Contenuti in abbonamento e protetti da paywall

In questa pagina viene spiegato come utilizzare il metodo JSON-LD di schema.org per indicare i contenuti protetti da paywall sul tuo sito, utilizzando le proprietà di CreativeWork. Questi dati strutturati consentono a Google di distinguere i contenuti protetti da paywall dal cloaking, che costituisce una violazione delle nostre linee guida. Leggi ulteriori informazioni sui contenuti in abbonamento e protetti da paywall.

Esempio

Ecco un esempio di dati strutturati NewsArticle con contenuti protetti da paywall:

Linee guida

Devi rispettare le linee guida generali relative ai dati strutturati e le linee guida tecniche affinché la tua pagina sia idonea a essere mostrata nei risultati di ricerca. Inoltre, ai contenuti protetti da paywall si applicano le linee guida che seguono.

  • JSON-LD è l'unico metodo accettato per specificare dati strutturati per i contenuti protetti da paywall.
  • Non nidificare le sezioni di contenuti.
  • Utilizza solo selettori .class per la proprietà cssSelector.

Aggiungere il markup ai contenuti protetti da paywall

Se offri un accesso in abbonamento ai contenuti del tuo sito web o se gli utenti devono registrarsi per accedere ai contenuti che vuoi che vengano indicizzati, svolgi la procedura che segue. L'esempio seguente riguarda i dati strutturati NewsArticle. Assicurati di seguire questi passaggi per tutte le versioni della pagina (incluse le versioni AMP e non AMP).

  1. Aggiungi il nome di una classe a ogni sezione di contenuti protetti da paywall della pagina. Ad esempio:
    <body>
    <p>Questo contenuto non è protetto da paywall ed è visibile a tutti.</p>
    <div class="paywall">Questo contenuto è protetto da paywall e richiede un abbonamento o la registrazione per accedervi.</div>
    </body>
    
  2. Aggiungi i dati strutturati NewsArticle.
  3. Aggiungi i dati strutturati JSON-LD evidenziati ai tuoi dati strutturati NewsArticle.
    {
      "@context": "http://schema.org",
      "@type": "NewsArticle",
      "mainEntityOfPage": {
        "@type": "WebPage",
        "@id": "https://example.org/article"
      },
      (...)
      "isAccessibleForFree": "False",
      "hasPart":
        {
        "@type": "WebPageElement",
        "isAccessibleForFree": "False",
        "cssSelector" : ".paywall"
        }
     }
    

Più sezioni di contenuti protetti da paywall

Se in una pagina ci sono diverse sezioni di contenuti protetti da paywall, aggiungi i nomi delle classi sotto forma di matrice.

Ecco un esempio di sezioni di contenuti protetti da paywall in una pagina:

<body>
    <div class="section1">Questo contenuto è protetto da paywall e richiede un abbonamento o la registrazione per accedervi.</div>
<p>Questo contenuto non è protetto da paywall ed è visibile a tutti.</p>
<div class="section2">Questa è un'altra sezione protetta da paywall. Richiede un abbonamento o la registrazione per accedervi.</div>
</body>

Ecco un esempio di dati strutturati NewsArticle con diverse sezioni di contenuti protetti da paywall:

{
  "@context": "http://schema.org",
  "@type": "NewsArticle",
  "mainEntityOfPage": {
    "@type": "WebPage",
    "@id": "https://example.org/article"
  },
  (...)
  "isAccessibleForFree": "False",
  "hasPart": [
    {
    "@type": "WebPageElement",
    "isAccessibleForFree": "False",
    "cssSelector" : ".section1"
    },
    {
    "@type": "WebPageElement",
    "isAccessibleForFree": "False",
    "cssSelector" : ".section2"
    }
  ]
 }

Considerazioni relative alle pagine AMP

Se hai una pagina AMP con dati strutturati, valuta la possibilità di utilizzare amp-access ove appropriato.

Assicurarsi che Google riesca a eseguire la scansione e l'indicizzazione delle pagine

Esistono diversi modi per assicurarsi che Google riesca a eseguire la scansione e l'indicizzazione dei contenuti delle pagine:

  • Se vuoi che Google esegua la scansione e l'indicizzazione dei contenuti di una pagina non protetti da paywall e visibili a tutti, salta questo passaggio.
  • Se vuoi impedire a Google di mostrare il link Copia cache per la pagina, usa il meta tag robots noarchive.

Invia feedback per...