Google Analytics - Tutti i log delle modifiche dell'API

Mantieni tutto organizzato con le raccolte Salva e classifica i contenuti in base alle tue preferenze.

Questa pagina documenta le modifiche apportate a tutte le API e gli SDK di Google Analytics. Include i log delle modifiche per tutte le funzioni di raccolta, generazione di report e configurazione. Ti consigliamo di controllare periodicamente questo elenco per verificare se sono presenti nuovi annunci. Puoi anche iscriverti alle modifiche tramite i feed elencati nella sezione Iscriviti di seguito.

Iscriviti ai log delle modifiche correlati

Include tutte le API di raccolta, configurazione e reporting.

Release iniziale dell'API User Activity

  • L'API User Activity ti consente di recuperare tutti i dati associati a un singolo Client-ID o User ID in un determinato intervallo di date. È destinata principalmente a supportare i proprietari di proprietà che vogliono fornire l'accesso automatico ai dati di un utente direttamente a quest'ultimo. Per ulteriori dettagli, consulta la guida dell'API User Activity.

Impostazioni di conservazione dei dati utente nell'API di gestione

Ora è possibile configurare a livello di programmazione le impostazioni di conservazione dei dati utente utilizzando i nuovi campi "dataConservazioneTtl" e "dataConservazioneResetOnNewActivity" aggiunti alla risorsa WebProperty.

Questa è la release iniziale dell'API User Deletion:

  • L'API User Deletion consente a un cliente di Google Analytics di eliminare dati per un determinato utente finale da un progetto o da una proprietà web. Le richieste di eliminazione utente possono essere effettuate utilizzando i progetti Firebase o le proprietà Google Analytics. Per maggiori dettagli, consulta la Panoramica dell'API User Deletion.

Operazioni di scrittura nell'API di gestione

Le operazioni di scrittura nell'API di gestione (ad es. creazione, aggiornamento, eliminazione, patch) per le proprietà web, la vista (profilo) e le risorse obiettivo non richiedono più l'autorizzazione. Il limite giornaliero predefinito per tutte le operazioni di scrittura nell'API di gestione è di 50 scritture/giorno. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina Limiti e quote.

Questa versione introduce le modifiche alle quote e ai limiti dell'API Analytics Real Time.

Chiamate dell'API di reporting in tempo reale di Analytics utilizzate per contribuire al raggiungimento del limite di 10.000 chiamate per vista (profilo) al giorno,alla pari delle altre chiamate API di Analytics. Ora le chiamate all'API di reporting in tempo reale di Analytics vengono conteggiate separatamente, il che significa che è possibile effettuare 10.000 chiamate al giorno per vista (profilo) utilizzando l'API di reporting in tempo reale di Analytics E effettuare altre 10.000 chiamate al giorno per vista (profilo) utilizzando qualsiasi altra API di Analytics. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina Limiti e quote.

Questa modifica consente di gestire le quote in modo più granulare e sicuro, in modo che le chiamate frequenti con l'API Analytics Real Time Reporting non blocchino involontariamente tutte le altre chiamate API di Analytics nel resto della giornata per un singolo profilo.

Questa versione aumenta il numero massimo di righe restituite nel set di risultati dell'API Analytics Reporting v4.

Il numero massimo di righe restituite nell'oggetto DataReport API Analytics v4 viene aumentato da 10.000 a 100.000.

In questa release è disponibile un'anteprima del Sistema di quote basate sulle risorse per l'API di reporting di Google Analytics v4, che consente di utilizzare soglie di campionamento più elevate per i clienti di Analytics 360 (Premium).

Sono stati aggiunti gli URL "android-app://" come sorgente di referral valida.

In questa release è stata aggiunta la nuova attività customTask.

Questa versione ritirata la funzionalità Prodotti correlati e le dimensioni e metriche associate; consulta la Guida di riferimento alle dimensioni e alle metriche per l'elenco completo delle definizioni. Per informazioni dettagliate sulla rimozione dei dati, consulta le Norme sul ritiro dei dati:

Questo rilascio ritira le seguenti dimensioni e metriche:

  • ga:correlationModelId
  • ga:queryProductId
  • ga:queryProductName
  • ga:queryProductVariation
  • ga:relatedProductId
  • ga:relatedProductName
  • ga:relatedProductVariation
  • ga:correlationScore
  • ga:queryProductQuantity
  • ga:relatedProductQuantity

Questa versione aggiunge una nuova dimensione all'API; consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni. Questa versione rimuove anche diverse dimensioni e metriche deprecate. Consulta le norme sul ritiro dei dati per le API di Google Analytics per comprendere l'intero processo di rimozione dei dati.

Ora

  • La nuova dimensione ga:dateHourMinute, che combina ga:date, ga:hour e ga:minute,

Rimozione dei dati

Questa versione rimuove le seguenti dimensioni e metriche deprecate:

  • ga:socialactivities
  • ga:socialactivityaction
  • ga:socialactivitydisplayname
  • ga:socialactivityendorsingurl
  • ga:socialactivitynetworkaction
  • ga:socialactivitypost
  • ga:socialactivitytagssummary
  • ga:socialactivitytimestamp
  • ga:socialactivityuserhandle
  • ga:socialactivityuserphotourl
  • ga:socialactivityuserprofileurl
  • ga:socialinteractionspervisit

Questa versione aggiorna le metriche e le dimensioni esistenti nell'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Metriche utente

Il calcolo delle metriche Utenti e Utenti attivi è stato aggiornato per conteggiare gli utenti in modo più efficiente. Potresti notare una piccola variazione nelle metriche. Per saperne di più, vedi Come vengono identificati gli utenti per le metriche utente.

Metriche utente interessate dall'aggiornamento del calcolo:

  • ga:users: numero totale di utenti per il periodo di tempo richiesto.
  • ga:1dayusers: numero totale di utenti attivi in 1 giorno per ogni giorno del periodo di tempo richiesto.
  • ga:7dayusers: numero totale di utenti attivi in 7 giorni per ogni giorno nel periodo di tempo richiesto.
  • ga:14dayusers: numero totale di utenti attivi in 14 giorni per ogni giorno nel periodo di tempo richiesto.
  • ga:30dayusers: numero totale di utenti attivi in 30 giorni per ogni giorno nel periodo di tempo richiesto.

Eventi unici

Il periodo di ritiro di ga:uniqueEvents si avvicina. Dopo il 26 marzo 2017, la definizione di ga:uniqueEvents verrà aggiornata e la metrica ga:uniqueEventsTemporary privata verrà rimossa dall'API. Per scoprire di più, consulta i documenti della guida Eventi unici.

Questa versione aggiunge una nuova dimensione all'API, migliora i messaggi di errore e inizia ad applicare le modifiche annunciate in precedenza per le dimensioni e le metriche AdSense.

Dimensioni utente

  • Dimensione - ga:userBucket: per qualsiasi utente, la dimensione Bucket utente (valori da 1 a 100) indica il bucket a cui è stato assegnato l'utente. Per ulteriori dettagli, consulta l'articolo Testare le campagne di remarketing.

Messaggi di errore

Se in precedenza l'API restituiva un messaggio di errore errato, Unknown dimension(s): o Unknown metric(s): quando richiedeva dati con condizioni che non sono state soddisfatte, l'API ora restituisce il messaggio: Restricted metric(s): ... can only be queried under certain conditions..

Dimensioni e metriche di AdSense

Le visualizzazioni collegate non AdSense non potranno eseguire query sulle dimensioni e sulle metriche AdSense. L'esecuzione di query per queste dimensioni e metriche con viste non collegate ad AdSense genera un errore.

Custom Metrics

Questa è una release di correzione di bug; risolve il problema per cui la creazione di una metrica personalizzata di tipo TIME non era riuscita quando min_value non era impostato. Ora le richieste senza min_value creano una metrica personalizzata con il valore predefinito min_value pari a 0.

Questa è una release di correzione di bug, che risolve un problema con le dimensioni e le metriche AdSense, e annuncia una prossima modifica a queste dimensioni e metriche.

Dimensioni e metriche di AdSense

Questa versione risolve un problema iniziato il 07/01/2017, in cui le query relative a dimensioni e metriche AdSense restituiranno un errore "Metrica sconosciuta" per le viste non collegate ad AdSense.

Modifiche imminenti

Dal 31/01/2017 le visualizzazioni collegate non AdSense non potranno eseguire query sulle dimensioni e sulle metriche AdSense. L'esecuzione di query per queste dimensioni e metriche con viste non collegate ad AdSense genera un errore.

In questa versione viene aggiunta la nuova metrica seguente all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Metriche calcolate

Questa versione supporta le metriche calcolate.

  • Metrica - ga:calcMetric_: il valore della metrica calcolata richiesta, dove si riferisce al nome definito dalla metrica calcolata dall'utente. Tieni presente che il tipo di dati ga:calcMetric_ può essere FLOAT, INTEGER, currency, TIME o PERCENT. Per i dettagli, consulta l'articolo Informazioni sulle metriche calcolate.

In questa versione viene aggiunta una nuova metrica all'API. Consente inoltre di ritirare una metrica esistente. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Monitoraggio eventi

La definizione di ga:uniqueEvents cambierà per riflettere in modo più accurato il numero di eventi unici. Per influire su questa modifica, ritireremo tecnicamente la metrica ga:uniqueEvents corrente in conformità con le nostre norme sul ritiro dei dati. Se vuoi provare la nuova definizione, puoi fare riferimento alla metrica privata ga:uniqueEventsTemporary, che calcola con maggiore precisione il numero di eventi unici. Introdurremo anche una nuova metrica ga:uniqueDimensionCombinations che conserva l'attuale definizione di ga:uniqueEvents. Una volta trascorso il periodo di deprecazione corretto (circa 6 mesi), la metrica privata ga:uniqueEventsTemporary verrà rimossa e la metrica originale ga:uniqueEvents rappresenterà correttamente il numero di eventi unici. Per scoprire di più, consulta i documenti della guida Eventi unici.

Eventi unici

  • Metrica ga:uniqueEvents: la definizione di ga:uniqueEvents cambierà a breve per riflettere in modo più accurato il numero di eventi unici. Utilizza invece ga:uniqueDimensionCombinations se vuoi conservare la definizione esistente. Per scoprire di più, consulta i documenti della guida Eventi unici.
  • Metrica - ga:uniqueDimensionCombinations - Combinazioni di dimensioni uniche conteggia il numero di combinazioni uniche di valori di dimensione per ciascuna dimensione di un report. Questo consente la post-elaborazione di dimensioni combinate (concatenate) e permette di creare report in modo più flessibile, senza dover aggiornare l'implementazione del monitoraggio o utilizzare aree di dimensione personalizzata aggiuntive. Per scoprire di più, consulta i documenti della guida Eventi unici.

Test di transizione - Privato

  • Metrica ga:uniqueEventsTemporary: il numero di eventi unici. Questa sarà la nuova definizione di ga:uniqueEvents. Puoi utilizzare questa metrica per comprendere la nuova definizione prima della modifica. Tieni presente che questa metrica è privata e non verrà visualizzata nella sezione Riferimento dimensioni e metriche.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Compatibilità con iOS 10 e correzioni di bug.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Correzioni degli arresti anomali.

Questa versione aggiunge nuove dimensioni e metriche all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

DoubleClick Bid Manager

  • Dimensione - ga:dbmClickAdvertiser: nome dell'inserzionista DBM del clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmClickAdvertiserId: ID inserzionista DBM del clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmClickCreativeId: ID creatività DBM del clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmClickExchange: nome della piattaforma di scambio DBM del clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmClickExchangeId: ID piattaforma di scambio DBM del clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmClickInsertionOrder: nome dell'ordine di inserzione DBM del clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmClickInsertionOrderId - ID ordine di inserzione del clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmClickLineItem: nome dell'elemento pubblicitario DBM del clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmClickLineItemId: ID dell'elemento pubblicitario DBM del clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmClickSite: nome del sito DBM in cui è stata mostrata la creatività DBM su cui è stato fatto clic per il clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmClickSiteId: ID sito DBM in cui è stata mostrata la creatività DBM su cui è stato fatto clic per il clic DBM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventAdvertiser: nome dell'inserzionista DBM dell'ultimo evento DBM (impressione o clic nella finestra temporale di DBM) associato alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventAdvertiserId: ID inserzionista DBM dell'ultimo evento DBM (impressione o clic nella finestra temporale di DBM) associato alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventCreativeId: ID creatività DBM dell'ultimo evento DBM (impressione o clic nella finestra temporale di DBM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventExchange: nome della piattaforma di scambio DBM dell'ultimo evento DBM (impressione o clic nella finestra temporale di DBM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventExchangeId: ID piattaforma di scambio di DBM dell'ultimo evento DBM (impressione o clic nella finestra temporale di DBM) associato alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventInsertionOrder: nome dell'ordine di inserzione DBM dell'ultimo evento DBM (impressione o clic nella finestra temporale di DBM) associato alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventInsertionOrderId: ID ordine di inserzione dell'ultimo evento DBM (un'impressione o un clic nella finestra temporale di DBM) associato alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventLineItem: nome dell'elemento pubblicitario DBM dell'ultimo evento DBM (impressione o clic nella finestra temporale di DBM) associato alla sessione Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventLineItemId: ID elemento pubblicitario DBM dell'ultimo evento DBM (impressione o clic nella finestra temporale di DBM) associato alla sessione Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventSite: nome del sito DBM in cui è stata mostrata la creatività DBM su cui è stato fatto clic per l'ultimo evento DBM (impressione o clic all'interno della finestra temporale di DBM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dbmLastEventSiteId: ID del sito in cui la creatività DBM è stata mostrata e ha fatto clic per l'ultimo evento DBM (impressione o clic nella finestra temporale di DBM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Metrica - ga:dbmCPA - eCPA entrate per DBM (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Metrica - ga:dbmCPC - CPCO entrate per DBM (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Metrica - ga:dbmCPM - eCPM delle entrate di DBM (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Metrica - ga:dbmCTR - CTR DBM (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Metrica ga:dbmClicks - Clic totali DBM (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Metrica ga:dbmConversions - Conversioni totali DBM (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Metrica ga:dbmCost - Costo DBM (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Metrica ga:dbmImpressions - Impressioni totali DBM (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Metrica ga:dbmROAS - ROAS DBM (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DBM).
  • Dimensione - ga:dsAdGroup - Gruppo di annunci DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsAdGroupId - ID gruppo di annunci DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsAdvertiser - Inserzionista DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsAdvertiserId - ID inserzionista DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsAgency - Agenzia DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsAgencyId - ID agenzia DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsCampaign - Campagna DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsCampaignId - ID campagna DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsEngineAccount - Account motore DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsEngineAccountId - ID account motore DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsKeyword - Parola chiave DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • Dimensione - ga:dsKeywordId - ID parola chiave DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • ga:dsCPC - Costo DS per inserzionista per clic (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • ga:dsCTR: percentuale di clic di DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • ga:dsClicks - Clic DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • ga:dsCost - Costo di DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • ga:dsImpressions - Impressioni di DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • ga:dsProfit: DS Profie (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • ga:dsReturnOnAdSpend: ritorno sulla spesa pubblicitaria di DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).
  • ga:dsRevenuePerClick - Entrate per clic di DS (solo Analytics 360, richiede l'integrazione con DS).

Valute

Questa è una release di correzione di bug, che risolve un problema a causa del quale un sottoinsieme di valute era supportato nell'interfaccia web di Analytics, ma non nell'API. Questa versione supporta le seguenti valute:

  • UAH, AED, BOB, CLP, COP, EGP, HRK, ILS, MAD, MYR, PEN, PKR, RON, RSD, SAR, SGD, VEF, LVL

Per ulteriori informazioni, consulta: Riferimento visualizzazioni (profili). - L'articolo del Centro assistenza Riferimento valuta.

Questa versione aggiunge i segmenti di pubblico per il remarketing all'API di gestione.

Segmenti di pubblico per il remarketing

L'API di gestione ti consente di create, get, list, update e patch segmenti di pubblico per il remarketing per una proprietà Google Analytics. Per scoprire di più sul funzionamento dei segmenti di pubblico per il remarketing, consulta l'articolo del Centro assistenza Informazioni sui segmenti di pubblico per il remarketing in Analytics.

Questa versione aggiunge una nuova dimensione all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

ID transazione

  • size - mcf:transactionId - L'ID transazione, fornito dal metodo di monitoraggio e-commerce, per l'acquisto nel carrello degli acquisti.

