Utilizzare variabili e condizioni

Gli annunci per hotel e i link di prenotazione gratuiti includono link alle pagine di destinazione in cui gli utenti finali possono prenotare le camere. Puoi definire la modalità con cui Google genera il link affinché quest'ultimo includa altre informazioni sull'utente e sul suo itinerario. Ad esempio, puoi includere nell'URL informazioni come l'ID dell'hotel, i codici di lingua e valuta e le date di check-in.

Panoramica

Devi definire l'URL pagina di destinazione nel file delle pagine di destinazione.

Quando viene visualizzato l'annuncio o il link di prenotazione gratuito, le informazioni dinamiche nell'URL vengono sostituite con i valori effettivi. Per aggiungere valori dinamici agli URL pagina di destinazione, utilizza la seguente sintassi:

<URL>https://partner url?param id=(variable name)</URL>

L'esempio seguente mostra un URL che utilizza i nomi delle variabili di Google al posto dei valori effettivi per l'ID hotel e l'itinerario:

<URL>https://www.partnerdomain.com?hotelID=(PARTNER-HOTEL-ID)
  &amp;checkinDay=(CHECKINDAY)&amp;checkinMonth=(CHECKINMONTH)
  &amp;checkinYear=(CHECKINYEAR)&amp;nights=(LENGTH)</URL>

Quando il link della pagina di destinazione viene creato per la pagina dei risultati di ricerca, Google sostituisce i nomi delle variabili (o segnaposto) con i valori effettivi in modo che l'URL includa le informazioni dinamiche. Ad esempio, se l'utente prenota una camera per 6 notti a partire dal 7/6/2016 per l'hotel n. 42, Google trasforma il link precedente come segue:

https://www.partnerdomain.com?hotelID=42&checkinDay=07&checkinMonth=06&checkinYear=2016&nights=6

I valori che Google assegna alle variabili nella stringa di query dipendono dai dati corrispondenti nei tuoi feed prezzo dell'hotel ed elenco hotel, nonché dalle impostazioni specifiche dell'utente.

Ad esempio, al valore della variabile LENGTH viene assegnato il valore dell'elemento <Nights> nel feed del prezzo del relativo itinerario. Il valore della variabile PARTNER-HOTEL-ID viene definito dall'elemento <id> nel feed elenco hotel per l'hotel che corrispondeva ai criteri di ricerca dell'utente.

Alcune variabili sono sottoinsiemi degli elementi del feed prezzo. Ad esempio, le variabili CHECKINDAY, CHECKINMONTH e CHECKINYEAR vengono estratte dal singolo elemento <Checkin> nel feed del prezzo. Altre variabili vengono calcolate sulla base delle impostazioni locali dell'utente e di altre impostazioni del client.

Per ulteriori informazioni sulle origini dei valori delle variabili, consulta le sezioni relative ai feed prezzo dell'hotel ed elenco hotel.

Variabili URL

La tabella seguente descrive le variabili disponibili per creare l'URL pagina di destinazione:

