Requisiti di integrazione

Prima di iniziare l'integrazione, scarica l'elenco di controllo dei passaggi per l'integrazione e del QA, che ti sarà utile durante la pianificazione del progetto di integrazione di Abbonati con Google. Nell'elenco di controllo viene fornita un'analisi dettagliata di tutti i componenti e di tutte le attività Abbonati con Google a cui puoi fare riferimento durante l'intero processo di integrazione di Abbonati con Google.

Panoramica

Il processo di integrazione di Abbonati con Google è costituito dai seguenti componenti, ognuno dei quali è un requisito di sistema di Abbonati con Google. In alcuni scenari, un editore potrebbe non avere la necessità di utilizzare un determinato componente. Tali casi sono descritti in dettaglio nella descrizione del componente.

  1. Account sviluppatore Google Play: l'editore deve creare un account sviluppatore Google Play, caricare un'applicazione e attivarla per la fatturazione. L'editore deve pubblicare l'applicazione in produzione oppure utilizzare un'applicazione di produzione esistente.
  2. Configurazione della pubblicazione: per impostare determinati elementi della configurazione, l'editore deve collaborare con i rappresentanti delle soluzioni tecniche di Google. Questi elementi includono gli URL per gli endpoint API richiesti, i loghi e/o gli asset del brand, i dettagli SKU, l'URL delle norme sulla privacy e altre informazioni necessarie a Google per configurare l'integrazione. Questa configurazione deve essere eseguita per ogni pubblicazione integrata.
  3. Markup della pagina: l'editore deve aggiungere dati strutturati a tutte le pagine degli articoli. Questi dati comprendono un ID pubblicazione (corrispondente all'ID nella configurazione della pubblicazione) e un'etichetta dei diritti. I dati devono essere presenti su tutte le pagine degli articoli, inclusi i documenti AMP.
  4. Integrazione del client swg.js: l'editore deve integrare il client JavaScript di Google nel sito web della sua pubblicazione. L'editore deve includere la libreria client swg.js in tutte le pagine degli articoli in cui può essere attivato un paywall, compresi gli articoli che fanno parte di un'implementazione paywall lato server, deve richiamare la funzione getEntitlements di swg.js e gestirne la risposta in modo appropriato.

    Se l'editore crea versioni AMP delle proprie pagine e queste pagine AMP potrebbero attivare paywall, deve configurarle per AMP-subscriptions-google in modo da rispettare i diritti degli utenti di Abbonati con Google.

  5. Google News: se l'editore limita l'accesso ai contenuti che presenta nel prodotto Google News, deve aggiornare la configurazione di Google News in modo da renderla compatibile con Abbonati con Google. Questo significa che gli SKU venduti dall'editore funzioneranno nei prodotti di sua proprietà e gestiti da lui e che gli abbonamenti che venderà altrove, tramite il proprio flusso di acquisto o un flusso di acquisto di Abbonati con Google, potranno essere riconosciuti e rispettati su Google News. Qualora l'editore voglia utilizzare documenti AMP nel contesto di Google News, deve configurare questi documenti in modo che utilizzino AMP-subscriptions-google per permettere che i diritti dell'utente vengano riconosciuti correttamente.

  6. Integrazione Android: qualora venda insiemi di SKU su Android diversi rispetto al Web oppure abbia più app per la stessa pubblicazione, l'editore è tenuto ad aggiornare le sue app per Android per controllare l'acquisto dell'abbonamento, nonché a richiamare l'API Publication di Abbonati con Google e concedere l'accesso in modo appropriato.
  7. Accedi con Google: l'editore deve includere un'opzione Accedi con Google in tutte le pagine di accesso sul Web, nelle applicazioni iOS e in quelle Android.

    Questa implementazione di Accedi con Google deve controllare l'API Publication di Abbonati con Google per assicurare che, qualora l'Account Google disponga già di un diritto collegato presso l'editore, l'account sia associato all'account esistente dell'utente sul sito dell'editore. Se sul sito dell'editore l'API Publication di Abbonati con Google indica che l'utente ha un diritto di cui l'editore non è a conoscenza, l'editore concederà in modo appropriato l'accesso agli utenti conosciuti e lancerà un flusso Creazione di account differita se l'utente è sconosciuto.