Questa versione aggiunge una nuova dimensione all'API. Questa versione aggiunge anche alcune restrizioni sulla combinazione di dimensioni che possono essere query insieme. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Rete geografica

  • Dimensione - ga:continentId - ID continente degli utenti, recuperata dagli indirizzi IP o dagli ID geografici degli utenti.

Restrizioni

Le seguenti dimensioni nei gruppi seguenti non possono essere interrogate con dimensioni negli altri gruppi:

  • Visita il gruppo di informazioni su Shopping
    • ga:checkoutOptions
    • ga:shoppingStage
  • Gruppo sperimentale GWO
    • ga:experimentVariant
    • ga:experimentId
  • Gruppo di interesse
    • ga:interestOtherCategory
  • Gruppo di interesse in-market
    • ga:interestInMarketCategory
  • Gruppo di promozione interna:
    • ga:internalPromotionCreative
    • ga:internalPromotionId
    • ga:internalPromotionName
    • ga:internalPromotionPosition
  • Gruppo di interesse per il branding:
    • ga:interestAffinityCategory

Questa versione introduce nuovi limiti e quote. Per informazioni dettagliate, consulta la documentazione Limiti e quote.

Segnalazione di errori

Questa release inizierà ad applicare limiti per le richieste di report non riuscite (5XX).

  • 10 richieste non riuscite per progetto all'ora per profilo.
  • 50 richieste non riuscite al progetto per profilo al giorno.

Limiti di pivot

Questa release inizia ad applicare limiti alle richieste pivot:

  • Una richiesta di report può ora avere massimo 2 pivot.
  • Un pivot può avere un massimo di 4 dimensioni.
  • Le dimensioni pivot fanno parte della limitazione sul numero totale di dimensioni consentite nella richiesta.
  • Le metriche del pivot fanno parte della limitazione sul numero totale di metriche consentite nella richiesta.

Questa versione aggiunge nuove dimensioni e metriche all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Rete geografica

  • Dimensione - ga:metroId: il codice DMA (Designated Market Area) a tre cifre da cui è arrivato il traffico, recuperato dagli indirizzi IP o dagli ID geografici degli utenti.

DoubleClick for Publishers

  • Metrica ga:dfpImpressions - Viene registrata un'impressione dell'annuncio DFP ogni volta che un singolo annuncio viene mostrato sul sito web. Ad esempio, se una pagina con due unità pubblicitarie viene visualizzata una volta, vengono registrate due impressioni (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:dfpCoverage - Copertura: la percentuale di richieste di annunci che hanno restituito almeno un annuncio. In genere, la copertura può aiutare a identificare i siti in cui l'account DFP non è in grado di fornire annunci mirati. (Impressioni dell'annuncio / Richieste di annunci totali) * 100 (Collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:dfpMonetizedPageviews - Misura il numero totale di visualizzazioni di pagina sulla proprietà che sono state mostrate con un annuncio nell'account DFP collegato. Tieni presente che una singola pagina può avere più unità pubblicitarie (collegamento a DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica - ga:dfpImpressionsPerSession: il rapporto tra le impressioni dell'annuncio DFP e le sessioni di Analytics (Impressioni dell'annuncio / Sessioni di Analytics) (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:dfpViewableImpressionsPercent - La percentuale di impressioni dell'annuncio visibili. Un'impressione è considerata visibile quando viene visualizzata nei browser degli utenti e ha la possibilità di essere vista (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:dfpClicks - Il numero di clic effettuati sugli annunci DFP sul sito (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:dfpCTR - La percentuale di visualizzazioni di pagina che ha generato un clic su un annuncio DFP (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica - ga:dfpRevenue - Le entrate DFP sono una stima delle entrate pubblicitarie totali basate sulle impressioni pubblicate (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:dfpRevenuePer1000Sessions - Entrate totali stimate generate dagli annunci DFP per 1000 sessioni di Analytics. Tieni presente che questa metrica si basa sulle sessioni al sito, non sulle impressioni degli annunci (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:dfpECPM - Il costo per mille visualizzazioni di pagina effettivo. Rappresenta le entrate DFP per 1000 visualizzazioni di pagina (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:backfillImpressions - Impressioni di backfill è la somma di tutte le impressioni dell'annuncio AdSense o Ad Exchange pubblicate come backfill tramite DFP. Viene registrata un'impressione dell'annuncio ogni volta che un singolo annuncio viene mostrato sul sito web. Ad esempio, se una pagina con due unità pubblicitarie viene visualizzata una volta, vengono registrate due impressioni (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:backfillCoverage - Copertura di backfill è la percentuale di richieste di annunci di backfill che hanno restituito almeno un annuncio. In genere, la copertura può aiutare a identificare i siti in cui l'account publisher non è in grado di fornire annunci mirati. (Impressioni dell'annuncio/Totale richieste di annunci) * 100. Se sia AdSense sia Ad Exchange forniscono annunci di backfill, questa metrica rappresenta la media ponderata dei due account di backfill (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:backfillMonetizedPageviews: misura il numero totale di visualizzazioni di pagina nella proprietà che sono state pubblicate con almeno un annuncio degli account di backfill collegati. Tieni presente che una singola visualizzazione di pagina monetizzata può includere più impressioni dell'annuncio (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:backfillImpressionsPerSession: il rapporto tra le impressioni dell'annuncio di backfill e le sessioni di Analytics (Impressioni dell'annuncio/Sessioni di Analytics). Se AdSense e Ad Exchange pubblicano annunci backfill, questa metrica è la somma dei due account backfill (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:backfillViewableImpressionsPercent - La percentuale di impressioni dell'annuncio backfill che erano visibili. Un'impressione è considerata visibile quando è stata visualizzata nei browser degli utenti e ha avuto l'opportunità di essere vista. Se AdSense e Ad Exchange forniscono entrambi annunci backfill, questa metrica indica la media ponderata dei due account backfill (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:backfillClicks: il numero di volte in cui è stato fatto clic sugli annunci backfill sul sito. Se AdSense e Ad Exchange forniscono entrambi annunci backfill, questa metrica è la somma dei due account backfill (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:backfillCTR: la percentuale di impressioni di backfill che hanno generato un clic su un annuncio. Se AdSense e Ad Exchange forniscono entrambi annunci backfill, questa metrica indica la media ponderata dei due account backfill (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:backfillRevenue - Le entrate stimate totali provenienti dagli annunci di backfill. Se AdSense e Ad Exchange forniscono entrambi annunci backfill, questa metrica è la somma dei due account backfill (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:backfillRevenuePer1000Sessions - Le entrate stimate totali provenienti dagli annunci di backfill per 1000 sessioni di Analytics. Tieni presente che questa metrica si basa sulle sessioni al sito e non sulle impressioni degli annunci. Se AdSense e Ad Exchange pubblicano annunci backfill, questa metrica è la somma dei due account backfill (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."
  • Metrica ga:backfillECPM - Il costo per mille visualizzazioni di pagina effettivo. Rappresenta le entrate di backfill di DFP per 1000 visualizzazioni di pagina. Se AdSense e Ad Exchange pubblicano annunci backfill, questa metrica è la somma dei due account backfill (collegamento DFP attivato e Nascondi entrate DFP non abilitate)."

Questa è una release di correzione di bug, che risolve un problema relativo ai segmenti e al campionamento.

Segmenti

Questa release risolve un problema che comporterebbe la sottostima di un sottoinsieme di richieste con il segmento Tutti gli utenti (gaid::-1) nell'API di reporting principale V3 e la suddivisione in due segmenti nell'API di reporting di Analytics V4.

Campionamento

Questa release risolve un problema per cui un sottoinsieme di richieste da tabelle personalizzate restituiva dati campionati.

Questa è una release di correzione di bug, che risolve un problema quando si effettuano richieste di coorte V4 dell'API di reporting di Analytics.

Richieste di coorte

Le richieste relative alla coorte possono ora richiedere tutte le dimensioni della coorte; in precedenza l'API restituirà un errore quando richiedono le dimensioni ga:acquisition....

LTV richieste di lifetime value

Tieni presente che le richieste di lifetime value possono generare report sul lifetime value solo per le visualizzazioni app.

In questa release è stato aggiunto un nuovo attributo addedInApiVersion.

Aggiunta in versione API

  • addedInApiVersion è un attributo numerico che può essere utilizzato per verificare se una colonna può essere utilizzata in un'API di reporting di una versione specificata; per i dettagli, consulta la API dei metadati - Guida per gli sviluppatori.

Questa versione annuncia una nuova versione dell'API, l'API di reporting di Analytics V4. Questa nuova API è il metodo programmatico più avanzato per accedere ai dati dei report in Google Analytics.

Caratteristiche principali

Google Analytics si basa su una potente infrastruttura di report sui dati. L'API fornisce agli sviluppatori la potenza della piattaforma Google Analytics. Di seguito sono riportate alcune delle funzionalità principali dell'API Analytics Reporting V4:

  • Espressioni metriche: l'API consente di richiedere non solo le metriche integrate, ma anche le espressioni delle metriche matematiche. Ad esempio, i completamenti obiettivo per numero di sessioni possono essere espressi nella richiesta come ga:goal1completions/ga:sessions.
  • Più intervalli di date: supporto per la richiesta di due intervalli di date, che consente di confrontare i dati per due periodi in una singola richiesta.
  • Coorti e lifetime value: l'API utilizza un ricco vocabolario per richiedere report sul coorte e sul lifetime value.
  • Segmenti multipli: ora puoi richiedere più segmenti in un'unica richiesta.

Per iniziare

Consulta la documentazione per gli sviluppatori per tutti i dettagli su come iniziare a utilizzare l'API.

Criteri per le quote

L'API Analytics Reporting V4 ha le proprie quote e limiti; poiché si tratta di una nuova API, tali limiti e quote sono soggetti a modifiche.

Migrazione

Oltre alla guida alla migrazione, abbiamo anche messo a disposizione di Github una libreria di compatibilità Python.

Dimensioni e metriche

Questa versione aggiunge anche un insieme di dimensioni e metriche specifiche per l'API V4 di Analytics Reporting. Consulta lo strumento Esplorazione dimensioni e metriche per consultare le definizioni complete dell'elenco.

  • Dimensione - ga:cohort: il nome della coorte a cui appartiene un utente in base alla definizione delle coorti. A seconda di come vengono definite le coorti, un utente può appartenere a più coorti, in modo simile a come un utente può appartenere a più segmenti.

  • Dimensione - ga:cohortNthDay - offset giornaliero basato su 0 rispetto alla data di definizione della coorte. Ad esempio, se una coorte viene definita con la data della prima visita come 01-09-2015, per la data 04-09-2015 il valore di ga:cohortNthDay sarà 3.

  • ga:cohortNthMonth: offset mensile basato su 0 rispetto alla data di definizione della coorte.

  • Dimensione - ga:cohortNthWeek - Offset settimana basato su 0 rispetto alla data di definizione della coorte.

  • Dimensione - ga:acquisitionTrafficChannel: canale di traffico attraverso il quale l'utente è stato acquisito. Viene estratto dalla prima sessione dell'utente. Il canale di traffico viene calcolato in base alle regole di raggruppamento dei canali predefinite (a livello di vista, se disponibili) al momento dell'acquisizione dell'utente.

  • Dimensione - ga:acquisitionSource: l'origine con cui l'utente è stato acquisito. Derivato dalla prima sessione dell'utente.

  • Dimensione - ga:acquisitionMedium: il mezzo tramite il quale l'utente è stato acquisito. Derivato dalla prima sessione dell'utente.

  • Dimensione - ga:acquisitionSourceMedium: il valore combinato di ga:userAcquisitionSource e ga:AcquisitionMedium.

  • Dimensione: ga:acquisitionCampaign la campagna tramite la quale l'utente è stato acquisito. Derivato dalla prima sessione dell'utente.

  • Metrica ga:cohortActiveUsers - Questa metrica è pertinente nel contesto delle dimensioni di offset basate su 0 (ga:cohortNthDay, ga:cohortNthWeek o ga:cohortNthMonth). Indica il numero di utenti nella coorte attivi nella finestra temporale corrispondente al giorno/settimana/mese della coorte. Ad esempio, per ga:cohortNthWeek = 1, il numero di utenti (nella coorte) attivi nella seconda settimana. Se una richiesta non ha ga:cohortNthDay, ga:cohortNthWeek o ga:cohortNthMonth, questa metrica avrà lo stesso valore di ga:cohortTotalUsers.

  • Metrica ga:cohortTotalUsers - Numero di utenti appartenenti alla coorte, nota anche come dimensione coorte.

  • Metrica ga:cohortAppviewsPerUser - Visualizzazioni di app per utente per una coorte.

  • Metrica ga:cohortGoalCompletionsPerUser - Completamenti obiettivo per utente per una coorte.

  • Metrica ga:cohortPageviewsPerUser - Visualizzazioni di pagina per utente per una coorte.

  • Metrica ga:cohortRetentionRate - Tasso di fidelizzazione della coorte.

  • Metrica ga:cohortRevenuePerUser - Entrate per utente per una coorte.

  • Metrica ga:cohortVisitDurationPerUser - Durata della sessione per utente per una coorte.

  • Metrica ga:cohortSessionsPerUser - Sessioni per utente per una coorte.

  • Metrica ga:cohortTotalUsersWithLifetimeCriteria. È pertinente nel contesto di una richiesta che ha le dimensioni ga:acquisitionTrafficChannel, ga:acquisitionSource, ga:acquisitionMedium o ga:acquisitionCampaign. e rappresenta il numero di utenti delle coorti che vengono acquisiti attraverso il canale, la sorgente, il mezzo o la campagna corrente. Ad esempio, per ga:acquisitionTrafficChannel=Direct rappresenta il numero di utenti della coorte che sono stati acquisiti direttamente. Se non è presente nessuna delle dimensioni citate, il suo valore è uguale a ga:cohortTotalUsers.

  • Metrica ga:cohortAppviewsPerUserWithLifetimeCriteria - Visualizzazioni di app per utente per la dimensione di acquisizione per una coorte.

  • Metrica ga:cohortGoalCompletionsPerUserWithLifetimeCriteria - Completamenti obiettivo per utente per la dimensione acquisizione per una coorte.

  • Metrica ga:cohortPageviewsPerUserWithLifetimeCriteria - Visualizzazioni di pagina per utente per la dimensione Acquisizione per una coorte.

  • Metrica ga:cohortRevenuePerUserWithLifetimeCriteria - Entrate per utente per la dimensione Acquisizione per una coorte.

  • Metrica ga:cohortSessionsPerUserWithLifetimeCriteria - Durata della sessione per utente per la dimensione acquisizione per una coorte.

Le dimensioni e le metriche di Social Data Hub sono state ritirate e verranno creati report solo sui dati storici a partire dal 30 aprile 2016; dopo questa data non verranno mostrati nuovi dati. Secondo le norme sul ritiro dei dati, queste dimensioni e metriche verranno rimosse dopo il 30 settembre 2016.

Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Attività social

Queste dimensioni e metriche sono state ritirate e verranno rimosse dopo il 30 settembre 2016. Per informazioni dettagliate sulla rimozione dei dati, consulta le Norme sul ritiro dei dati:

  • Dimensione - ga:socialActivityEndorsingUrl: per un'attività hub dati social, questo è l'URL dell'attività sociale (ad es. URL del post di Google+, URL del commento del blog e così via).
  • Dimensione - ga:socialActivityDisplayName: per un'attività di hub di dati social, questo è il titolo dell'attività social pubblicata dagli utenti di social network.
  • Dimensione - ga:socialActivityPost: per un'attività di social data hub, i contenuti dell'attività social (ad es. i contenuti di un messaggio pubblicato su Google+) pubblicati dagli utenti di social network.
  • Dimensione - ga:socialActivityTimestamp: per un'attività hub dati social, questo è il momento in cui l'attività sociale si è verificata sul social network.
  • Dimensione - ga:socialActivityUserHandle: per un'attività hub dati social, si tratta dell'handle dei social network (ad es. nome o ID) degli utenti che hanno avviato l'attività social."
  • Dimensione - ga:socialActivityUserPhotoUrl - Per un'attività hub dati social, questo è l'URL della foto associata ai profili dei social network degli utenti."
  • Dimensione - ga:socialActivityUserProfileUrl: per un'attività hub dati social, questo è l'URL dei profili dei social network degli utenti associati.
  • Dimensione - ga:socialActivityTagsSummary: per un'attività hub dati social, si tratta di un insieme di tag separati da virgole associati all'attività social."
  • Dimensione - ga:socialActivityAction: per un'attività hub dati social, rappresenta il tipo di azione sociale (ad es. voto, commento, +1, ecc.) associata all'attività.
  • Dimensione - ga:socialActivityNetworkAction: per un'attività hub dati social, questo è il tipo di azione sociale e il social network da cui ha avuto origine l'attività.
  • Dimensione - ga:socialActivityContentUrl: per un'attività hub dati social, è l'URL condiviso dagli utenti dei social network associati.
  • Metrica ga:socialActivities - Numero totale di attività in cui un URL di contenuti è stato condiviso o menzionato su una rete partner di hub di dati social.