Variabile Consigliata/facoltativa Descrizione
ADVANCE‑BOOKING‑WINDOW Facoltativa Il numero di giorni prima della data di check-in (nel fuso orario dell'hotel) in cui è stata effettuata la prenotazione. Ad esempio, "36".
ALTERNATE-HOTEL-ID Consigliata (se hai ID separati per identificare le proprietà rispetto ai motori di prenotazione) Un identificatore alternativo per la tua proprietà. Questa variabile è specificata nel feed elenco hotel. La presenza di ID separati è utile se hai bisogno di un identificatore di proprietà per le informazioni del feed e di un altro identificatore di proprietà per il motore di prenotazione.
CAMPAIGN-ID Consigliata L'ID della campagna Google Ads che vuoi associare all'URL. Il valore è vuoto se il clic non è associato a una campagna Google Ads.
CHECKINDAY Consigliata Il giorno di due cifre definito nell'elemento <Checkin> del feed prezzo dell'hotel. Ad esempio, "20".
CHECKINDAY-OF-WEEK Facoltativa Il giorno della settimana (da "Lunedì" a "Domenica") in cui avviene il check-in, nel fuso orario dell'hotel. Ad esempio, "Martedì".
CHECKINMONTH Consigliata Il mese di due cifre definito nell'elemento <Checkin> del feed prezzo dell'hotel. Ad esempio, "06".
CHECKINYEAR Consigliata L'anno di quattro cifre definito nell'elemento <Checkin> del feed prezzo dell'hotel. Ad esempio, "2017".
CHECKOUTDAY Consigliata Il giorno di due cifre calcolato dagli elementi <Nights> e <Checkin> del feed prezzo dell'hotel. Ad esempio, "23".
CHECKOUTMONTH Consigliata Il mese di due cifre calcolato dagli elementi <Nights> e <Checkin> del feed prezzo dell'hotel. Ad esempio, "07".
CHECKOUTYEAR Consigliata L'anno a quattro cifre calcolato dagli elementi <Nights> e <Checkin> del feed prezzo dell'hotel. Ad esempio, "2017".
CHILD-AGE Consigliata (obbligatoria per prezzi per numero di persone con bambini) L'età massima di ciascun bambino specificata negli elementi <Child "age"> del feed del prezzo. Questa variabile deve essere utilizzata insieme a un blocco condizionale FOR-EACH-CHILD-AGE.
CHILD-INDEX Facoltativa Una variabile di loop con indice 0 che rappresenta un contatore per ogni bambino ed età del bambino specificati nell'itinerario. Sebbene non sia obbligatoria, questa variabile può essere utilizzata solo insieme a un blocco condizionale FOR-EACH-CHILD-AGE.
CLICK-TYPE Facoltativa Indica se l'utente ha fatto clic su una scheda per una tariffa hotel standard o per un pacchetto camera. I valori possibili sono:
  • "hotel": l'utente ha fatto clic su una scheda per una tariffa della camera standard.
  • "room": l'utente ha fatto clic su una scheda per un pacchetto camera.
CLOSE-RATE-RULE-IDS Facoltativa (applicabile solo se utilizzi tariffe agevolate o private) Un elenco separato da virgole di ID regole tariffarie per le tariffe che non erano disponibili, ma che sarebbero state disponibili se l'utente avesse eseguito un'azione leggermente diversa. Tieni presente che gli ID regole tariffarie per le tariffe private vengono sempre inseriti qui quando l'interfaccia utente corrispondente viene mostrata all'utente finale.
CUSTOM[1‑5] Facoltativa I valori dei campi personalizzati definiti nell'elemento <Result> di un messaggio Transaction. Un campo personalizzato può contenere un massimo di 200 caratteri. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Panoramica dei messaggi Transaction.
DATE-TYPE Facoltativa Indica se l'utente ha selezionato la data predefinita o ha specificato una data durante la ricerca. I valori possibili sono:
  • "default": l'utente ha fatto clic su un annuncio per hotel o su un link di prenotazione gratuito in cui erano utilizzate le date predefinite.
  • "selected": l'utente ha fatto clic su un annuncio per hotel o su un link di prenotazione gratuito con le date impostate.