    Se un prodotto dell'editore (applicazione web o per dispositivi mobili) offre un'esperienza completamente gratuita e non prevede l'accesso con paywall, l'opzione Accedi con Google non è obbligatoria. Inoltre, nel caso improbabile in cui un editore non disponga direttamente di un sistema di gestione degli utenti (ad es. l'editore si affida interamente ad Abbonati con Google per la gestione delle transazioni degli utenti), l'integrazione di Accedi a Google non è necessaria (né possibile).

  8. Gestione della creazione di account a seguito di un acquisto: gli editori devono creare un account per gli utenti dopo che questi hanno effettuato un acquisto.

    Sul Web, un editore deve essere in grado di ritrasmettere alla propria infrastruttura i dati relativi ai diritti e gli eventi di abbonamento di swg.js. Per gli acquisti effettuati su Google News e tramite la fatturazione in-app Android, l'editore deve utilizzare il flusso Creazione di account differita sul proprio sito web tramite swg.js quando questi utenti visitano il suo sito.

    Per gli acquisti AMP, se un editore sta implementando un flusso di acquisto su AMP, deve sottoscrivere gli eventi Cloud Pub/Sub di Play all'interno della propria infrastruttura.

    L'editore deve utilizzare i dati relativi agli acquisti provenienti da eventi di abbonamento per richiedere i dati del profilo utente e dell'abbonamento dall'API Subscription Status di Google. Dopo aver ottenuto questi dati, l'API Account Management deve:

    1. creare un account con le informazioni del profilo utente fornite da Google e associare l'abbonamento a tale account; oppure
    2. aggiungere il profilo utente Google e i dati dell'abbonamento a un account utente esistente sul sito dell'editore.

    Nei casi in cui un editore non disponga direttamente di un sistema di gestione degli utenti (ad es. l'editore si affida interamente ad Abbonati con Google per la gestione delle transazioni degli utenti), non è necessaria (né è possibile) alcuna creazione di account a seguito di un acquisto.

  9. Pagina di collegamento dell'account OAuth: l'editore deve creare una pagina di accesso OAuth per consentire la seguente procedura:

    1. Autenticazione degli utenti esistenti dell'editore.
    2. Verifica della presenza dei diritti dell'utente.
    3. Creazione di un token di accesso per l'utente.
    4. Reindirizzamento e ritrasmissione del token di accesso alla pagina di riferimento.

    Nei casi in cui un editore non disponga direttamente di un sistema di gestione degli utenti (ad es. l'editore si affida interamente ad Abbonati con Google per la gestione delle transazioni degli utenti), non è necessaria alcuna pagina di collegamento dell'account OAuth (né sarà possibile implementarla).

  10. API Entitlements: l'editore deve creare un'API Entitlements che accetti un token di accesso creato tramite il flusso di collegamento dell'account OAuth dell'editore e che risponda con i diritti dell'utente. Questi diritti sono rappresentati come un insieme di etichette a cui l'utente ha accesso e, facoltativamente, come un descrittore di testo relativo al prodotto acquistato dall'utente.

    Nei casi in cui un editore non disponga direttamente di un sistema di gestione degli utenti (ad es. l'editore si affida interamente ad Abbonati con Google per la gestione delle transazioni degli utenti), non è necessaria (né è possibile) alcuna API Entitlements.

  11. Richiesta di accesso automatico: se l'API Entitlements di Google restituisce un diritto dell'utente noto all'editore, ma l'utente non ha eseguito l'accesso ai sistemi dell'editore, consigliamo all'editore di effettuare automaticamente l'accesso dell'utente all'account sul proprio sito. L'editore può utilizzare le funzioni di accesso automatico di swg.js per avvisare l'utente di questo evento o richiedere all'utente di acconsentire all'azione di accesso prima di eseguire l'operazione.
  12. Integrazione iOS: se l'editore ha contenuti protetti da paywall associati a uno SKU di Abbonati con Google in un'app per iOS, dopo l'utilizzo di Accedi con Google, deve verificare la presenza di diritti nel proprio backend: se non ne trova, deve richiamare l'API Publication di Abbonati con Google per controllare la presenza di diritti e, se ne trova, concedere l'accesso.
  13. Salvataggio degli abbonamenti: al termine di ogni flusso di acquisto non effettuato tramite Abbonati con Google, l'editore deve integrare la funzione di salvataggio dell'abbonamento per consentire agli utenti di effettuare il collegamento al proprio Account Google.