Questa versione aggiunge una nuova dimensione all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Piattaforma o dispositivo

  • Dimensione - ga:browserSize: la dimensione dell'area visibile dei browser degli utenti. La dimensione del browser è una dimensione basata sulle sessioni che acquisisce le dimensioni iniziali dell'area visibile in pixel e ha il formato di larghezza X altezza. Ad esempio, 1920 x 960.

Report non campionati

L'API dei report non campionati non ha più un limite di 100 report al giorno. L'API utilizza lo stesso sistema di token per proprietà, al giorno di quando crei un report non campionato tramite l'interfaccia web.

Report non campionati

I report non campionati che non sono accessibili all'utente corrente non avranno più un link di download all'interno del messaggio di risposta dell'API di gestione. Questo comportamento è ora coerente con la funzionalità della dashboard dell'interfaccia utente in cui solo i proprietari dei report possono visualizzare il link di download per il documento generato.

Visualizzazioni (profili)

Questa release aggiunge la proprietà botFilteringEnabled alla risorsa vista (profilo). Questa proprietà indica se il filtro bot è attivato per una vista (profilo). Per informazioni dettagliate, vedi la documentazione di riferimento per i profili (profili).

Report non campionati

In questa release è stato aggiunto il metodo delete ai report non campionati. Per informazioni dettagliate, consulta la documentazione di riferimento sull'eliminazione dei report non campionati.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Nessuna modifica.

Google Tag Manager

  • Risolto un problema che causava un arresto anomalo durante il test delle unità.

Segmenti

Questa è una release di correzione di bug. Questa release risolve un problema che causava la visualizzazione errata dei segmenti con valori di valuta nella definizione del metodo di elenco dei segmenti.

In questa release è stato aggiunto un nuovo parametro all'API.

Includi righe vuote

  • In questa release è aggiunto il nuovo parametro facoltativo include-empty-rows, che quando è impostato su false righe senza dati verrà omesso dalla risposta. Il valore predefinito è true, che non rappresenta una modifica irreversibile, e come tale non deve richiedere un aggiornamento del codice. Per informazioni dettagliate, consulta la documentazione di riferimento dell'API di reporting principale.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Aggiunto il supporto del bitcode.

Google Tag Manager

  • Aggiunto il supporto del bitcode.

Questa versione aggiunge nuove metriche all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Utente

  • Metrica ga:1dayUsers - Numero totale di utenti attivi in 1 giorno per ogni giorno nel periodo di tempo richiesto. Per eseguire questa query è necessario specificare almeno una dimensione ga:nthDay, ga:date o ga:day. Per la data specificata, il valore restituito corrisponderà al totale di utenti unici per il periodo di 1 giorno che termina alla data specificata.
  • Metrica ga:7dayUsers - Numero totale di utenti attivi in 7 giorni per ogni giorno nel periodo di tempo richiesto. Per eseguire questa query è necessario specificare almeno una dimensione ga:nthDay, ga:date o ga:day. Per la data specificata, il valore restituito corrisponderà agli utenti unici totali per il periodo di sette giorni che termina la data specificata.
  • Metrica ga:14dayUsers: numero totale di utenti attivi in 14 giorni per ogni giorno nel periodo di tempo richiesto. Per eseguire questa query è necessario specificare almeno una dimensione ga:nthDay, ga:date o ga:day. Per la data specificata, il valore restituito corrisponde agli utenti unici totali per il periodo di 14 giorni che termina in tale data.
  • Metrica ga:30dayUsers - Numero totale di utenti attivi in 30 giorni per ogni giorno del periodo di tempo richiesto. Per eseguire questa query è necessario specificare almeno una dimensione ga:nthDay, ga:date o ga:day. Per la data specificata, il valore restituito corrisponde agli utenti unici totali per il periodo di 30 giorni che termina nella data specificata.

Segmenti

Questa è una release di correzione di bug. In questa versione è stato risolto un problema che causava la risposta di errore 500 agli utenti con segmenti privati bloccati in più viste (profili) quando chiamavano il metodo di elenco dei segmenti.

Questa versione aggiunge nuove metriche all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

DoubleClick Ad Exchange (AdX)

  • Metrica ga:adxCTR: la percentuale di visualizzazioni di pagina che hanno generato un clic su un annuncio AdX.
  • Metrica ga:adxClicks: il numero di clic ricevuti dagli annunci AdX sul sito.
  • Metrica ga:adxCoverage - Copertura: la percentuale di richieste di annunci che hanno restituito almeno un annuncio. In genere, la copertura può aiutarti a identificare i siti in cui il tuo account AdX non è in grado di fornire annunci mirati. (Impressioni dell'annuncio / Richieste di annunci totali) * 100
  • Metrica ga:adxECPM - Il costo per mille visualizzazioni di pagina effettivo. Rappresenta le entrate AdX per 1000 visualizzazioni di pagina.
  • Metrica ga:adxImpressions - Viene registrata un'impressione dell'annuncio AdX ogni volta che un singolo annuncio viene mostrato sul sito web. Ad esempio, se una pagina con due unità pubblicitarie viene visualizzata una volta, vengono registrate due impressioni.
  • Metrica ga:adxImpressionsPerSession: il rapporto tra impressioni dell'annuncio AdX e sessioni di Analytics (impressioni dell'annuncio / sessioni di Analytics).
  • Metrica ga:adxMonetizedPageviews - Le visualizzazioni di pagina monetizzate misurano il numero totale di visualizzazioni di pagina sulla tua proprietà che sono state mostrate con un annuncio del tuo account AdX collegato. Nota: una singola pagina può avere più unità pubblicitarie.
  • Metrica ga:adxRevenue - Le entrate stimate totali provenienti dagli annunci AdX.
  • Metrica ga:adxRevenuePer1000Sessions - Le entrate stimate totali provenienti dagli annunci AdX per 1000 sessioni di Analytics. Tieni presente che questa metrica si basa sulle sessioni sul tuo sito e non sulle impressioni dell'annuncio.
  • Metrica ga:adxViewableImpressionsPercent - La percentuale di impressioni dell'annuncio visibili. Un'impressione viene considerata visibile quando è stata visualizzata nel browser di un utente e ha avuto l'opportunità di essere vista.

Questa versione aggiunge un parametro aggiuntivo all'URL dei TdS dell'API di provisioning:

  • L'aggiunta del parametro URL provisioningSignup=false risolve un problema che si verifica durante il provisioning di un account Google Analytics per un utente senza alcun account Google Analytics. Gli sviluppatori devono aggiornare il proprio codice per aggiungere questo parametro all'URL dei TdS.

Raggruppamento

Con questa versione, oltre al supporto in batch generale, abbiamo aggiunto un supporto speciale per l'API User Permissions. Le richieste di autorizzazioni dell'utente in batch avranno un impatto significativo sulle prestazioni e una riduzione dell'utilizzo della quota.

Visualizzazioni (profili)

Con questa release, la proprietà View (Profile) currency ora sarà impostata su USD se non viene impostata durante un'operazione insert. Anche le operazioni get e list restituiranno USD per le viste (profili) create in precedenza senza una proprietà currency.

Le release o le metriche esistenti vengono ritirate. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Dimensioni deprecate

Queste dimensioni sono state ritirate. Per informazioni dettagliate sulla rimozione dei dati, consulta le Norme sul ritiro dei dati:

  • Dimensione - ga:adSlotPosition - utilizza ga:adSlot.
  • Dimensione - ga:nextPagePath - utilizza ga:pagePath.
  • Dimensione - ga:nextContentGroupXX - utilizza ga:contentGroupXX.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Risolto un problema che causava arresti anomali durante l'utilizzo di setCampaignParametersFromUrl. Problema 636.

Google Tag Manager

  • Nessuna modifica.

Filtri

Questa release segna la rimozione finale dei campi dei filtri obsoleti IS_MOBILE e IS_TABLET, che dovrebbero essere sostituiti con DEVICE_CATEGORY=mobile e DEVICE_CATEGORY=tablet. Le richieste di inserimento, aggiornamento e patch che impostano i campi filtro per utilizzare IS_MOBILE e IS_TABLET restituiranno un errore.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Nessuna modifica.

Google Tag Manager

  • Risolto un conflitto tra il nome di un corso. Problema 631.

Questa versione aggiunge una nuova dimensione all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle dimensioni.

AdWords

  • Dimensione - ga:adQueryWordCount: il numero di parole nella query di ricerca.

Filtri

In questa versione è supportato l'utilizzo di una dimensione personalizzata per un campo filtro mediante l'aggiunta di una proprietà fieldIndex a tutte le sezioni dei dettagli del filtro. Ad esempio, ora è possibile impostare l'espressione di filtro con "field": "CUSTOM_DIMENSION" e "fieldIndex": "1" affinché il filtro funzioni sulla prima dimensione personalizzata.

Obiettivi

Questa release risolve anche un problema se la creazione di un obiettivo con "comparisonValue": "0" non riusciva.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Aggiunto il supporto per l'invio in background su dispositivi non Google Play.
  • Strumento di log/log log di Analytics obsoleto. Analytics utilizza ora il logging di Android. Per abilitare il logging del debug, esegui adb shell setprop log.tag.GAv4 DEBUG.
  • Rifactoring per migliorare la pubblicazione dei dati e installare l'attribuzione della campagna.
  • Il bug di analisi della campagna è stato corretto. Problema 596.
  • Le eccezioni per le app non gestite durante i primi secondi dell'inizializzazione di Analytics vengono riportate correttamente. Problema 443.

Google Tag Manager

  • Nessuna modifica.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Segnala la risoluzione dello schermo utilizzando nativeBounds su iOS 8.0 e versioni successive. In questo modo, puoi risolvere il Problema 504.
  • Aggiunto il supporto per i parametri delle campagne correlate ai clic.
  • Includi il modello di hardware iOS oltre alla versione del sistema operativo del dispositivo. In questo modo, puoi risolvere il Problema 408.
  • Segnala l'attribuzione dell'installazione di iAd su iOS 7.1 e versioni successive. Ciò richiede il framework iAd.
  • È stato aggiunto l'avviso sul ritiro per il tipo di hit visualizzazione di app.
  • square è ora una libreria obbligatoria.

Google Tag Manager

  • Risolto un arresto anomalo della stringa nil in TAGDispatcher.

In questa release è stato aggiunto un nuovo campo. Consulta la documentazione sui campi per l'elenco completo dei campi.

Trasporto

  • Il campo transport ti consente di impostare il meccanismo con cui verranno inviati gli hit.

Altri cambiamenti

  • L'opzione useBeacon è deprecata.
  • Correzioni di bug

Questa release segna il ritiro finale e la rimozione della risorsa dailyUpload. La risorsa dailyUpload è stata ufficialmente ritirata il 20 giugno 2014; tutte le importazioni dei dati di costo devono essere eseguite utilizzando la risorsa caricamenti.

Questa versione aggiunge nuove dimensioni all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle dimensioni.

Piattaforma o dispositivo

  • Dimensione - ga:dataSource: l'origine dati di un hit. Gli hit inviati da ga.js e analytics.js vengono registrati come "web"; gli hit inviati dagli SDK per dispositivi mobili vengono registrati come "app". Questi valori possono essere sostituiti.
  • Dimensione - ga:searchAfterDestinationPage: la pagina visitata dall'utente dopo aver eseguito una ricerca interna sul tuo sito.

Questa è una release di correzione di bug:

  • Questa versione risolve un problema di applicazione dei vincoli di filtro nella query dell'API Real Time Reporting. Le richieste con rt:activeUsers e un filtro per una dimensione a livello di evento genererebbero un errore con il motivo badRequest e un messaggio che indica OR operator not supported for a hit level filter. Per ulteriori dettagli sui vincoli delle query, consulta la Real Time Reporting API Developer Guide.

In questa release è stato aggiunto un nuovo parametro hit. Consulta la sezione Riferimento parametri per l'elenco completo dei parametri.

Origine dati

  • Il parametro ds Origine dati consente di impostare l'origine dati di un hit.

In questa release è stato aggiunto un nuovo campo. Consulta la documentazione sui campi per l'elenco completo dei campi.

Origine dati

  • Il campo Origine dati consente di impostare l'origine dei dati di un hit.

In questa release è stato aggiunto un nuovo parametro hit. Consulta la sezione Riferimento parametri per l'elenco completo dei parametri.

Override geografico

  • L'override geografico di geoid consente di impostare esplicitamente la posizione geografica dell'utente.

Questa versione aggiunge due nuove raccolte all'API di gestione, alle dimensioni e alle metriche personalizzate.

Dimensioni e metriche personalizzate

Ora è possibile creare, elencare, ottenere, applicare patch e aggiornare dimensioni e metriche personalizzate con l'API di gestione.

Questa versione aggiunge nuove dimensioni e metriche all'API e ritira due metriche esistenti. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

E-commerce

  • Metrica ga:transactionsPerUser: il numero totale di transazioni diviso per il numero totale di utenti.
  • Metrica ga:revenuePerUser - Le entrate totali della vendita fornite nella transazione escluse spese di spedizione e imposte divise per il numero totale degli utenti.

Utente

  • Metrica ga:sessionsPerUser - Il numero totale di sessioni diviso per il numero totale degli utenti.

Rete geografica

  • Dimensione - ga:cityId: gli ID città degli utenti, derivanti da indirizzi IP o ID geografici.
  • Dimensione - ga:countryIsoCode: il codice ISO del paese degli utenti, recuperato da indirizzi IP o ID geografici. I valori sono indicati come codice alpha-2 nel formato ISO-3166-1.
  • Dimensione - ga:regionId: l'ID regione degli utenti, recuperato dagli indirizzi IP o dagli ID geografici. Negli Stati Uniti, una regione corrisponde a uno stato, ad esempio New York.
  • Dimensione - ga:regionIsoCode: il codice ISO dell'area geografica degli utenti, recuperato da indirizzi IP o ID geografici. I valori sono indicati come codice ISO-3166-2.
  • Dimensione - ga:subContinentCode: il codice sub-continente degli utenti, recuperato da indirizzi IP o ID geografici. Ad esempio, Polinesia o Nord Europa. I valori sono indicati come codice UN M.49.

DoubleClick Campaign Manager

  • Metrica - ga:dcmROAS - Ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS) di DCM (solo Premium).

Metriche deprecate

Queste metriche sono state ritirate. Per maggiori dettagli sulla rimozione dei dati, consulta le Norme sul ritiro dei dati: + Metrica ga:dcmROI: utilizza invece ga:dcmROAS. + Metrica ga:dcmMargen - Utilizza invece ga:dcmROAS.

La risposta del metodo list per tutte le raccolte ora include un elenco vuoto per la proprietà items quando la raccolta non contiene risorse. In precedenza, la proprietà items veniva omessa dalla risposta. Consulta la documentazione di riferimento API per informazioni complete sulle query e sulle risposte per i dati di configurazione di Google Analytics.

Questa versione introduce un nuovo ambito per l'API di gestione di Google Analytics. - analytics.manage.users.readonly - Visualizza le autorizzazioni utente di Google Analytics.

È stato aggiunto un nuovo campo DEVICE_CATEGORY filtri e i campi IS_MOBILE e IS_TABLET sono stati ritirati. Utilizza DEVICE_CATEGORY=mobile e DEVICE_CATEGORY=tablet.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Risolto un problema che impediva l'invio di tutti i beacon durante l'invio dei beacon.
  • È stata aggiornata l'applicazione di esempio CuteAnimals per dimostrare come stabilire quando inviare l'app in background.
  • Aggiunto il supporto per altri campi di E-commerce avanzato.
  • Rimossi i messaggi di avviso sulle classi GAIHit e GAIProperty mancanti durante la compilazione sull'SDK iOS 8.0; tali classi sono state rimosse.
  • L'invio di beacon è ora più efficiente, poiché i beacon vengono inviati in un'unica richiesta HTTPS.
  • Le richieste verranno compresse per risparmiare sull'utilizzo del piano dati in determinate circostanze.

