Introduzione all'indicizzazione

L'indicizzazione dei tuoi contenuti da parte di Google è determinata da algoritmi di sistema che tengono conto della domanda degli utenti e dei controlli di qualità. Puoi influenzare il processo di indicizzazione di Google in base a come gestisci la scoperta dei tuoi contenuti, che si basa sull'URL della pagina. Senza gli URL delle pagine, i nostri sistemi non possono eseguire la scansione, indicizzare e infine presentare le tue informazioni nella Ricerca. Questo documento introduce la nozione di entrare nell'Indice Google aiutandoti a decidere come gestire la scoperta dei tuoi contenuti da parte di Google, che è il primo passo nella procedura di indicizzazione.

Modi per gestire le tue risorse per la scoperta da parte di Google

Puoi scegliere un numero di approcci per aiutare Google a trovare le tue risorse e i tuoi dati, che vanno da completamente passivi a estremamente proattivi. Questa sezione descrive le scelte generali che potresti effettuare per fornire metadati, Sitemap e link alle risorse, per posizionare al meglio i tuoi contenuti nella Ricerca.

A. Adottare un approccio passivo

Se crei un sito web senza fornire una Sitemap, i nostri sistemi tentano di trovare e indicizzare il contenuto sul tuo sito a meno che tu non impedisci specificamente l'accesso dei crawler ai tuoi contenuti. In genere, i sistemi di Google eseguono la scansione delle relazioni tra le tue pagine e altre pagine del sito web che rimandano ai tuoi contenuti. Per ulteriori informazioni, consulta la Guida introduttiva.

Vantaggi: nessun ulteriore lavoro se non quello di produrre contenuti. Questo approccio è adeguato alle situazioni in cui disponi di un sito web semplice e non richiedono la scoperta di contenuti tempestiva nei risultati della Ricerca. Svantaggi: Affidarsi ai collegamenti naturali come unico mezzo di scoperta significa che i nostri sistemi potrebbero non essere in grado di trovare tutti i contenuti sul tuo sito, specialmente se è nuovo o ha pochi riferimenti. Questo potrebbe causare problemi per i nuovi contenuti che vuoi visualizzare in Ricerca, ad esempio i contenuti di cui esegui il markup in particolare per l'inclusione nei risultati multimediali.

B. Gestire attivamente gli URL

Se fornisci ai nostri sistemi un elenco diretto di URL per i tuoi contenuti, noti come Sitemap, la nostra capacità di trovare le tue pagine non dipende più esclusivamente dalla relazione della tua pagina con altre pagine di riferimento sul Web. Questo accelera il processo dei nostri sistemi di scoperta dei tuoi contenuti. In genere, la Sitemap viene ospitata sul tuo dominio in una posizione accessibile da Googlebot.

Inoltre, se disponi di più URL che si riferiscono essenzialmente allo stesso contenuto, ad esempio una pagina AMP, una pagina HTML e una visualizzazione di app per dispositivi mobili, è utile indicare la relazione tra tali risorse. Stabilire la relazione tra le tue risorse consente al nostro sistema di pubblicare correttamente i giusti contenuti, ad esempio un link alla tua app o alle tue pagine AMP. A tale scopo, puoi stabilire le pagine canoniche per il tuo sito e impostare una relazione di collegamento tra quelle pagine e i contenuti web o dell'app alternativi. Una volta stabilite le relazioni tra le varie risorse, possiamo determinare quale tipo di contenuto mostrare all'utente nei risultati della Ricerca, ad esempio un link alla tua app per gli utenti che effettuano ricerche dal loro telefono e hanno l'app già installata.

Vantaggi: migliora le prestazioni dei tuoi risultati multimediali nella Ricerca. Velocizza il processo di importazione di contenuti nuovi e a basso referral nel sistema. Questo approccio rimuove un potenziale ostacolo per la rapida pubblicazione dei contenuti da parte di Google in una varietà di formati.

Svantaggi: sei tu a eseguire il lavoro supplementare di fornire i metadati delle risorse, ovvero la tua Sitemap e le relazioni che specifichi tra le tue pagine web, la tua app e le tue pagine AMP.

C. Inviare URL nuovi e aggiornati a Google

Anche se puoi semplicemente ospitare la tua Sitemap sul tuo sito affinché i nostri sistemi possano effettuare la scoperta, puoi anche fornire notifiche sui nuovi URL o sugli URL esistenti che hanno cambiato contenuto.

L'invio della Sitemap ci aiuta a scoprire più rapidamente URL nuovi. Per le modifiche ai contenuti degli URL esistenti, puoi fornire una Sitemap XML con i timestamp delle modifiche per informarci dei contenuti modificati pronti per la reindicizzazione.

Quando i nostri sistemi ricevono l'elenco di URL, determiniamo quando eseguire la scansione dei contenuti. Per il contenuto che sottoponiamo a scansione, stabiliamo l'esistenza della risorsa sul tuo server, procedura nota come verifica, e quindi mettiamo a disposizione i contenuti per la procedura di indicizzazione.

Vantaggi: l'invio di URL a Google aiuta a determinare la tempestività degli aggiornamenti dei contenuti dal tuo dominio alla Ricerca.

Svantaggi: non molti. Dopo aver creato una Sitemap, il suo invio a Google è una procedura semplice e molti sistemi di gestione dei contenuti offrono aggiornamenti programmatici della Sitemap.

Leggi ulteriori informazioni sulle Sitemap e sul motivo per cui potresti averne bisogno per il tuo sito nel Centro assistenza Search Console.

D. Richiedere l'indicizzazione dell'app

L'indicizzazione delle app Firebase, in precedenza Google App Indexing, porta la tua app nella Ricerca Google. Se gli utenti hanno già installato la tua app quando cercano contenuti correlati, la tua app viene avviata direttamente dai risultati della Ricerca. Se gli utenti ancora non l'hanno installata, vedranno una scheda di installazione nei risultati di ricerca quando cercano le app. L'API App Indexing promuove entrambi i tipi di query sull'app nella Ricerca Google, e fornisce inoltre i completamenti automatici delle query. Leggi ulteriori informazioni su Firebase App Indexing.

Vantaggi: l'utilizzo dell'indicizzazione delle app per la tua app aggiunge un segnale di ranking positivo per tutti i tuoi contenuti, app e siti web.

Svantaggi: gestione aggiuntiva dei contenuti per la tua app e il tuo sito web. Il lavoro, tuttavia, viene notevolmente semplificato dall'uso di Android Studio come ambiente di sviluppo, che ottimizza la gestione delle risorse. Leggi ulteriori informazioni sull'utilizzo di Android Studio per l'indicizzazione delle app.

Invia feedback per...