GOOGLE-SITE Facoltativa La proprietà di Google in cui l'utente ha visualizzato i tuoi dati sui prezzi degli hotel. I valori possibili sono:
  • "localuniversal": l'utente ha trovato il link di prenotazione dell'hotel tramite una ricerca, in genere cercando su google.com.
  • "mapresults": l'utente ha trovato il link di prenotazione dell'hotel tramite maps.google.com.
  • "verification": Google utilizza questo valore durante l'esecuzione dei test di qualità dei dati sul tuo sito. Non vengono applicati addebiti per queste query. Google Analytics può utilizzare questo parametro e il relativo valore per identificare il traffico di verifica di Hotel Ads.
  • "unknown": l'utente ha trovato l'annuncio o il link di prenotazione gratuito tramite una fonte non determinata.
LENGTH Consigliata La durata del soggiorno in termini di numero di notti definito dall'elemento <Nights> nel feed prezzo dell'hotel. Ad esempio, "3".
NUM-ADULTS Consigliata (da utilizzare con la condizione NUM-CHILDREN o FOR-EACH-CHILD-AGE) Il numero di adulti specificato dall'utente per l'itinerario. Questa variabile deve essere utilizzata insieme a NUM-CHILDREN, FOR-EACH-CHILD-AGE o entrambe.
NUM-CHILDREN Consigliata Il numero di bambini (da 0 a 17 anni) specificato per l'itinerario dall'utente. Le variabili NUM-CHILDREN, FOR-EACH-CHILD-AGE o entrambe sono obbligatorie per partecipare correttamente agli itinerari con bambini.
NUM-GUESTS Consigliata (se non invii i prezzi per i bambini) Il numero totale di persone, adulti e bambini, specificato per l'itinerario dall'utente. Questo valore è una somma dei valori di NUM-ADULTS e NUM-CHILDREN. Per massimizzare la partecipazione, ti consigliamo vivamente di utilizzare sia la variabile NUM-ADULTS che la variabile NUM-CHILDREN.
PACKAGE-ID Consigliata (si applica se utilizzi i pacchetti camera) L'identificatore univoco del pacchetto nel feed prezzo dell'hotel. Per un pacchetto standard, l'ID pacchetto è il valore dell'elemento <PackageID> all'interno di un blocco <Result>. Per un pacchetto camera, l'ID pacchetto è il valore dell'elemento <PackageID> all'interno dei blocchi <RoomBundle> o <PackageData> del messaggio Transaction.
PARTNER-CURRENCY Facoltativa Il codice valuta di tre lettere definito dall'attributo currency dell'elemento <Baserate> nel feed prezzo dell'hotel. Ad esempio, "USD" o "CAD".
PARTNER-HOTEL-ID Consigliata L'identificatore univoco dell'hotel definito dall'elemento <id> nel feed elenco hotel.
PARTNER-ROOM-ID Consigliata (si applica se utilizzi i pacchetti camera) L'identificatore univoco della camera nel feed prezzo dell'hotel. Per una camera standard, l'ID camera è il valore dell'elemento <RoomID> all'interno del blocco <Result>. Per un pacchetto camera, l'ID camera è il valore dell'elemento <RoomID> all'interno dei blocchi <RoomBundle> o <RoomData> del messaggio Transaction.
PAYMENT-ID Facoltativa (solo per gli annunci) Se utilizzi un'agenzia di riscossione delle commissioni, restituisce una stringa "commission" predefinita, o un numero IATA assegnato da Google (ad esempio, "01234567"). Per modificare la formattazione del numero IATA o la stringa predefinita, contatta il Technical Account Manager (TAM).
PRICE-DISPLAYED-TAX (Facoltativa) L'importo delle tasse mostrato all'utente nella sua valuta locale. Il valore della variabile PRICE-DISPLAYED-TAX è il valore dell'elemento <Tax> nel feed prezzo dell'hotel. Ad esempio, "3.14".
PRICE-DISPLAYED-TOTAL (Facoltativa) Il costo totale della camera che viene mostrato all'utente nella sua valuta locale. Il valore della variabile PRICE-DISPLAYED-TOTAL è la somma totale degli elementi <Baserate>, <Tax> e <OtherFees> del feed prezzo dell'hotel. Ad esempio, "152.13".
PROMO-CODE (Facoltativa)

Se utilizzi le promozioni ARI, a questa variabile viene assegnato il valore dell'attributo id dell'elemento <Promotion> applicato. Se vengono applicate più promozioni, si tratta di un elenco separato da virgole di ID promozione in ordine arbitrario.