Google Tag Manager

  • Ritirare TAGContainerFuture basato su openContainerWithId. L'utilizzo di questa API su iOS8 restituisce errori se il recupero viene richiamato durante alcune fasi del ciclo di vita di UIAppDelegate.
  • Aggiunto il supporto per le metriche e le dimensioni personalizzate all'E-commerce avanzato per il tag Google Universal Analytics.
  • È stato corretto un bug che richiedeva prodotti per le azioni E-commerce avanzato con prodotti facoltativi.
  • Supporta le funzionalità degli ID pubblicità per il tag Google Universal Analytics.
  • Applicazione di esempio CuteAnimals aggiornata per dimostrare come inviare dati quando l'app è in background.

La risorsa Vista (profilo) ora include una proprietà enhancedECommerceTracking che indica se l'e-commerce avanzato è abilitato (true) o disattivato (false).

Questa versione aggiunge una nuova metrica all'API e ritira due metriche esistenti. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

AdWords

  • Metrica ga:ROAS: il ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS) è il totale delle entrate derivanti dalle transazioni e del valore obiettivo diviso per la spesa pubblicitaria derivata.

Dimensioni e metriche deprecate

Queste dimensioni e metriche sono state ritirate. Per maggiori dettagli sulla rimozione dei dati, consulta le Norme sul ritiro dei dati: + Metrica ga:ROI: utilizza invece ga:ROAS. + Metrica ga:margin - Utilizza invece ga:ROAS.

Questa release include una nuova dimensione. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Ora

  • Dimensione - rt:minutesAgo: numero di minuti fa che si è verificato un hit.

Questa versione aggiunge nuove metriche all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

AdSense

  • Metrica ga:adsenseCoverage - La percentuale di richieste di annunci che hanno restituito almeno un annuncio.
  • Metrica ga:adsenseViewableImpressionPercent - La percentuale di impressioni visibili.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Correzione di bug di secondaria importanza.

Google Tag Manager

Questa versione aggiunge nuove dimensioni e metriche all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Percorsi di conversione

  • dimensione - mcf:dcmAd - Nome dell'annuncio DCM dell'evento DCM (impressione o clic) corrispondente alla conversione di Google Analytics.
  • dimensione - mcf:dcmAdPath: il percorso verso la conversione in cui le interazioni sono rappresentate dagli annunci DCM.
  • size - mcf:dcmAdType - Nome del tipo di annuncio DCM dell'evento DCM (impressione o clic) corrispondente alla conversione di Google Analytics.
  • dimensione - mcf:dcmAdvertiser - Nome dell'inserzionista DCM dell'evento DCM (impressione o clic) corrispondente alla conversione di Google Analytics.
  • dimensione - mcf:dcmAdvertiserPath: il percorso verso la conversione in cui le interazioni sono rappresentate dagli inserzionisti DCM.
  • dimensione - mcf:dcmCampaign - Nome della campagna DCM dell'evento (impressione o clic) DCM corrispondente alla conversione di Google Analytics.
  • dimensione - mcf:dcmCampaignPath - il percorso verso la conversione in cui le interazioni sono rappresentate dalle campagne DCM.
  • dimensione - mcf:dcmCreative - Nome della creatività DCM dell'evento (impressione o clic) DCM corrispondente alla conversione di Google Analytics.
  • dimensione - mcf:dcmCreativePath: il percorso verso la conversione in cui le interazioni sono rappresentate dalle creatività DCM.
  • dimensione - mcf:dcmCreativeVersion - Versione della creatività DCM dell'evento di DCM (impressione o clic) corrispondente alla conversione di Google Analytics.
  • dimensione - mcf:dcmCreativeVersionPath - il percorso di conversione in cui le interazioni sono rappresentate dalle versioni della creatività DCM.
  • size - mcf:dcmNetwork - La rete utilizzata.
  • dimensione - mcf:dcmPlacement - Nome del posizionamento del sito DCM dell'evento DCM (impressione o clic) corrispondente alla conversione di Google Analytics.
  • dimensione - mcf:dcmPlacementPath: il percorso di conversione in cui le interazioni sono rappresentate dai posizionamenti DCM.
  • dimensione - mcf:dcmSite - Nome del sito DCM in cui è stata pubblicata la creatività DCM per l'evento (impressione o clic) DCM corrispondente alla conversione di Google Analytics.
  • dimensione - mcf:dcmSitePath - il percorso verso la conversione in cui le interazioni sono rappresentate dai siti DCM.
  • metrica - mcf:firstImpressionConversions - Il numero di conversioni per cui un'impressione della campagna DCM è stata la prima interazione di conversione in una finestra temporale di 30 giorni. Questa dimensione include sia le completamenti obiettivo sia le transazioni.
  • metrica - mcf:firstImpressionValue - Il valore delle conversioni per le quali l'impressione di una campagna DCM è stata la prima interazione di conversione in una finestra temporale di 30 giorni. Questa dimensione include sia le completamenti obiettivo sia le transazioni.
  • metrica - mcf:impressionAssistedConversions - Il numero di conversioni per cui un'impressione della campagna DCM è stata visualizzata nel percorso di conversione, ma non è stata l'interazione finale prima della conversione. Questa dimensione include sia le completamenti obiettivo sia le transazioni.
  • metrica - mcf:impressionAssistedValue - Il valore delle conversioni per le quali una campagna Campaign Manager è stata visualizzata nel percorso di conversione, ma non è stata l'interazione finale prima della conversione. Questa dimensione include sia le completamenti obiettivo sia le transazioni.

Questa versione include l'aggiunta di una nuova metrica relativa alla sessione, una nuova dimensione per le sorgenti di traffico e nuove dimensioni e metriche di DoubleClick Campaign Manager.

Dimensioni e metriche

Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Sessione

  • Metrica ga:hits - Numero totale di hit inviati a Google Analytics. Questa metrica somma tutti i tipi di hit (ad es. visualizzazione di pagina, evento, tempi e così via).

Sorgenti di traffico

  • Dimensione - ga:campaignCode - Quando utilizzi il monitoraggio manuale della campagna, il valore del parametro di monitoraggio della campagna utm_id.

DoubleClick Campaign Manager

  • Dimensione - ga:dcmClickAd - Nome dell'annuncio DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickAdId: ID annuncio DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickAdType - Nome del tipo di annuncio DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickAdTypeId - ID del tipo di annuncio DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickAdvertiser: nome dell'inserzionista DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickAdvertiserId: ID inserzionista DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickCampaign - Nome della campagna DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickCampaignId - ID campagna DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickCreative: nome della creatività DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickCreativeId: ID creatività DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickCreativeType - Nome del tipo di creatività DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickCreativeTypeId - ID del tipo di creatività DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickCreativeVersion: versione della creatività DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickRenderingId - ID del rendering DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickSite: nome del sito in cui è stata mostrata la creatività DCM e su cui è stato fatto clic per il clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickSiteId: ID del sito in cui è stata mostrata la creatività DCM e su cui è stato fatto clic per il clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickSitePlacement - Nome del posizionamento del sito DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickSitePlacementId - ID posizionamento del sito DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmClickSpotId - ID di configurazione Floodlight in DCM del clic DCM corrispondente alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmFloodlightActivity - Nome dell'attività Floodlight DCM associato alla conversione Floodlight (solo premium).
  • Dimensione - ga:dcmFloodlightActivityAndGroup - Nome dell'attività Floodlight DCM e nome del gruppo associato alla conversione Floodlight (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmFloodlightActivityGroup - Nome del gruppo attività Floodlight di DCM associato alla conversione Floodlight (solo premium).
  • Dimensione - ga:dcmFloodlightActivityGroupId - ID del gruppo attività Floodlight DCM associato alla conversione Floodlight (solo premium).
  • Dimensione - ga:dcmFloodlightActivityId - ID attività Floodlight di DCM associata alla conversione Floodlight (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmFloodlightAdvertiserId - ID inserzionista Floodlight in DCM associato alla conversione Floodlight (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmFloodlightSpotId - ID di configurazione Floodlight in DCM associata alla conversione Floodlight (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventAd: nome dell'annuncio DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventAdId: ID annuncio DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventAdType: nome del tipo di annuncio DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventAdTypeId: ID del tipo di annuncio DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventAdvertiser: nome dell'inserzionista DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventAdvertiserId: ID inserzionista DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventAttributionType - I valori possibili sono due (ClickThrough e ViewThrough). Se l'ultimo evento DCM associato alla sessione di Google Analytics è stato un clic, il valore sarà ClickThrough. Se l'ultimo evento DCM associato alla sessione di Google Analytics è stato un'impressione dell'annuncio, il valore sarà ViewThrough (solo premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventCampaign: nome della campagna DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventCampaignId: ID campagna DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventCreative: nome della creatività DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventCreativeId: ID creatività DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventCreativeType: nome del tipo di creatività DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventCreativeTypeId: ID del tipo di creatività DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventCreativeVersion: versione della creatività DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventRenderingId: ID di rendering dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventSite: nome del sito in cui la creatività DCM è stata mostrata e su cui è stato fatto clic per l'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventSiteId: ID del sito in cui la creatività DCM è stata mostrata e ha fatto clic per l'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventSitePlacement: nome del posizionamento del sito DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventSitePlacementId: ID posizionamento del sito DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associato alla sessione Google Analytics (solo Premium).
  • Dimensione - ga:dcmLastEventSpotId - ID di configurazione Floodlight in DCM dell'ultimo evento DCM (impressione o clic nella finestra temporale di DCM) associata alla sessione di Google Analytics (solo Premium).
  • Metrica ga:dcmFloodlightQuantity - Il numero di conversioni Floodlight in DCM (solo Premium).
  • Metrica - dcmFloodlightRevenue - Entrate Floodlight in DCM (solo Premium).

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Nessuna modifica.

Google Tag Manager

  • Il tag E-commerce avanzato è stato aggiunto al tag Google Universal Analytics.
  • Sono stati aggiunti nuovi metodi dispatch e dispatchWithCompletionHandler alla classe TAGManager.

Questa versione include l'aggiunta delle nuove dimensioni e metriche relative al raggruppamento di contenuti.

Dimensioni e metriche

Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Raggruppamento di contenuti

  • Dimensione - ga:landingContentGroupXX: il primo gruppo di contenuti corrispondente nella sessione di un utente.
  • Dimensione - ga:nextContentGroupXX: si riferisce al gruppo di contenuti che è stato visitato dopo un altro gruppo di contenuti.
  • Dimensione - ga:contentGroupXX - Gruppo di contenuti in una proprietà. Un gruppo di contenuti è una raccolta di contenuti che fornisce una struttura logica, che può essere determinata dal codice di monitoraggio, dalla corrispondenza dell'espressione regolare titolo pagina/URL o da regole predefinite.
  • Dimensione - ga:previousContentGroupXX: si riferisce al gruppo di contenuti che è stato visitato prima di un altro gruppo di contenuti.
  • Metrica ga:contentGroupUniqueViewsXX: il numero di pagine diverse (uniche) all'interno di una sessione per il gruppo di contenuti specificato. Per determinare l'unicità, tiene conto sia del parametro pagePath che di pageTitle.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • È stato aggiunto il supporto dell'e-commerce avanzato. Per ulteriori dettagli, consulta la Guida per gli sviluppatori e-commerce avanzato.
  • L'ID cliente ora verrà reimpostato ogni volta che l'ID pubblicità viene modificato.
  • La raccolta degli ID pubblicità è disattivata per impostazione predefinita.
  • Sono state aggiunte API di pubblicità programmatica per i report sulle eccezioni.
  • Correzioni di bug nella documentazione.
  • Correzione di bug di secondaria importanza.

Google Tag Manager

  • Nessuna modifica a Google Tag Manager.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • L'SDK raccoglierà l'IDFA e il flag di monitoraggio dell'inserzionista attivato se la libreria libAdIdAccess.a (fornita come parte dell'SDK) è inclusa nell'applicazione e la proprietà allowIDFACollection è impostata su true sul tracker.
  • È stato aggiunto il supporto dell'E-commerce avanzato.
  • Aggiunto il tipo di hit visualizzazione di schermata per sostituire il tipo di hit visualizzazione di app.
  • A ogni hit viene aggiunto un parametro ID hit. Viene modificato ogni volta che viene generato un hit visualizzazione di app, visualizzazione di schermata o visualizzazione di pagina.
  • ClientId verrà ora reimpostato ogni volta che il valore IDFA cambia. Questo accade solo quando l'IDFA viene raccolto in un tracker.
  • È stato aggiunto un nuovo metodo dispatchWithCompletionHandler alla classe GAI.
  • Risolto un problema per cui l'SDK poteva inviare un beacon senza un clientId o con un clientId vuoto.

Google Tag Manager

  • Nessuna modifica
  • Gli hit che non contengono un ID monitoraggio valido ora vengono ignorati.

Questa release include nuovi tipi di importazione dati e il ritiro della risorsa dailyUpload.

Importazione dati

Per informazioni dettagliate su come utilizzare l'API di gestione per importare i dati nel tuo account Google Analytics, consulta la Guida per gli sviluppatori per l'importazione dei dati.

Caricamenti

  • La risorsa upload ora supporta i seguenti tipi di caricamento:
    • Dati campagna
    • Dati sui contenuti
    • Dati di costo
    • Dati prodotto
    • Dati sul rimborso
    • Dati utente
  • La risorsa upload dispone di un nuovo metodo migrateDataImport per eseguire la migrazione dei dati di costo esistenti customDataSources.

Ritiro dei caricamenti giornalieri

  • La risorsa dailyUpload è deprecata. Per informazioni dettagliate sulla migrazione, utilizza la guida alla migrazione per utilizzare la funzionalità Importazione dati.
  • La risorsa dailyUpload continuerà a funzionare per altri sei mesi, al termine di cui verrà eseguita automaticamente la migrazione di customDataSources rimanenti con proprietà uploadType impostata su analytics#dailyUploads. Queste risorse funzioneranno solo con la risorsa upload.
  • Gli utenti attuali della risorsa dailyUpload devono aggiornare il codice ed eseguire la migrazione per utilizzare la risorsa di caricamento appena possibile.

Questa release include una nuova condizione dateOfSession per i segmenti e l'aggiunta di nuove dimensioni e metriche E-commerce avanzato.

Segmenti

I segmenti ora supportano una nuova condizione dateOfSession, che può limitare un segmento a un gruppo di utenti che hanno avviato una sessione entro un determinato intervallo di date. Per ulteriori dettagli, consulta la Guida per gli sviluppatori dei segmenti.

Dimensioni e metriche

Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni di E-commerce avanzato.

