modelli o aggiornato il codice

Quando apporti modifiche significative al tuo sito web, monitora l'aumento degli errori e degli avvisi relativi ai dati strutturati.
  • Se vedi un aumento di errori, forse hai implementato un nuovo modello non funzionante oppure il tuo sito interagisce con il modello esistente in modo nuovo ma non corretto.
  • Se noti una diminuzione degli elementi validi (non associata a un aumento degli errori), forse non stai più incorporando dati strutturati nelle tue pagine. Utilizza lo strumento Controllo URL per scoprire la causa del problema.

Analisi periodica del traffico

Analizza il traffico di Ricerca Google utilizzando il rapporto sul rendimento. I dati mostrano la frequenza con cui la pagina viene visualizzata nei risultati multimediali in Ricerca, la frequenza con cui gli utenti fanno clic su di essa e qual è la posizione media che visualizzi nei risultati di ricerca. Puoi anche estrarre automaticamente questi risultati con l'API Search Console.

Risolvere i problemi

Se hai difficoltà con l'implementazione dei dati strutturati, ecco alcune risorse che potrebbero esserti utili.