Se utilizzi le regole tariffarie, a questa variabile viene assegnato il valore dell'elemento PromoCode se viene applicata la regola tariffaria corrispondente.

RATE-PLAN-ID Consigliata (si applica solo se utilizzi pacchetti camera) L'ID come definito dall'elemento <RatePlanID> nel blocco <RoomBundle> di un feed del prezzo. L'elemento <RatePlanID> rappresenta l'identificatore univoco di una combinazione di dati di camera e pacchetto. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Pacchetti camera.
RATE-RULE-ID Consigliata (si applica solo se utilizzi tariffe condizionali o tariffe agevolate) L'ID come definito dall'attributo rate_rule_id all'interno di un blocco <Rate> di un feed del prezzo. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Tariffe agevolate.
USER-COUNTRY Consigliata Il codice paese di due lettere che indica la posizione dell'utente. Questa informazione viene ottenuta dalle impostazioni del client dell'utente finale. Ad esempio, "US" o "FR".
USER-CURRENCY Consigliata Il codice della valuta di tre lettere che indica la valuta locale dell'utente. Il valore della variabile USER-CURRENCY viene dedotto dalle impostazioni del client dell'utente finale. Ad esempio, "USD" o "CAD".
USER-DEVICE Consigliata Il tipo di dispositivo dell'utente finale. Il valore di USER-DEVICE può essere uno dei seguenti:
  • "mobile"
  • "tablet"
  • "desktop"
  • "unknown"

Il valore della variabile USER-DEVICE viene dedotto dalle impostazioni del client dell'utente finale.

USER-LANGUAGE Consigliata Il codice lingua di due lettere che specifica la lingua di visualizzazione dell'annuncio o del link di prenotazione gratuito. Il valore di USER-LANGUAGE viene dedotto dalle impostazioni del client dell'utente finale. Ad esempio, "en" o "fr".
USER-LIST-ID (definita in Google Ads) Facoltativa (si applica solo se utilizzi gli elenchi dei segmenti di pubblico in Google Ads) L'ID elenco utenti Google Ads dell'elenco del segmento di pubblico a cui appartiene l'utente finale. Gli elenchi dei segmenti di pubblico vengono utilizzati come base per impostare gli aggiustamenti delle offerte. Se l'utente fa parte di più elenchi dei segmenti di pubblico, viene selezionato l'elenco con l'aggiustamento delle offerte massimo. I legami tra i segmenti di pubblico con l'aggiustamento delle offerte massimo vengono stabiliti in modo casuale.
VERIFICATION Facoltativa Un valore booleano che verifica se il link è stato generato da Google per i test o la convalida. Il valore è "true" se il link è stato generato da Google per i test o la convalida. Altrimenti, "false".

Utilizzare la logica condizionale negli URL

Puoi utilizzare istruzioni speciali nell'elemento <URL> di un file delle pagine di destinazione per creare endpoint in modo condizionale.

La logica condizionale supporta le seguenti istruzioni:

  • if_statement: se il valore è true, i valori che seguono questa condizione sono inseriti nell'URL. Altrimenti, vengono inseriti i valori che seguono l'istruzione ELSE.
  • for_statement: crea una condizione di loop FOR che esegue l'iterazione in base al numero di valori specificato.