E-commerce avanzato

  • Dimensione - ga:internalPromotionCreative: i contenuti della creatività progettati per una promozione.
  • Dimensione - ga:internalPromotionId: l'ID che stai utilizzando per la promozione.
  • Dimensione - ga:internalPromotionName: il nome della promozione.
  • Dimensione - ga:internalPromotionPosition: la posizione della promozione nella pagina web o nella schermata dell'applicazione.
  • Dimensione - ga:orderCouponCode - Codice per il coupon a livello di ordine.
  • Dimensione - ga:productBrand: il nome del brand con cui il prodotto viene venduto.
  • Dimensione - ga:productCategoryHierarchy: la categoria gerarchica in cui è classificato il prodotto (e-commerce avanzato).
  • Dimensione - ga:productCategoryLevelXX - Livello (1-5) nella gerarchia delle categorie di prodotto, a partire dall'alto.
  • Dimensione - ga:productCouponCode - Codice per il coupon a livello di prodotto.
  • Dimensione - ga:productListName: il nome dell'elenco di prodotti in cui compare il prodotto.
  • Dimensione - ga:productListPosition: la posizione del prodotto nell'elenco dei prodotti.
  • Dimensione - ga:productVariant: la variante specifica di un prodotto, ad esempio XS, S, M, L per la taglia o Rosso, Blu, Verde, Nero per il colore.
  • Dimensione - ga:checkoutOptions - Opzioni utente specificate durante la procedura di pagamento, ad esempio FedEx, DHL, UPS per le opzioni di consegna o Visa, MasterCard, AmEx per le opzioni di pagamento. Questa dimensione deve essere utilizzata insieme a Fase di acquisto.
  • Dimensione - ga:shoppingStage - Varie fasi dell'esperienza di acquisto che gli utenti hanno completato in una sessione, ad esempio PRODUCT_VIEW, ADD_TO_CART, Checkout e così via.
  • Metrica ga:internalPromotionCTR: la frequenza con cui gli utenti hanno fatto clic per visualizzare la promozione interna (numero di clic/numero di volte in cui la promozione è stata visualizzata).
  • Metrica ga:internalPromotionClicks: il numero di clic su una promozione interna.
  • Metrica ga:internalPromotionViews - Il numero di visualizzazioni di una promozione interna.
  • Metrica ga:localProductRefundAmount - Importo del rimborso per un determinato prodotto in valuta locale.
  • Metrica ga:localRefundAmount - Importo totale del rimborso per la transazione nella valuta locale.
  • Metrica - ga:productAddsToCart: il numero di volte in cui il prodotto è stato aggiunto al carrello.
  • Metrica ga:productCheckouts - Numero di volte in cui il prodotto è stato incluso nella procedura di pagamento.
  • Metrica ga:productDetailViews - Numero di volte in cui gli utenti hanno visualizzato la pagina dei dettagli dei prodotti.
  • Metrica - ga:productListClicks: numero di volte in cui gli utenti hanno fatto clic sul prodotto quando è comparso nell'elenco dei prodotti.
  • Metrica - ga:productListViews: il numero di volte in cui il prodotto è comparso in un elenco di prodotti.
  • Metrica ga:productListCTR: la frequenza con cui gli utenti hanno fatto clic sul prodotto in un elenco di prodotti.
  • Metrica ga:productRefunds - Numero di volte in cui è stato emesso un rimborso per il prodotto.
  • Metrica ga:productRefundAmount - Importo totale del rimborso associato al prodotto.
  • Metrica - ga:productRemovesFromCart: il numero di volte in cui il prodotto è stato rimosso dai carrelli.
  • Metrica ga:productRevenuePerPurchase - Entrate medie per prodotto per acquisto (comunemente utilizzato con il codice coupon prodotto).
  • Metrica ga:buyToDetailRate - Acquisti unici divisi per le visualizzazioni delle pagine dei dettagli dei prodotti.
  • Metrica ga:cartToDetailRate - Le aggiunte del prodotto vengono divise per il numero di visualizzazioni dei dettagli del prodotto.
  • Metrica ga:quantityAddedToCart - Numero di unità di prodotto aggiunte al carrello.
  • Metrica - ga:quantityCheckedOut: il numero di unità di prodotto incluse nel pagamento.
  • Metrica ga:quantityRefunded - Numero di unità di prodotto rimborsate.
  • Metrica - ga:quantityRemovedFromCart - Numero di unità di prodotto rimosse dal carrello.
  • Metrica ga:refundAmount - Importo della valuta rimborsato per una transazione.
  • Metrica ga:totalRefunds - Numero di rimborsi emessi.

Questa versione include una correzione di bug per i nomi di intestazione di colonna e l'aggiunta di nuove dimensioni e metriche.

Dimensioni e metriche

Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Sistema

  • Dimensione - ga:sourcePropertyDisplayName - Nome visualizzato della proprietà sorgente delle proprietà di aggregazione. È valido solo per le proprietà roll-up.
  • Dimensione - ga:sourcePropertyTrackingId - ID monitoraggio proprietà sorgente delle proprietà di aggregazione. È valido solo per le proprietà roll-up

Raggruppamento dei canali

  • Dimensione - ga:channelGrouping: il raggruppamento dei canali predefinito condiviso all'interno della vista (Profilo).
  • Dimensione - ga:correlationModelId - ID modello di correlazione per prodotti correlati.
  • Dimensione - ga:queryProductId: ID del prodotto oggetto della query.
  • Dimensione - ga:queryProductName: nome del prodotto oggetto della query.
  • Dimensione - ga:queryProductVariation: variante del prodotto oggetto della query.
  • Dimensione - ga:relatedProductId - ID del prodotto correlato.
  • Dimensione - ga:relatedProductName: nome del prodotto correlato.
  • Dimensione - ga:relatedProductVariation - Variante del prodotto correlato.
  • Metrica - ga:correlationScore - Punteggio di correlazione per prodotti correlati.
  • Metrica ga:queryProductQuantity - Quantità del prodotto oggetto della query.
  • Metrica ga:relatedProductQuantity - Quantità del prodotto correlato.

Correzione nome colonna intestazione

  • Nella versione del 16/04/2014 era presente un bug; se hai eseguito una query su una dimensione o una metrica deprecata, l'API restituirà le intestazioni di colonna con la dimensione o la metrica sostitutiva. Ora restituisce correttamente la stessa dimensione o il nome della metrica utilizzati nella richiesta.

Questa release include una modifica della convenzione di denominazione per l'attributo uiName.

Modifica nome utente

  • L'attributo uiName per le colonne con modello ora utilizza XX per rappresentare l'indice numerico anziché 1. Ad esempio, Goal 1 Value è ora Goal XX Value.

Questa è la versione iniziale dell'API Embed:

  • L'API Google Analytics Embed è una libreria JavaScript che ti consente di creare e incorporare facilmente una dashboard su un sito web di terze parti in pochi minuti. Per maggiori dettagli, consulta la panoramica dell'API Embed.
  • Include i componenti: auth, selettore vista, dati e grafico dei dati.

Questa è la release iniziale dell'API di provisioning:

  • L'API di provisioning può essere utilizzata per creare nuovi account Google Analytics a livello di programmazione. Questa API è solo su invito e destinata a fornitori di servizi qualificati e partner di grandi dimensioni. Per maggiori dettagli, consulta la Panoramica dell'API di provisioning.

In questa versione vengono aggiunte due nuove API di configurazione.

Filtri

Report non campionati: API di gestione

Stiamo aggiungendo una nuova risorsa all'API di gestione denominata Report non campionati. I report non campionati sono report di Google Analytics che sono stati generati utilizzando dati non campionati.Al momento i report non campionati sono disponibili solo per gli utenti di GA Premium. 

  • Elenco aggiornato delle sorgenti organiche supportate.

    • Rimosso: Clara, Informazioni, Mamma, Voila, Dal vivo, Wirtulana Polska, Yam, Ozu.
    • Aggiunti/Aggiornati: Baidu, DOCOMO, Onet, Centrum, Sogou, Tut.By, Globo, Ukr.net, So.com, au one.
  • Elenco aggiornato delle sorgenti organiche supportate.

    • Rimosso: Clara, Informazioni, Mamma, Voila, Dal vivo, Wirtulana Polska, Yam, Ozu.
    • Aggiunti/Aggiornati: Baidu, DOCOMO, Onet, Centrum, Sogou, Tut.By, Globo, Ukr.net, So.com, au one.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Campo User-ID aggiunto.

Google Tag Manager

  • È stato corretto un bug nell'ID della macro Pubblicità in modo che possa restituire correttamente l'identificatore per l'inserzionista (IDFA), se disponibile.
  • Risolto un problema che consentiva agli utenti di utilizzare NSNumber per i dati di e-commerce.

Questa release include il ritiro dell'attributo appUiName. Per scoprire di più sulla rimozione degli attributi, consulta le Norme sul ritiro dei dati:

Ritiro di appUiName

  • L'API appUiName è deprecata. Non è più obbligatorio nell'API Metadata perché i nomi delle UI per le viste web e delle app (profili) sono state unificate. Devi rimuovere qualsiasi codice che utilizza l'attributo appUiName e utilizzare solo l'attributo uiName.

Questa versione include la ridenominazione di dimensioni e metriche. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Dimensioni e metriche rinominate

Le seguenti dimensioni e metriche sono state rinominate. Per ulteriori informazioni sulla ridenominazione dei dati, consulta le Norme sul ritiro dei dati:

Utente

  • Dimensione - rt:visitorType - utilizza rt:userType.
  • Metrica rt:activeVisitors - Utilizza invece rt:activeUsers.

Questa versione include l'aggiunta e la ridenominazione di dimensioni e metriche. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Nuove dimensioni e metriche

Le seguenti dimensioni sono state aggiunte all'API di reporting principale:

AdWords

  • Dimensione - ga:isTrueViewVideoAd - Yes o No: indica se l'annuncio è un annuncio video TrueView AdWords.

Ora

  • Dimensione - ga:nthHour: indice per ogni ora nell'intervallo di date specificato. L'indice della prima ora del primo giorno (ossia la data di inizio) nell'intervallo di date è 0, 1 per l'ora successiva e così via.

Dimensioni e metriche rinominate

Tutte le dimensioni e le metriche basate su visitatore e visita sono state rinominate per utilizzare rispettivamente utente e sessione.

Le seguenti dimensioni e metriche sono state rinominate. Per ulteriori informazioni sulla ridenominazione dei dati, consulta le Norme sul ritiro dei dati:

Pubblico

  • Dimensione - ga:visitorAgeBracket - utilizza ga:userAgeBracket.
  • Dimensione - ga:visitorGender - utilizza ga:userGender.

E-commerce

  • Metrica ga:transactionRevenuePerVisit - Utilizza invece ga:transactionRevenuePerSession.
  • Metrica ga:transactionsPerVisit - Utilizza invece ga:transactionsPerSession.

Monitoraggio eventi

  • Metrica ga:eventsPerVisitWithEvent - Utilizza invece ga:eventsPerSessionWithEvent.
  • Metrica ga:visitsWithEvent - Utilizza invece ga:sessionsWithEvent.

Conversioni all'obiettivo

  • Metrica ga:goalValuePerVisit - Utilizza invece ga:goalValuePerSession.
  • Metrica ga:percentVisitsWithSearch - Utilizza invece ga:percentSessionsWithSearch.
  • Metrica ga:searchVisits - Utilizza invece ga:searchSessions.

Monitoraggio pagine

  • Metrica ga:pageviewsPerVisit - Utilizza invece ga:pageviewsPerSession.

Sessione

  • Dimensione - ga:visitLength - utilizza ga:sessionDurationBucket.
  • Metrica ga:avgTimeOnSite - Utilizza invece ga:avgSessionDuration.
  • Metrica ga:timeOnSite - Utilizza invece ga:sessionDuration.
  • Metrica ga:visitBounceRate - Utilizza invece ga:bounceRate.
  • Metrica ga:visits - Utilizza invece ga:sessions.

Interazioni social

  • Dimensione - ga:socialInteractionNetworkActionVisit - utilizza ga:socialInteractionNetworkActionSession.
  • Metrica ga:socialInteractionsPerVisit - Utilizza invece ga:socialInteractionsPerSession.

Utente

  • Dimensione - ga:daysSinceLastVisit - utilizza ga:daysSinceLastSession.
  • Dimensione - ga:visitCount - utilizza ga:sessionCount.
  • Dimensione - ga:visitorType - utilizza ga:userType.
  • Dimensione - ga:visitsToTransaction - utilizza ga:sessionsToTransaction.
  • Metrica ga:newVisits - Utilizza invece ga:newUsers.
  • Metrica ga:percentNewVisits - Utilizza invece ga:percentNewSessions.
  • Metrica ga:visitors - Utilizza invece ga:users.

Questa release contiene la sostituzione del tipo di hit appview e l'aggiunta e la ridenominazione dei parametri. Consulta la sezione Riferimento parametri per l'elenco completo dei parametri.

Sostituzione appview

  • Il tipo di hit appview è stato sostituito con screenview. Aggiorna il codice di monitoraggio dell'app appena possibile per utilizzare screenview anziché appview.

Nuovi parametri

Rinomina parametro

  • La descrizione dei contenuti è stata rinominata Nome schermata. Il nome del parametro di ricerca, cd, rimarrà invariato.

In questa release sono stati sostituiti il tipo di hit appview e l'aggiunta di nuovi campi. Consulta la documentazione sui campi per l'elenco completo dei campi.

Sostituzione appview

  • Il tipo di hit appview è stato sostituito con screenview. Aggiorna il codice di monitoraggio dell'app appena possibile per utilizzare screenview anziché appview.

Nuovi campi

Altri cambiamenti

  • Output di debug migliorato.
  • Risolti vari bug di pre-rendering.
  • Aggiunto il supporto dell'API di pre-rendering senza prefisso. Il prerendering ora funziona in IE11 oltre a Chrome.
  • Altre correzioni di bug di minore entità nel supporto del linker.
  • La ricerca sicura Yahoo è ora classificata correttamente come sorgente organica.
  • Aggiunto il supporto dell'API di pre-rendering senza prefisso. Il prerendering ora funziona in IE11 oltre a Chrome.

Segmenti: API Core Reporting v2.4 e v3.0

Nuovi segmenti supportati nell'API di reporting principale.

  • Il parametro segment ora supporta i segmenti di utenti e sequenze. Puoi eseguire query sul segmento a livello di utente e a livello di sessione nell'interfaccia web con il parametro segment.
  • È disponibile una nuova sintassi per i segmenti dinamici da utilizzare con il parametro segment. Per informazioni dettagliate, consulta la Guida per i segmenti
  • Il prefisso dynamic:: è stato ritirato. Ti consigliamo di eseguire la migrazione alla nuova sintassi appena possibile.

Segmenti: API Management v2.4 & v3.0

Sono state apportate le seguenti modifiche alla raccolta dei segmenti:

  • I segmenti di utenti e sequenze sono ora supportati nell'API.
  • La raccolta di segmenti ora restituisce tutti i segmenti a livello di sessione e a livello di utente integrati e personalizzati.
  • La proprietà definition per i segmenti ora utilizzerà la nuova sintassi dei segmenti. Sono incluse le definizioni dei segmenti a livello di sessione esistenti che cambieranno da definition: "" a definition: "sessions::condition::".
  • Una nuova proprietà type è stata aggiunta alla risorsa Segmento per indicare se un segmento è CUSTOM (ovvero creato da un utente nell'interfaccia web) o BUILT_IN (ovvero fornito da Google Analytics).

Esperimenti

Le seguenti metriche di AdSense possono ora essere utilizzate come obiettivi di ottimizzazione:

  • ga:adsenseAdsClicks: il numero di clic ricevuti dagli annunci AdSense sul sito.
  • ga:adsenseAdsViewed: numero di annunci AdSense visualizzati. All'interno di un'unità pubblicitaria possono essere visualizzati più annunci.
  • ga:adsenseRevenue: le entrate totali provenienti dagli annunci AdSense.

Raccolta di nuovi riepiloghi account

Prefisso ga: obsoleto

Il prefisso ga: è stato ritirato per tutte le dimensioni e le metriche in tempo reale ed è stato sostituito dal nuovo prefisso rt:. Le richieste API che utilizzano il prefisso ga: continueranno a funzionare per 6 mesi, dopodiché verrà restituito un errore.

Nuove dimensioni e metriche

Questo aggiornamento aggiunge nuove dimensioni e metriche all'API Real Time Reporting. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo.

Monitoraggio eventi

  • Dimensione - rt:eventAction: l'azione dell'evento.
  • Dimensione - rt:eventCategory: la categoria dell'evento.
  • Dimensione - rt:eventLabel: l'etichetta dell'evento.
  • Dimensione - rt:totalEvents: il numero totale di eventi per il profilo in tutte le categorie.

Monitoraggio obiettivi

  • Dimensione - rt:goalId: una stringa corrispondente all'ID obiettivo.
  • Metrica - rt:goalXXValue: il valore numerico totale per il numero di obiettivo richiesto, dove XX è un numero compreso tra 1 e 20.
  • Metrica rt:goalValueAll: il valore numerico totale per tutti gli obiettivi definiti per il tuo profilo.
  • Metrica rt:goalXXCompletions: il numero totale di completamenti per il numero di obiettivo richiesto, dove XX è un numero compreso tra 1 e 20.
  • Metrica rt:goalCompletionsAll: il numero totale di completamenti per tutti gli obiettivi definiti per il tuo profilo.

Monitoraggio pagine

  • Metrica rt:pageViews - Il numero totale di visualizzazioni di pagina.

Monitoraggio app

  • Metrica rt:screenViews - Il numero totale di visualizzazioni di schermate.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Ora l'SDK completerà il parametro ID applicazione (&aid) per impostazione predefinita.

Google Tag Manager

  • Aggiunto il supporto della macro Esperimenti sui contenuti di Google Analytics.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Nessuna modifica in Google Analytics.

Google Tag Manager

  • Aggiunto il supporto della macro Esperimenti sui contenuti di Google Analytics.

Questa release contiene:

Google Analytics

  • Nessuna modifica diretta in Google Analytics. Per impostazione predefinita, gli utenti di GA dovrebbero tenere presente che Google Tag Manager non ha più una dipendenza per AdSupport.framework. Questa operazione può aiutarti a risolvere il Problema 387.

Google Tag Manager

  • Le funzioni che chiamano l'API AdSupport.framework sono suddivise in una libreria separata, libAdIdAccess.a. Le app devono collegarsi a quella libreria per avere accesso alla stringa dell'identificatore pubblicità (IDFA) e al flag di monitoraggio dell'inserzionista attivato.

Questa versione aggiunge nuove dimensioni e metriche all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Percorsi di conversione

  • Dimensione - mcf:adwordsCustomerIDPath - Sequenza dell'ID cliente AdWords lungo i percorsi di conversione.

Interazioni

  • Dimensione - mcf:adwordsCustomerID - Corrisponde all'API di AdWords Customer.id.
  • I parametri del link non vengono più ignorati quando navighi tra domini a diversi livelli di zoom in Firefox.
  • Risolto il problema per cui Analisi dati In-Page non veniva caricato per determinati URL.
  • Miglioramenti dell'output della modalità di debug.
  • Release di manutenzione.

Questa release contiene: * Rimossa la necessità di AdSupport.framework. * Codice inutilizzato rimosso.

Questa release contiene: * Aggiunto il supporto dell'SDK iOS 7.0 a 64 bit. * Rimossa libGoogleAnalytics_debug.a, fa parte della libreria libGoogleAnalyticsServices.a. * File di build CuteAnimals ripulito per Google Analytics.

Questa versione aggiunge nuove dimensioni e metriche all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Percorsi di conversione

  • Dimensione - mcf:adwordsAdGroupIDPath - Sequenza dell'ID gruppo di annunci AdWords lungo i percorsi di conversione.
  • Dimensione - mcf:adwordsCampaignIDPath - Sequenza dell'ID campagna AdWords lungo i percorsi di conversione.
  • Dimensione - mcf:adwordsCreativeIDPath: sequenza di ID creatività AdWords lungo i percorsi di conversione.
  • Dimensione - mcf:adwordsCriteriaIDPath - Sequenza di ID criteri AdWords lungo i percorsi di conversione.

Interazioni

  • Dimensione - mcf:adwordsAdGroupID - Corrisponde all'API di AdWords AdGroup.id.
  • Dimensione - mcf:adwordsCampaignID - Corrisponde all'API di AdWords Campaign.id.
  • Dimensione - mcf:adwordsCreativeID - Corrisponde all'API di AdWords Ad.id.
  • Dimensione - mcf:adwordsCriteriaID - Corrisponde all'API di AdWords Criterion.id.

Questa versione include un nuovo formato di risposta per la tabella di dati e l'aggiunta e il ritiro di dimensioni e metriche (consulta la Guida di riferimento alle dimensioni e alle metriche per l'elenco completo delle definizioni).

Output tabella dati

Per semplificare il rendering dei dati di Google Analytics utilizzando le visualizzazioni dei grafici di Google, l'API può facoltativamente restituire un oggetto tabella di dati nella risposta.

  • All'API è stato aggiunto un parametro di ricerca facoltativo output. Può essere utilizzato per selezionare il formato di output dei dati di Analytics nella risposta, che è JSON per impostazione predefinita. Se è impostata su datatable, una risposta dataTable include una proprietà Tabella di dati. Questo oggetto può essere utilizzato direttamente con Grafici Google. Per informazioni dettagliate, consulta la guida di riferimento all'API di reporting principale.

Nuove dimensioni e metriche

Le seguenti dimensioni e metriche sono state aggiunte all'API di reporting principale:

Ora

  • Dimensione - ga:minute: restituisce il minuto nell'ora. I valori possibili sono compresi tra 00 e 59.
  • Dimensione - ga:nthMinute: indice per ogni minuto nell'intervallo di date specificato. L'indice per il primo minuto del primo giorno (ovvero la data di inizio) nell'intervallo di date è 0, 1 per il minuto successivo e così via.

Pubblico

  • Dimensione - ga:visitorAgeBracket - Fascia d'età del visitatore.
  • Dimensione - ga:visitorGender - Genere del visitatore.
  • Dimensione - ga:interestAffinityCategory: indica che gli utenti sono più propensi a conoscere la categoria specificata.
  • Dimensione - ga:interestInMarketCategory: indica che gli utenti sono più propensi ad acquistare prodotti o servizi nella categoria specificata.
  • Dimensione - ga:interestOtherCategory: indica che gli utenti sono più interessati a conoscere la categoria specificata e sono più propensi ad acquistare.

Dimensioni e metriche consentite nei segmenti

Queste dimensioni e metriche ora possono essere utilizzate nei segmenti:

  • Dimensione - ga:sourceMedium - Valori combinati di ga:source e ga:medium.
  • Metrica ga:localItemRevenue - Entrate del prodotto in valuta locale.

Dimensioni e metriche deprecate

Queste dimensioni e metriche sono state ritirate. Per informazioni dettagliate sulla rimozione dei dati, consulta le Norme sul ritiro dei dati:

  • Dimensione - ga:isMobile - utilizza ga:deviceCategory (ad es. ga:deviceCategory==mobile).
  • Dimensione - ga:isTablet - utilizza ga:deviceCategory (ad es. ga:deviceCategory==tablet).
  • Metrica ga:entranceBounceRate - Utilizza invece ga:visitBounceRate.

Sono state apportate le seguenti modifiche ai segmenti predefiniti a causa del ritiro delle dimensioni ga:isMobile e ga:isTablet:

  • Il segmento gaid::-11 è stato rinominato da Traffico da dispositivi mobili a Traffico da dispositivi mobili e tablet. La definizione di questo segmento è stata modificata da ga:isMobile==Yes a ga:deviceCategory==mobile,ga:deviceCategory==tablet. ga:isMobile ha incluso il traffico sui tablet, che viene indicato nella nuova definizione. Se vuoi solo il traffico da dispositivi mobili, escluso il tablet, passa al nuovo segmento Traffico da cellulari (gaid::-14).
  • La definizione del segmento gaid::-13 è cambiata da ga:isTablet==Yes a ga:deviceCategory==tablet. Questo continua a rappresentare il traffico da tablet.
  • Il segmento gaid::-14 è stato aggiunto. Il nome del segmento è Traffico da cellulari e la definizione è ga:deviceCategory==mobile.
  • Release di manutenzione.

Questa versione aggiunge nuove dimensioni e metriche all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

AdSense

  • L'accesso ai dati di AdSense è stato aggiunto:

    • Met - ga:adsenseRevenue - Le entrate totali provenienti dagli annunci AdSense.
    • Met - ga:adsenseAdUnitsViewed - Il numero di unità pubblicitarie AdSense visualizzate. Un'unità pubblicitaria è un insieme di annunci visualizzato come risultato di una porzione del codice dell'annuncio AdSense. Dettagli: https://support.google.com/adsense/answer/32715.
    • Met - ga:adsenseAdsViewed - Il numero di annunci AdSense visualizzati. All'interno di un'unità pubblicitaria possono essere visualizzati più annunci.
    • Met - ga:adsenseAdsClicks - Il numero di clic sugli annunci AdSense sul tuo sito.
    • Met - ga:adsensePageImpressions - Il numero di visualizzazioni di pagina durante le quali è stato visualizzato un annuncio AdSense. Un'impressione di pagina può avere più unità pubblicitarie.
    • Met - ga:adsenseCTR - La percentuale di impressioni della pagina che ha generato un clic su un annuncio AdSense. (ga:adsenseAdsClicks/ga:adsensePageImpressions)
    • Met - ga:adsenseECPM - Il costo stimato per mille impressioni sulla pagina. Corrisponde alle Entrate AdSense per 1000 impressioni sulla pagina. (ga:adsenseRevenue/(ga:adsensePageImpressioni/1000).
    • Riunioni - ga:adsenseExits - Il numero di sessioni terminate a causa di un utente che ha fatto clic su un annuncio AdSense.

Ora

  • Dim - ga:isoYear: l'anno ISO della visita. Dettagli: http://en.wikipedia.org/wiki/ISO_week_date. ga:isoYear deve essere utilizzato solo con ga:isoWeek perché ga:week rappresenta il calendario gregoriano.
  • Dim - ga:isoYearIsoWeek - Valori combinati di ga:isoYear e ga:isoWeek.

AdWords

Correzioni di bug:

  • Le informazioni sul fuso orario per le viste (profili) sono state corrette. Dettagli: prima di questa correzione, in alcuni casi quando veniva visualizzata la scheda elenco (profili) nell'API di gestione, venivano restituiti dati sul fuso orario errati per una vista (profilo). Ora le informazioni sul fuso orario per le viste (profili) sono coerenti con quelle impostate nell'interfaccia di amministrazione di Google Analytics.

Questa versione contiene: * Risolto conflitto con l'SDK del buffer di protocollo. * Corretto l'errore del linker quando veniva attivata la rimozione del codice.

Nuove funzionalità di controllo delle dimensioni degli esempi e date relative

Date relative
  • È stato aggiunto il supporto per le date relative all'API di reporting MCF. today, yesterday e NdaysAgo sono ora valori validi per i parametri di ricerca start-date e end-date.
  • Questi valori determinano automaticamente l'intervallo di date in base alla data corrente al momento dell'esecuzione della query e al fuso orario della vista (profilo) specificato nella query. Per ulteriori dettagli, consulta la documentazione di riferimento per le API.
Livello di campionamento
  • È stato introdotto un nuovo parametro, samplingLevel, che consente di impostare il livello di campionamento (ad es. il numero di visite utilizzate per calcolare il risultato) per una query report. I valori consentiti sono: DEFAULT, FASTER e HIGHER_PRECISION.
  • Sono stati aggiunti 2 nuovi campi alla risposta dell'API: sampleSize e sampleSpace. Puoi utilizzare questi valori per calcolare la percentuale di visite utilizzate per una risposta campionata.
  • Consulta l'articolo Riferimento API e Campionamento per ulteriori dettagli.

Nuove funzionalità di controllo delle dimensioni degli esempi e date relative

Date relative
  • È stato aggiunto il supporto per le date relative all'API di reporting principale. today, yesterday e NdaysAgo sono ora valori validi per i parametri di ricerca start-date e end-date.
  • Questi valori determinano automaticamente l'intervallo di date in base alla data corrente al momento dell'esecuzione della query e al fuso orario della vista (profilo) specificato nella query. Per ulteriori dettagli, consulta la documentazione di riferimento per le API.
Livello di campionamento
  • È stato introdotto un nuovo parametro, samplingLevel, che consente di impostare il livello di campionamento (ad es. il numero di visite utilizzate per calcolare il risultato) per una query report. I valori consentiti sono: DEFAULT, FASTER e HIGHER_PRECISION.
  • Sono stati aggiunti 2 nuovi campi alla risposta dell'API: sampleSize e sampleSpace. Puoi utilizzare questi valori per calcolare la percentuale di visite utilizzate per una risposta campionata.
  • Consulta l'articolo Riferimento API e Campionamento per ulteriori dettagli.

Questa release contiene: * Sesta release beta. * Apportata la modifica necessaria per evitare un'eccezione al runtime quando un'app che ha come target KitKat (livello API 19) utilizza l'SDK.

Questa release contiene: * Seconda release della versione 3.0. * Apportata la modifica necessaria per evitare un'eccezione al runtime quando un'app che ha come target KitKat (livello API 19) utilizza l'SDK.

Questa versione introduce le operazioni di scrittura per le proprietà web, la vista (profilo) e le risorse obiettivo, nonché un insieme di tre nuove risorse che consentono la gestione delle autorizzazioni utente.

API di configurazione e configurazione dell'account

  • Ora è possibile creare, aggiornare, applicare patch ed eliminare viste (profili). Per informazioni dettagliate sui nuovi metodi, consulta il riferimento Visualizza (profili).
  • Ora è possibile creare, aggiornare e applicare patch alle proprietà web e agli obiettivi. Per informazioni dettagliate sui nuovi metodi, consulta i riferimenti Proprietà web e il Riferimento obiettivi.
  • Una sola proprietà web, una singola vista (profilo) o un singolo obiettivo possono ora essere richiesti con il metodo get.
  • Queste funzionalità sono attualmente disponibili in anteprima per gli sviluppatori in versione beta limitata. Se vuoi registrarti, richiedi l'accesso alla versione beta.

Autorizzazioni utente nell'API di gestione

Questa release contiene:

  • Corretto un errore di collegamento durante il targeting di iOS 7.0.

Questa è la versione iniziale dell'API Metadata:

  • L'API Metadata restituisce informazioni sulle dimensioni e sulle metriche esposte nelle API dei report di Google Analytics. I metadati restituiti includono attributi come nome dell'interfaccia utente, descrizione, supporto per i segmenti avanzati e altro ancora. L'API Metadata consente alle applicazioni di essere sempre aggiornate con i dati più recenti sulle dimensioni e le metriche disponibili per le query dei report. Per ulteriori dettagli, consulta la Panoramica dell'API Metadata.

Questa versione contiene: * Prima versione della versione 3.0 * Modifica dell'API SDK per l'allineamento con analytics.js. I metodi track e send sono stati rimossi. Usa i metodi di costrutzione send e GAIDictionaryBuilder. * La maggior parte delle proprietà sul protocollo GAITracker è stata rimossa. Utilizza invece set nei vari campi. * Tutti i parametri impostati utilizzando il metodo set verranno mantenuti. In precedenza, venivano impostati diversi parametri solo per la successiva chiamata di invio/traccia. * Il protocollo GAILogger è disponibile per chi vuole implementare il proprio logging personalizzato per l'SDK. * I requisiti di sistema relativi al minimo sono cambiati. Per ulteriori dettagli, vedi Readme.txt. * Tutte le attività SDK (accesso a database e rete) vengono ora eseguite in un thread separato. * Ora puoi leggere clientId. Chiama il numero [tracker get:kGAIClientId]. Tieni presente che questa chiamata verrà bloccata finché clientId non potrà essere letto dal database. * L'SDK non utilizza più POST, a meno che l'hit non superi i 2000 byte. Utilizzerà invece GET. * L'SDK non riproverà più a inviare hit in base al codice di risposta HTTP.

Questa versione contiene: * Prima versione della versione 3.0 * API SDK riscrivere per essere più in linea con analytics.js. Per informazioni dettagliate, consulta javadoc e /analytics/devguides/collection/android/v3/. * Tutti i metodi track e send sono stati rimossi. In alternativa, puoi utilizzare il metodo di invio e i metodi di creazione corrispondenti nella classe MapBuilder per inviare hit. Consulta la classe Fields per un elenco di costanti che puoi utilizzare per creare hit mediante set e send. * Sono state rimosse anche molte delle varie proprietà, tra cui useHttps, anonymizeIp e così via. Puoi impostare/reimpostare queste proprietà utilizzando il comando set. * EasyTracker ora estende Tracker. Non è necessario chiamare EasyTracker.getTracker per effettuare direttamente le chiamate di monitoraggio. * L'SDK non imposta più il flag di controllo della sessione per l'avvio all'avvio. Ora gli sviluppatori sono responsabili di stabilire se è necessaria una nuova sessione. Tieni presente che EasyTracker gestisce ancora la gestione delle sessioni come prima. * L'SDK ora supporta una classe di logging personalizzata. Per ulteriori dettagli, consulta Logger nel javadoc. * La modalità dryRun è stata aggiunta. * Ora puoi leggere clientId. Chiama tracker.get(Fields.CLIENT_ID). Questa chiamata verrà bloccata finché clientId non verrà caricato dall'archivio permanente. * L'SDK non proverà più a eseguire gli hit in base al codice di risposta HTTP.

Questa è la release iniziale dell'API Real Time Reporting in versione beta limitata:

  • L'API Real Time Reporting ti consente di generare report sulle attività che si verificano nella tua proprietà in questo momento. Puoi utilizzare l'API Real Time Reporting per eseguire query su dimensioni e metriche al fine di creare widget e dashboard web rivolti ai clienti. Per ulteriori dettagli, consulta la Panoramica dell'API Real Time Reporting.

Correzioni di bug

  • Ora il campo ga:adwordsCustomerID restituisce correttamente l'ID cliente AdWords a 10 cifre corrispondente all'API AdWords AccountInfo.customerId. Questa soluzione consente di unire i dati Analytics con più account AdWords.