Sono disponibili le istruzioni IF e FOR seguenti:

Condizione Consigliata/facoltativa Descrizione
IF-AD-CLICK (solo Hotel Ads) Facoltativa Restituisce true se il clic dell'utente proviene da un annuncio. Restituisce false se il clic dell'utente proviene da un link di prenotazione gratuito.
IF-CLICK-TYPE-HOTEL Facoltativa Restituisce true se l'utente ha fatto clic sulla scheda di un hotel; altrimenti restituisce false.
IF-CLICK-TYPE-ROOM Facoltativa Restituisce true se l'utente ha fatto clic su una scheda per un Pacchetto camera; altrimenti restituisce false.
IF-CLOSE-RATE-RULE-IDS Facoltativa Restituisce true se una o più tariffe agevolate non erano disponibili perché l'utente non era idoneo. In caso contrario, restituisce false. È sempre true se all'utente finale viene mostrato un trattamento della UI con tariffa privata.
IF-DEFAULT-RATE Facoltativa Restituisce true se l'utente ha fatto clic sulla scheda di un hotel in cui erano utilizzate date predefinite; altrimenti restituisce false.
IF-HOTEL-CAMPAIGN Facoltativa Restituisce true se il clic dell'utente proviene da una campagna per hotel; in caso contrario restituisce false. Questa distinzione è utile per i partner con più tipi di campagna presenti in Google Ads per stabilire l'attribuzione.
IF-PAYMENT-ID (solo Hotel Ads) Consigliata (se utilizzi campagne Google Ads Pay-Per-Stay) Restituisce true per gli hotel che fanno parte del programma di commissioni Pay-Per-Stay (PPS), altrimenti restituisce false.
IF-PROMO-CODE Facoltativa Restituisce true se l'utente ha fatto clic su una tariffa in base a una promozione ARI o a una regola tariffaria con un valore PromoCode specificato; altrimenti restituisce false.
IF-PROMOTED (solo Hotel Ads) Consigliata (se utilizzi hotel sponsorizzati) Restituisce true se l'utente ha fatto clic su un annuncio per la promozione di proprietà; altrimenti restituisce false.
IF-RATE-RULE-ID Facoltativa Restituisce true se l'utente ha selezionato una tariffa agevolata; altrimenti restituisce false.
IF-USER-LIST-ID (definita in Google Ads) Facoltativa Restituisce true se l'utente è membro di un ID elenco clienti Google Ads specificato al momento di impostare i moltiplicatori di offerta per gli elenchi dei segmenti di pubblico; altrimenti restituisce false.
IF-VERIFICATION Facoltativa Restituisce true se il link è stato generato da Google per i test o la convalida. In caso contrario restituisce false.
ELSE Consigliata (se utilizzi istruzioni condizionali IF) Se la condizione precedente non è soddisfatta, i valori che seguono questa condizione vengono inseriti nell'URL.
END-IF Facoltativa (obbligatoria se utilizzi istruzioni condizionali IF) Termina il blocco condizionale dell'istruzione IF.
FOR-EACH-CHILD-AGE Facoltativa (obbligatoria per i prezzi per i bambini) Viene eseguita una volta per ogni elemento <Child "age"> nel feed del prezzo. Ad esempio, se <OccupancyDetails> include i due elementi <Child age="17"> e <Child age="17">, l'istruzione viene eseguita due volte.
END-FOR-EACH Facoltativa (obbligatoria se utilizzi il blocco FOR-EACH) Termina il blocco condizionale dell'istruzione FOR-EACH.

Esempio di IF-AD-CLICK

Puoi creare un blocco condizionale per verificare se l'utente è stato reindirizzato alla tua pagina di destinazione dopo un clic su un annuncio o un link di prenotazione gratuito.

L'esempio seguente utilizza questa istruzione in un file delle pagina di destinazione:

<URL>https://partner.com?hid=(PARTNER-HOTEL-ID)(IF-AD-CLICK)&adType=1(ELSE)&adType=0(ENDIF)</URL>

In questo esempio, se l'utente finale non ha fatto clic su un annuncio, il risultato è il seguente URL:

https://www.partner.com?hid=123&adType=0

Se l'utente finale ha fatto clic su un annuncio, il risultato è il seguente URL:

https://www.partner.com?hid=123&adType=1

Esempio di IF-CLICK-TYPE-HOTEL

Puoi creare un blocco condizionale per verificare se l'utente ha selezionato un hotel senza un pacchetto camera esplicito (il valore dell'elemento <RatePlanID> nel blocco <Room Bundle> di un messaggio Transaction sarà impostato sul pacchetto camera implicitamente associato al prezzo selezionato dall'utente).