Nell'ambito del lancio di nuovi segmenti, implementeremo le seguenti modifiche nell'API di reporting principale.

  • Il parametro segment ora supporta il nuovo ID alfanumerico per i segmenti avanzati personalizzati, che viene restituito nella raccolta dei segmenti dell'API di gestione.
  • Gli ID numerici correnti per i segmenti personalizzati sono ora in fase di ritiro. Questi ID legacy continueranno a essere supportati per 6 mesi. Consigliamo alle applicazioni che salvano gli ID segmento di utenti di passare ai nuovi ID alfanumerici. Una volta terminato il periodo di deprecazione, qualsiasi query con i vecchi ID numerici restituirà un errore.
  • Al momento, possono essere sottoposti a query solo i segmenti a livello di visita creati nell'interfaccia web tramite il parametro segment.
  • I segmenti predefiniti esistenti con ID numerici negativi non saranno interessati. Tuttavia, i nuovi segmenti predefiniti non sono attualmente supportati.

Nell'ambito del lancio di nuovi segmenti, implementeremo le seguenti modifiche nella raccolta dei segmenti:

  • Tutti gli ID segmento verranno modificati da numeri interi positivi a stringhe alfanumeriche. Se hai salvato gli ID segmento degli utenti, ti consigliamo di aggiornarli in modo che utilizzino i nuovi ID.
  • La raccolta di segmenti restituirà solo i segmenti a livello di visita esistenti. I nuovi segmenti di visitatori, coorti e sequenze non sono attualmente supportati nell'API.
  • La raccolta di segmenti continuerà a restituire i segmenti predefiniti esistenti con gli stessi ID numerici negativi, ma i nuovi segmenti predefiniti non sono attualmente supportati.

Questa versione aggiunge nuove dimensioni e metriche all'API. Consulta la sezione Riferimento su dimensioni e metriche per l'elenco completo delle definizioni.

Monitoraggio app

  • Questi dati sono disponibili nei report Profilo app:
    • Dim - ga:appId - L'ID dell'applicazione.
    • Dim - ga:appInstallerId - ID del programma di installazione (ad es. Google Play Store) da cui è stata scaricata l'app. Per impostazione predefinita, l'ID programma di installazione dell'app è impostato in base al metodo PackageManager#getInstallerPackageName.
    • Dim - ga:appName - Il nome dell'applicazione.
    • Dim - ga:appVersion - La versione dell'applicazione.
    • Diminuiscita - ga:exitScreenName: il nome dello schermo quando l'utente è uscito dall'applicazione.
    • Bassa - ga:landingScreenName - Il nome della prima schermata visualizzata.
    • Bassa - ga:screenDepth - Il numero di visualizzazioni di schermate per sessione riportate come stringa. Può essere utile per gli istogrammi.
    • Oscura - ga:screenName: il nome dello schermo.
    • Met - ga:avgScreenviewDuration - Il tempo medio trascorso dagli utenti su uno schermo in secondi.
    • Soddisfatto - ga:timeOnScreen - Il tempo trascorso per visualizzare la schermata corrente.
    • Met - ga:screenviews - Il numero totale di visualizzazioni di schermata. Utilizzalo al posto di ga:appviews.
    • Met - ga:uniqueScreenviews - Il numero di ga:screenviews (univoci) diversi all'interno di una sessione. Utilizzalo al posto di ga:uniqueAppviews.
    • Met - ga:screenviewsPerSession - Il numero medio di ga:screenviews per sessione. Utilizzalo al posto di ga:appviewsPerVisit.

Deprecato

Le seguenti metriche sono state ritirate. Usa il nuovo nome della metrica.

  • Met - ga:appviews - Utilizza invece ga:screenviews.
  • Met - ga:uniqueAppviews - Utilizza invece ga:uniqueScreenviews.
  • Met - ga:appviewsPerVisit - Utilizza invece ga:screenviewsPerSession.

Variabili o colonne personalizzate

  • Accesso alla dimensione e alle metriche personalizzate:

    • Diminuiscita - ga:dimensionXX: il nome della dimensione personalizzata richiesta, dove XX fa riferimento al numero/indice della dimensione personalizzata.
    • Met - ga:metricXX - Il nome della metrica personalizzata richiesta, dove XX fa riferimento al numero/indice della metrica personalizzata.

Modifiche alla documentazione

Le seguenti dimensioni e metriche delle variabili personalizzate sono state rinominate. Si tratta solo di una modifica alla documentazione, pertanto non sarà necessario aggiornare le query.

  • ga:customVarName(n)ga:customVarNameXX
  • ga:customVarValue(n)ga:customVarValueXX

E-commerce

  • Dim - ga:currencyCode: il codice valuta locale della transazione in base allo standard ISO 4217.
  • Met - ga:localItemRevenue - Entrate del prodotto in valuta locale.
  • Met - ga:localTransactionRevenue - Entrate delle transazioni in valuta locale.
  • Met - ga:localTransactionShipping - Costo di spedizione della transazione in valuta locale.
  • Met - ga:localTransactionTax - Imposta sulle transazioni in valuta locale.

Eccezioni

  • Questi dati provengono dal monitoraggio delle eccezioni.
    • Dim - ga:exceptionDescription: la descrizione dell'eccezione.
    • Met - ga:exceptionsPerScreenview - Il numero di eccezioni generate diviso per il numero di visualizzazioni di schermata.
    • Met - ga:fatalExceptionsPerScreenview - Il numero di eccezioni irreversibili divise per il numero di visualizzazioni di schermata.

Conversioni all'obiettivo

  • Diminuiscita - ga:goalCompletionLocation: il percorso pagina o il nome schermata corrispondente al completamento di un obiettivo di tipo di destinazione.
  • Diminuiscita - ga:goalPreviousStep1 - Il percorso pagina o il nome della schermata che corrisponde a qualsiasi obiettivo di tipo di destinazione, un passaggio prima della posizione di completamento dell'obiettivo.
  • Bassa - ga:goalPreviousStep2 - Il percorso pagina o il nome schermata che corrisponde a qualsiasi obiettivo di tipo destinazione, due passaggi prima della posizione di completamento obiettivo.
  • Bassa - ga:goalPreviousStep3 - Il percorso pagina o il nome schermata che corrisponde a qualsiasi obiettivo di tipo destinazione, tre passaggi prima della posizione di completamento obiettivo.

Modifiche alla documentazione

Le seguenti dimensioni e metriche relative alle conversioni all'obiettivo sono state rinominate. Si tratta solo di una modifica alla documentazione, pertanto non sarà necessario aggiornare le query.

  • ga:goal(n)AbandonRatega:goalXXAbandonRate
  • ga:goal(n)Abandonsga:goalXXAbandons
  • ga:goal(n)Completionsga:goalXXCompletions
  • ga:goal(n)ConversionRatega:goalXXConversionRate
  • ga:goal(n)Startsga:goalXXStarts
  • ga:goal(n)Valuega:goalXXValue
  • ga:searchGoal(n)ConversionRatega:searchGoalXXConversionRate
  • Met - ga:percentSearchRefinements - La percentuale di volte in cui un perfezionamento (ovvero la transizione) si verifica tra le parole chiave di ricerca interne all'interno di una sessione.

Monitoraggio pagine

  • Met - ga:pageValue: il valore medio di questa pagina o di un insieme di pagine. Il valore pagina è ((Entrate da transazioni + Valore obiettivo totale) diviso per le visualizzazioni di pagina uniche per la pagina o l'insieme di pagine).

Piattaforma o dispositivo

  • Questi dati vengono derivati dalla stringa dello user agent HTTP.

    • Dim - ga:deviceCategory - Il tipo di dispositivo: desktop, tablet o dispositivo mobile.
    • Bassa - ga:isTablet - Indica i visitatori che utilizzano il tablet. I valori possibili sono Yes o No.
    • Dim - ga:mobileDeviceMarketingName - Nome commerciale utilizzato per il dispositivo mobile.

Interazioni social

  • Questi dati provengono dal monitoraggio delle interazioni social sul sito.

    • Bassa - ga:socialEngagementType - Tipo di coinvolgimento. I valori possibili sono Socially Engaged o Not Socially Engaged.

Ora

  • Dim - ga:dateHour - Valori combinati di ga:date e ga:hour.
  • Dim - ga:dayOfWeekName - Il nome del giorno della settimana (in inglese).
  • Dim - ga:isoWeek - Il numero della settimana ISO, dove ogni settimana inizia con un lunedì. Dettagli: http://en.wikipedia.org/wiki/ISO_week_date.
  • Dim - ga:yearMonth - Valori combinati di ga:year e ga:month.
  • Dim - ga:yearWeek - Valori combinati di ga:year e ga:week.

Sorgenti di traffico

  • Dim - ga:fullReferrer - L'URL di riferimento completo, inclusi il nome host e il percorso.
  • Dim - ga:sourceMedium - I valori combinati di ga:source e ga:medium.

In questa versione sono state aggiunte due nuove proprietà alla risorsa della proprietà web:

  • profileCount: restituisce il conteggio del profilo per una proprietà. Questo consente di filtrare le proprietà che non hanno profili (ad esempio, profileCount = 0).
  • industryVertical: restituisce la categoria/verticale del settore selezionata per una proprietà.

Correzioni di bug:

  • La proprietà eCommerceTracking della risorsa profilo è ora coerente con le impostazioni di e-commerce nella sezione amministratore dell'interfaccia web. Restituisce true quando il monitoraggio e-commerce è attivato e false in caso contrario.

Questa release contiene: * Quinta versione beta. * Correzione di bug di analisi di eccezione EasyTracker. Quando è impostato il flag ga_reportUncaughtExceptions, non stiamo inizializzando l'analizzatore sintattico delle eccezioni e, di conseguenza, non viene analizzata la posizione di un'eccezione non rilevata. Con questa correzione, i report su arresti anomali ed eccezioni segnaleranno la posizione delle eccezioni non rilevate quando ga_reportUncaughtExceptions è impostato su true.

  • Un nuovo endpoint è stato aggiunto all'API di gestione v3 per accedere e modificare le risorse Esperimenti.

Le seguenti modifiche sono state inviate all'ultima versione del codice di monitoraggio:

  • Aggiunto il supporto per specificare le valute locali con _set, ad esempio gaq.push(['_set', 'currencyCode', 'EUR'])
  • In questa versione sono state aggiunte cinque nuove metriche relative alla velocità del sito:
    • ga:domInteractiveTime
    • ga:avgDomInteractiveTime
    • ga:domContentLoadedTime
    • ga:avgDomContentLoadedTime
    • ga:domLatencyMetricsSample
  • In questa versione è stato aggiunto un nuovo segmento predefinito per il traffico tablet, gaid::-13.
  • La risorsa profilo include ora una proprietà type per capire se un profilo è configurato per un sito web o un'app. I due valori possibili sono WEB o APP.

Questa release contiene:

  • Modifica il valore predefinito di appVersion in CFBundleShortVersionString anziché in CFBundleVersionKey.
  • Utilizza HTTPS come protocollo predefinito anziché HTTP.
  • Metodi di monitoraggio modificati in Invia (ad es. trackView, ora chiamata sendView).
  • Alcune correzioni di bug di minore entità.

Questa release contiene: * Quarta release beta. * L'SDK ora rispetta l'impostazione della frequenza di campionamento. Se in precedenza hai impostato la frequenza di campionamento su un valore diverso da 100%, ora noterai una diminuzione corrispondente di alcune delle tue metriche di Analytics rispetto alla versione beta 3. * Metodi di monitoraggio modificati per l'invio (ad es. trackView ora chiamato sendView). * Aggiunto il supporto della valuta locale tramite Transaction.setCurrencyCode * Utilizza HTTPS per impostazione predefinita anziché HTTP. * L'SDK non tenta di inviare hit in assenza di connettività di rete. * Evita gli errori ANR durante il tentativo di gestire i dati delle campagne per l'installazione. * Le classi TrackedActivity sono state rimosse dall'SDK. * Sposta l'inizializzazione dell'SDK all'esterno del thread principale dell'interfaccia utente. * Migliora la capacità dell'SDK di recuperare i dati da un database SQLite danneggiato. * Molti altri arresti anomali e bug corretti.

Questa release contiene:

  • È stata aggiunta l'architettura armv7s a libGoogleAnalytics.a.
  • Architettura armv6 rimossa da libGoogleAnalytics.a.

Questa versione aggiunge nuove dimensioni e metriche all'API. Per le definizioni, consulta la sezione Informazioni su dimensioni e metriche.

Monitoraggio app

  • Questi dati sono disponibili nei report SDK di monitoraggio app per dispositivi mobili:
    • Met - ga:uniqueAppviews - Il numero di visualizzazioni dell'app per sessione.
    • Met - ga:appviews - Il numero totale di visualizzazioni dell'app.
    • Met - ga:appviewsPerVisit - Il numero medio di visualizzazioni di app per sessione.

Sorgenti di traffico

  • Dim - ga:socialNetwork - Una stringa che rappresenta il nome del social network. Può essere correlato al social network di riferimento per le sorgenti di traffico o al social network per le attività di hub di dati social. Ad es. Google+, Blogger, reddit ecc.
  • Bassa - ga:hasSocialSourceReferral: indica le visite giunte al sito da una sorgente social (ad es. un social network come Google+, Facebook, Twitter e così via). I valori possibili sono Sì o No, dove la prima lettera deve essere in maiuscolo.

Attività social

  • Questi dati provengono da attività esterne al sito importate dai partner di Social Data Hub.
    • Dim - ga:socialActivityDisplayName - Per un'attività hub dati social, questa stringa rappresenta il titolo dell'attività social pubblicata dall'utente del social network.
    • Dim - ga:socialActivityEndorsingUrl - Per un'attività hub dati social, questa stringa rappresenta l'URL dell'attività social (ad es. l'URL del post di Google+, l'URL del commento del blog e così via).
    • Dim - ga:socialActivityPost - Per un'attività sull'hub di dati social, questa stringa rappresenta il contenuto dell'attività social pubblicata dall'utente del social network (ad es. il contenuto del messaggio di un post di Google+)
    • Dim - ga:socialActivityTimestamp - Per un'attività hub dati social, questa stringa rappresenta quando l'attività social è avvenuta sul social network.
    • Dim - ga:socialActivityUserPhotoUrl - Per un'attività hub dati social, questa stringa rappresenta l'URL della foto associata al profilo di social network dell'utente.
    • Dim - ga:socialActivityUserProfileUrl - Per un'attività hub dati social, questa stringa rappresenta l'URL del profilo di social network dell'utente associato.
    • Dim - ga:socialActivityContentUrl - Per un'attività hub dati social, questa stringa rappresenta l'URL condiviso dall'utente del social network associato.
    • Dim - ga:socialActivityTagsSummary - Per un'attività hub dati social, si tratta di un insieme di tag separati da virgole associati all'attività social.
    • Dim - ga:socialActivityUserHandle - Per un'attività hub dati social, questa stringa rappresenta l'handle dei social network (ovvero il nome) dell'utente che ha avviato l'attività social.
    • Dim - ga:socialActivityAction - Per un'attività hub dati social, questa stringa rappresenta il tipo di azione sociale associata all'attività (ad es. voto, commento, +1 e così via).
    • Dim - ga:socialActivityNetworkAction - Per un'attività hub dati social, questa stringa rappresenta il tipo di azione social e il social network da cui ha avuto origine l'attività.
    • Met - ga:socialActivities - Il numero di attività in cui un URL di contenuti è stato condiviso/menzionato su una rete partner di hub di dati social.

Interazioni social

  • Questi dati provengono dal monitoraggio delle interazioni social sul sito.
    • Dim - ga:socialInteractionAction - Per le interazioni social, una stringa che rappresenta l'azione social monitorata (ad es. +1, come, preferito)
    • Dim - ga:socialInteractionNetwork - Per le interazioni social, una stringa che rappresenta il social network monitorato (ad es. Google, Facebook, Twitter, LinkedIn)
    • Dim - ga:socialInteractionNetworkAction - Per le interazioni social, una stringa che rappresenta la concatenazione di ga:socialInteractionNetwork e ga:socialInteractionAction monitorate (ad es. Google: +1, Facebook: Mi piace)
    • Dim - ga:socialInteractionTarget - Per le interazioni social, una stringa che rappresenta l'URL (o la risorsa) che riceve l'azione sui social network.
    • Met - ga:socialInteractions - Il numero totale di interazioni social sul tuo sito.
    • Met - ga:uniqueSocialInteractions: il numero totale di interazioni social uniche sul tuo sito. In base alla coppia di valori ga:socialInteractionNetwork e ga:socialInteractionAction
    • Met - ga:socialInteractionsPerVisit - ga:socialInteractions / ga:uniqueSocialInteractions. Il numero medio di interazioni social per visita al tuo sito.