L'esempio seguente utilizza questa istruzione in un file delle pagine di destinazione:

<URL>https://partner.com/(IF-CLICK-TYPE-HOTEL)landing(ELSE)landing_room(ENDIF)?hid=(PARTNER-HOTEL-ID)</URL>

In questo esempio, se l'utente finale ha selezionato un pacchetto camera, il risultato è il seguente URL:

https://partner.com/landing_room?hid=123

Se l'utente finale non ha selezionato un pacchetto camera, il risultato è il seguente URL:

https://partner.com/landing?hid=123

Esempio di IF-CLICK-TYPE-ROOM

Puoi costruire un blocco condizionale per verificare se l'utente ha selezionato un pacchetto camera.

L'esempio seguente utilizza questa istruzione in un file delle pagine di destinazione:

<URL>https://partner.com/(IF-CLICK-TYPE-ROOM)landing_room(ELSE)landing(ENDIF)?hid=(PARTNER-HOTEL-ID)</URL>

In questo esempio, se l'utente finale non ha selezionato un pacchetto camera, il risultato è il seguente URL:

https://partner.com/landing?hid=123

Se l'utente finale ha selezionato un pacchetto camera, il risultato è il seguente URL:

https://partner.com/landing_room?hid=123

Esempio di IF-DEFAULT-DATE

Utilizza l'istruzione condizionale IF-DEFAULT-DATE per impostare un parametro per la mancata selezione della data, che il tuo sito web può poi utilizzare per attivare la risposta personalizzata se l'utente non ha selezionato una data.

Il seguente esempio verifica se è stata utilizzata la data predefinita:

<URL>https://partner.com?hotelID=(PARTNER-HOTEL-ID)
&amp;checkinDay=(CHECKINDAY)&amp;checkinMonth=(CHECKINMONTH)&amp;checkinYear=(CHECKINYEAR)
&amp;nights=(LENGTH)(IF-DEFAULT-DATE)&amp;popup_datepicker=true(ELSE)
&amp;popup_datepicker=false(ENDIF)</URL>

In questo esempio, se l'utente finale non ha selezionato una data, il risultato potrebbe essere simile al seguente URL (che mostra le selezioni delle date predefinite):

https://partner.com?hotelID=123&checkinDay=01&checkinMonth=07&checkinYear=2017&nights=1&popup_datepicker=true

Se l'utente finale ha selezionato una data, il risultato potrebbe essere simile al seguente URL, a seconda dell'itinerario selezionato:

https://partner.com?hotelID=123&checkinDay=23&checkinMonth=07&checkinYear=2017&nights=2&popup_datepicker=false

Esempio di IF-HOTEL-CAMPAIGN (solo Hotel Ads)

Puoi creare un blocco condizionale per controllare se l'utente ha fatto clic su un annuncio che ha avuto origine da una campagna per hotel.

L'esempio seguente utilizza questa istruzione in un file delle pagina di destinazione:

<URL>https://partner.com?hid=(PARTNER-HOTEL-ID)(IF-HOTEL-CAMPAIGN)&aid=(CAMPAIGN-ID)(ELSE)(ENDIF)</URL>

In questo esempio, se l'utente finale fa clic sull'URL di una campagna per hotel, il risultato è il seguente URL:

https://www.partner.com?hid=123&aid=12345678

Se il clic non è stato eseguito su un URL di una campagna per hotel, il risultato è il seguente URL:

https://www.partner.com?hid=123

Esempio di IF-PAYMENT-ID (solo Hotel Ads)

Utilizza l'istruzione condizionale IF-PAYMENT-ID per variare l'URL a seconda che il clic dell'utente sia o meno un risultato del programma di commissioni PPS. L'esempio seguente verifica se un clic proviene dal programma di commissioni PPS e assegna un valore al parametro booking_source in base al risultato:

<URL>https://partner.com?hid=(PARTNER-HOTEL-ID)&booking_source=(IF-PAYMENT-ID)(PAYMENT-ID)(ELSE)cpc(ENDIF)</URL>

Se l'hotel fa parte del programma di commissioni, il risultato è uno dei seguenti URL:

  • Se a Google non è stato assegnato alcun numero IATA:
    https://partner.com?hid=123&booking_source=commissions
  • Se a Google è stato assegnato un numero IATA:
    https://partner.com?hid=123&booking_source=01234567

Altrimenti, il risultato sarà il seguente URL:

https://partner.com?hid=123&booking_source=cpc

Esempio di IF-PROMOTED (solo Hotel Ads)

Puoi creare un blocco condizionale per verificare se l'utente ha fatto clic su un annuncio per la promozione di proprietà.

L'esempio seguente utilizza questa istruzione in un file delle pagine di destinazione:

<URL>https://partner.com/(IF-PROMOTED)1(ELSE)0(ENDIF)?hid=(PARTNER-HOTEL-ID)</URL>

In questo esempio, se l'utente finale ha selezionato un annuncio per la promozione di proprietà, il risultato è il seguente URL:

https://partner.com/1?hid=123

Se l'utente finale non ha selezionato un annuncio per la promozione di proprietà, il risultato è il seguente URL:

https://partner.com/0?hid=123

Esempio di IF-RATE-RULE-ID

Puoi creare un blocco condizionale per verificare se l'utente ha selezionato una tariffa agevolata (e quindi viene utilizzato il valore dell'elemento <RateRuleID> nel blocco <Rate> di un messaggio Transaction).

L'esempio seguente utilizza questa istruzione in un file delle pagine di destinazione:

<URL>https://partner.com?hid=(PARTNER-HOTEL-ID)(IF-RATE-RULE-ID)&customerType=42(ELSE)(ENDIF)</URL>

In questo esempio, se l'utente finale non ha selezionato una tariffa agevolata, il risultato è il seguente URL:

https://www.partner.com?hid=123

Se l'utente finale ha selezionato una tariffa agevolata, il risultato è il seguente URL:

https://www.partner.com?hid=123&customerType=42

Esempio di IF-USER-LIST-ID (definito in Google Ads)

Se imposti moltiplicatori di offerta per gli elenchi dei segmenti di pubblico in una campagna per hotel in Google Ads, puoi utilizzare IF-USER-LIST-ID in combinazione con USER-LIST-ID per impostare un parametro sul tuo sito web per un cliente che appartiene a un determinato elenco di segmenti di pubblico di Google Ads. Puoi farlo a scopo di monitoraggio o per personalizzare il tuo sito web per i membri degli elenchi dei segmenti di pubblico.

Esempio:

<URL>https://partner.com/?hid=(PARTNER-HOTEL-ID)(IF-USER-LIST-ID)&audience_list=(USER-LIST-ID)(ELSE)(ENDIF)</URL>

In questo esempio, se l'utente finale non era membro di un elenco del segmento di pubblico, il risultato sarà il seguente URL:

https://www.partner.com?hid=123

Se l'utente finale era un membro dell'elenco del segmento di pubblico 12345678, il risultato sarà il seguente URL:

https://www.partner.com?hid=123&audience_list=12345678

Esempio di IF-VERIFICATION

Se devi verificare se un URL è stato generato da Google per i test o la convalida, puoi utilizzare IF-VERIFICATION.

Esempio:

<URL>https://partner.com/?hid=(PARTNER-HOTEL-ID)(IF-VERIFICATION)&isgoogle=true(ENDIF)</URL>

In questo esempio, se l'URL non è stato generato da Google per i test o la convalida, il risultato è il seguente URL:

https://www.partner.com?hid=123

Se l'URL è stato generato da Google per i test o la convalida, il risultato è il seguente URL:

https://www.partner.com?hid=123&isgoogle=true

Esempio di FOR-EACH-CHILD-AGE

Puoi creare un blocco condizionale che completa il valore dell'età massima di ogni bambino, come specificato nel feed prezzo dell'hotel.

L'esempio seguente utilizza questa istruzione in un file delle pagine di destinazione:

<URL>https://partner.com?adults=(NUM-ADULTS)&children=(NUM-CHILDREN)(FOR-EACH-CHILD-AGE)&age=(CHILD-INDEX)_(CHILD-AGE)(END-FOR-EACH)&hid=(PARTNER-HOTEL-ID)</URL>

In questo esempio, se l'itinerario includeva 2 adulti e 2 bambini di 0 e 17 anni, il risultato è il seguente URL:

https://www.partner.com?adults=2&children=2&age=0_0&age=1_17&hid=123

Se l'itinerario includeva 2 adulti e 0 bambini, il risultato è il seguente URL:

https://www.partner.com?adults=2&children=0&hid=123

Regole generali per la creazione di URL

Tutte le variabili sono facoltative. Non è necessario inserire le variabili nell'URL della pagina di destinazione. Tuttavia, l'utilizzo delle variabili per trasmettere informazioni specifiche in base all'itinerario e all'utente in genere ti consente di ottimizzare l'esperienza dell'utente finale e di aderire meglio alle norme di Google.

Per la definizione degli URL creati in un file delle pagine di destinazione, si applicano le seguenti regole generali:

  • Tutte le variabili sono racchiuse tra parentesi.
  • I parametri della stringa di query possono essere trasmessi solo dopo il punto interrogativo ("?") nell'URL.
  • Nell'output finale i parametri della stringa di query devono essere separati dalla e commerciale ("&"). Poiché la e commerciale è un carattere speciale in XML (e il formato del file delle pagine di destinazione è XML), al suo posto devi utilizzare l'entità codificata "&amp;". Nell'output finale viene comunque visualizzato il carattere "&". Ad esempio:
    <!-- Do this: -->
    <URL>https://www.partnerdomain.com?hotelID=(PARTNER-HOTEL-ID)&amp;nights=(LENGTH)</URL>
    
    <!-- Do NOT do this: -->
    <URL>https://www.partnerdomain.com?hotelID=(PARTNER-HOTEL-ID)&nights=(LENGTH)</URL>

    Devi inoltre codificare i caratteri speciali che potresti includere nell'URL delle pagina di destinazione; ad esempio:

    • spazio (" "): sostituisci i caratteri di spazio con "%20;" nell'elemento <URL>
    • barra ("/"): sostituisci le barre con "%2F;" nell'elemento <URL>

    Non è necessario codificare per l'URL tutti i caratteri non alfabetici. Ad esempio, non è necessario codificare il trattino ("-") per l'URL. Per un elenco dei caratteri comuni da codificare per l'URL, consulta la Tabella di codifica degli URL.

  • I valori per un singolo parametro possono essere generati da più variabili. L'esempio seguente crea un unico parametro, checkinDate, dalle variabili CHECKINDAY, CHECKINMONTH e CHECKINYEAR:
    <URL>https://www.partnerdomain.com?checkinDate=(CHECKINDAY)%2F;(CHECKINMONTH)%2F;(CHECKINYEAR)</URL>

    In questo esempio si ottiene un URL che potrebbe essere simile al seguente:

    https://www.partnerdomain.com?checkinDate=7/23/1971
  • Puoi utilizzare qualsiasi ID per il nome dei parametri della stringa di query. Questi valori vengono elaborati dal tuo server. Tuttavia, i valori trasmessi si limitano all'elenco di variabili disponibili.
  • Puoi utilizzare fino a cinque variabili personalizzate oltre all'elenco di variabili disponibili.