Dati geografici / Rete

  • Dim - ga:metro: la Designated Market Area (DMA) da cui ha avuto origine il traffico.

Monitoraggio pagine

  • Dim - ga:pagePathLevel1 - Questa dimensione raccoglie tutti i pagePath nel primo livello gerarchico.
  • Dim - ga:pagePathLevel2 - Questa dimensione raccoglie tutti i pagePath nel secondo livello gerarchico di pagePath.
  • Dim - ga:pagePathLevel3 - Questa dimensione raccoglie tutti i pagePath nel terzo livello gerarchico di pagePath.
  • Diminuiscita - ga:pagePathLevel4: questa dimensione raccoglie tutti i pagePath nel quarto livello gerarchico di pagePath. Tutti i livelli aggiuntivi nella gerarchia pagePath vengono raggruppati in questa dimensione.

Monitoraggio delle eccezioni

  • Questi dati provengono da dati di monitoraggio delle eccezioni.

    • Riunioni - ga:exceptions - Il numero di eccezioni inviate a Google Analytics.
    • Met - ga:fatalExceptions - Il numero di eccezioni in cui isFatal è impostato su true.

Tempi utente

  • Questi dati provengono da dati sull'orario degli utenti.

    • Dim - ga:userTimingCategory - Una stringa per classificare tutte le variabili relative al tempo di un utente in gruppi logici per semplificare la generazione di report.
    • Dim - ga:userTimingLabel - Una stringa per indicare il nome dell'azione della risorsa monitorata.
    • Dim - ga:userTimingVariable - Una stringa che può essere utilizzata per aggiungere flessibilità alla visualizzazione dei tempi utente nei report.
    • Dim - ga:userTimingValue Il numero di millisecondi di tempo trascorso inviato a Google Analytics.
    • Met - ga:userTimingSample - Il numero di campioni inviati.
    • Met - ga:avgUserTimingValue - Il valore medio del tempo utente. ga:userTimiingValue/ga:userTimiingSample.

Dispositivo / piattaforma

  • Questi dati provengono dallo user agent dei dati raccolti.
    • Dim - ga:mobileDeviceBranding - Nome del brand o produttore del dispositivo mobile (ad es. Samsung, HTC, Verizon, T-Mobile).
    • Diminuiscita - ga:mobileDeviceModel - Modello dispositivo mobile (esempio: Nexus S)
    • Bassa - ga:mobileInputSelector - Selettore utilizzato sul dispositivo mobile (ad esempio: touchscreen, joystick, rotella clic, stilo)
    • Dim - ga:mobileDeviceInfo: il brand, il modello e il nome commerciale utilizzati per identificare il dispositivo mobile.

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:

    • Rimuovi la versione NoThumb della raccolta.
    • Ignora il supporto per armv6.
  • Nuove funzioni:

    • Aggiungi il supporto per armv7s (per iPhone5).

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:
    • Correggi la migrazione dai CV degli SDK precedenti alla 1.5 a variabili personalizzate dell'SDK 1.5.
    • Rispetta l'impostazione relativa alle restrizioni relative ai dati in background dell'utente.

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:
    • I metodi di protocollo GANTrackerDelegate sono ora facoltativi.
    • Ora gli eventi includono l'ultima visualizzazione di pagina monitorata (utmp).
  • Nuove funzionalità:
    • Supporto di massimo 50 variabili personalizzate. Nota: questa funzionalità è disponibile solo per gli utenti di Google Analytics Premium.
    • App di esempio BasicExample aggiornata.

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:

    • Correggi la perdita di memoria.
    • Ora gli eventi includono l'ultima visualizzazione di pagina monitorata (utmp).
  • Nuove funzioni:

    • Supporta 50 variabili personalizzate. Nota: questa funzionalità è disponibile solo per gli utenti di Google Analytics Premium.

Questa release contiene:

  • Metodo di monitoraggio social aggiunto a GAITracker:
    • trackSocial:withAction:withTarget:
  • Firma del metodo di timestamp modificata in:
    • trackTiming:withValue:withName:withLabel:
  • Metodi di creazione e spedizione manuali aggiunti a GAITracker:
    • set:value:
    • get:
    • send:params:
  • Metodi di set di dimensioni personalizzati aggiunti a GAITracker:
    • setCustom:dimension:
    • setCustom:metric:
  • Architettura del datastore sottoposta a refactoring per evitare problemi CoreData segnalati.

Questa release contiene:

  • Aggiunto il supporto per dimensioni e metriche personalizzate.
  • Aggiunto il supporto del monitoraggio delle interazioni social.
  • Hai reso pubblico StandardExceptionParser corso
  • Corretti gli arresti anomali occasionali durante l'inizializzazione dell'SDK.
  • Corrette correzioni di INSTALL_REFERRER ignorate su alcuni dispositivi.
  • Corretta ConcurrentModificationExceptions in GoogleTracker corso.
  • Altri miglioramenti e correzioni di bug

Questa è la versione iniziale dell'API Report sulle canalizzazioni multicanale:

  • Questa nuova API ti consente di richiedere i dati delle canalizzazioni multicanale per un utente autenticato. I dati derivano dai dati del percorso di conversione, che mostrano le interazioni degli utenti con varie sorgenti di traffico nel corso di più visite prima della conversione. In questo modo puoi analizzare in che modo più canali di marketing influenzano le conversioni nel tempo. Per ulteriori dettagli sui dati disponibili e su come utilizzare l'API, consulta l'articolo sull'API delle canalizzazioni multicanale.

Questa release contiene:

  • Aggiornato al più recente formato per i cavi.
  • sampleRate modificato in numero in virgola mobile a precisione doppia.
  • Il monitoraggio eccessivo è limitato.
  • Le informazioni di monitoraggio non inviate vengono eliminate quando è disattivata la funzione di disattivazione.
  • Le informazioni di monitoraggio non inviate da più di 30 giorni verranno eliminate.
  • Miglioramenti al pulsante Supervisione.
  • Anziché eseguire periodicamente nuovi tentativi, il committente utilizzerà l'API Reachability in caso di perdita di connettività per ricevere una notifica quando la connettività viene ristabilita.
  • App di esempio aggiornata.
  • Altre correzioni di bug e miglioramenti.

Questa release contiene:

  • Interfaccia EasyTracker semplificata.
  • Il controllo dell'invio è stato spostato in un nuovo corso, GAServiceManager.
  • Aggiornato al più recente formato per i cavi.
  • sampleRate modificato per raddoppiare.
  • Il monitoraggio eccessivo è limitato.
  • Le informazioni di monitoraggio non inviate vengono eliminate quando è disattivata la funzione di disattivazione.
  • Le informazioni di monitoraggio non inviate da più di 30 giorni verranno eliminate.
  • Altre correzioni di bug e miglioramenti.

Correzioni di bug

  • L'API ora gestisce correttamente i caratteri UTF-8 in un filtro o in un segmento dinamico.

Questa release contiene:

  • Aggiunta una funzione di gestione delle eccezioni non rilevate.
  • Proprietà dispatchEnabled rimossa da GAI.
  • Proprietà defaultTracker aggiunta a GAI.
  • Metodo close aggiunto a GAITracker.
  • Aggiunto metodo di monitoraggio dei tempi a GAITracker.
  • Aggiunto metodo trackView a GAITracker che non richiede alcun argomento.
  • Nomi dei campi degli elementi delle transazioni aggiornati.
  • Aggiornato al più recente formato per i cavi.
  • Il valore dell'evento viene interpretato come un numero intero a 64 bit.
  • Generazione del codice ARMV6 attivata da THUMB ad ARM.

Questa release contiene:

  • Il metodo startSession è stato rimosso. Usa invece il criterio setStartSession.
  • Parametro ga_sessionTimeout aggiunto a EasyTracker.
  • Implementata modalità di risparmio energetico.
  • Aggiunto metodo trackView a GAITracker che non richiede alcun argomento.
  • Risolto un bug che impediva l'invio dei parametri di eccezione sugli hit.
  • Gli hit che non possono essere letti dal database vengono ignorati anziché impedire definitivamente l'invio di tutti gli hit.
  • Aggiornato al più recente formato per i cavi.
  • Tipo di hit temporizzato implementato.
  • Implementati tipi di hit E-commerce (transazione ed articolo).

Questa versione consente agli account premium di Google Analytics di accedere a un massimo di 50 variabili personalizzate.

Le seguenti modifiche sono state inviate all'ultima versione del codice di monitoraggio:

  • La frequenza di campionamento per la velocità del sito massima consentita (_setSiteSpeedSampleRate) è stata aumentata dal 10% al 100%.
  • Il metodo _setAccount ora rimuove gli spazi iniziali e finali.

In questa versione sono stati corretti due bug:

Correzioni di bug

  • I filtri di query che contengono caratteri speciali all'interno delle espressioni regolari non restituiscono più errori del server.

  • La combinazione di un filtro metrica con un segmento avanzato non restituisce più un errore.

In questa versione sono state aggiunte nuove metriche relative alla velocità del sito all'API.

Nuove metriche

  • Sono state aggiunte le seguenti metriche di velocità del sito:
    • ga:speedMetricsSample
    • ga:domainLookupTime
    • ga:pageDownloadTime
    • ga:redirectionTime
    • ga:serverConnectionTime
    • ga:serverResponseTime
    • ga:avgDomainLookupTime
    • ga:avgPageDownloadTime
    • ga:avgRedirectionTime
    • ga:avgServerConnectionTime
    • ga:avgServerResponseTime

Per le definizioni, consulta la sezione Informazioni su dimensioni e metriche.

Promemoria del ritiro della versione API 2.3

  • La versione 2.3 dell'API Data Export è stata ritirata per due mesi. Tra circa 4 mesi il servizio verrà disattivato e supporteremo solo la nuova API Core Reporting versione 3.0 e versione 2.4.

  • Ti consigliamo vivamente di eseguire la migrazione delle applicazioni alla versione 3.0.

  • Tra 4 mesi le richieste inviate al feed di dati XML della versione 2.3 legacy verranno inoltrate alla versione 2.4 e restituite una risposta XML della versione 2.4. A quel punto, tutte le richieste per la quota della versione 2.4 verranno applicate alle richieste della versione 2.3.

  • Tutte le richieste relative alla versione JSON 2.3 o alla libreria client JavaScript di Google Data che utilizza l'output JSON versione 2.3 restituiranno codici di stato 404.

  • Per ottenere la quota completa, sia la versione 3.0 che la versione 2.4 richiedono la registrazione della tua applicazione nella console API di Google e l'utilizzo di una chiave API (o un token OAuth 2.0) in ogni richiesta.

Le seguenti modifiche sono state inviate all'ultima versione del codice di monitoraggio:

  • Aggiornato l'elenco di motori di ricerca organica rilevati per impostazione predefinita. Sono stati aggiunti "startsiden.no", "rakuten.co.jp", "biglobe.ne.jp" e "goo.ne.jp". Abbiamo rimosso "search" e aggiunti "conduit.com", "babylon.com", "search-results.com", "avg.com", "comcast.net" e "incredimail.com", che sono stati tutti attribuiti in precedenza.

Abbiamo corretto un piccolo bug con ga:visitLength. Questa dimensione ora restituisce i dati corretti.

Questa versione aggiunge utili risposte di errore all'API di gestione.

  • Nel corpo delle risposte di errore delle API sono stati aggiunti nuovi codici di errore, motivi e descrizioni. Tutti i codici sono stati documentati per entrambe le versioni - Versione 2.4 e Versione 3.0 - dell'API di gestione.

Le seguenti modifiche sono state inviate all'ultima versione del codice di monitoraggio:

  • Il limite di lunghezza delle variabili personalizzate è stato aumentato da 64 a 128 caratteri. Inoltre, la lunghezza viene ora controllata prima della codifica dell'URL.
  • Il limite di frequenza per gli hit da evento è stato ridotto. Ora puoi inviare 10 hit con 1 hit aggiuntivo al secondo (in precedenza era limitato a 1 hit ogni 5 secondi). Tieni presente che il limite di 500 hit per sessione continua a essere applicato.
  • Per essere compatibili con le RFC, i cookie __utmv vengono ora scritti con un separatore di variabile diverso (accento circonflesso anziché virgola). Questa operazione dovrebbe risolvere alcuni dei problemi relativi alla codifica dei cookie rilevati dai clienti.

Questa release riguarda tutti gli sviluppatori dell'API Google Analytics. Annuncia due nuove versioni dell'API, richiede la registrazione delle applicazioni, introduce un nuovo criterio per le quote e cambia il nome dell'API in API Core Reporting. Infine, ritira la versione 2.3 dell'API Data Export esistente.

Versione 3.0

  • La versione 3.0 dell'API Core Reporting è l'ultima versione principale della nostra API e non è compatibile con le versioni precedenti. Questa versione comporterà tutti gli sviluppi futuri dell'API.

  • Nuove funzionalità

    • Il nuovo output basato su JSON riduce le dimensioni della risposta circa 10 volte rispetto all'output XML precedente.
    • Nuove librerie client delle API di Google che supportano Java, JavaScript, Python, PHP, Ruby e .Net.
    • Supporto per l' API Google Discovery.
    • Supporto di OAuth 2.0 come nuovo metodo consigliato per autorizzare gli utenti.
  • Aggiornamenti

    • Nuovo URL per effettuare richieste: https://www.googleapis.com/analytics/v3/data/ga….
    • Token di registrazione e sviluppatori richiesti.
    • Tutte le richieste di dati di configurazione devono essere effettuate tramite l' API di gestione.

Versione 2.4

  • La versione 2.4 dell'API Core Reporting è un upgrade della versione secondaria principalmente compatibile con le versioni precedenti dell'API Data Export 2.3.

  • Aggiornamenti

    • Nuovo URL per effettuare richieste: https://www.googleapis.com/analytics/v2.4/data…
    • Token di registrazione e sviluppatori richiesti.
    • L'output XML è coerente con la versione 2.3, pertanto le altre librerie client di dati di Google esistenti continueranno a funzionare.
    • Il codice di errore per gli errori di quota è cambiato da 503 a 403
    • Le risposte JSON non sono supportate.
    • Libreria client JavaScript di Google Data non supportata.
    • Nessun feed dell'account. Tutte le richieste di dati di configurazione devono essere effettuate tramite l' API di gestione.

Registrazione

  • Tutte le applicazioni create utilizzando l'API di Google Analytics devono essere registrate come progetto tramite la console API di Google.

  • Ogni richiesta all'API deve includere una chiave API oppure, per OAuth 2.0, un ID client e un client secret.

Criteri per le quote

  • La seguente quota si applica sia alle API Anlaytics (API di gestione che all'API Data Export)

    • 50.000 richieste per progetto al giorno
    • 10 query al secondo (QPS) per indirizzo IP
  • La seguente quota si applica all'API di esportazione dei dati

    • 10.000 richieste per profilo al giorno
    • 10 richieste in parallelo per profilo
  • Per le applicazioni non registrate, offriamo una quota di tolleranza molto bassa per consentire un piccolo test.

Ritiri

  • Questa versione annuncia inoltre il ritiro della versione 2.3 e l'imminente disattivazione del feed dell'account nell'API Data Export. Tra 6 mesi:

    • Le richieste inviate al feed di dati XML della versione 2.3 verranno inoltrate alla versione 2.4 e restituiscono una risposta della versione 2.4. A quel punto, tutte le richieste per la quota della versione 2.4 verranno applicate alle richieste della versione 2.3.

    • Le richieste all'output JSON della versione 2.3 non saranno supportate dalla risposta della versione 2.4 e restituiranno i codici di stato 404 Not Found. Se hai bisogno di una risposta JSON, esegui l'upgrade alla versione 3.0.

    • Le richieste inviate al feed dell'account nell'API Data Export restituiscono i codici di stato 404 Not Found. Tutte le richieste di dati di configurazione devono essere effettuate tramite l' API di gestione.

In questa versione vengono aggiunti dati, vengono modificate le funzionalità esistenti e viene corretto un bug.

Nuovi dati

  • La raccolta dei segmenti avanzati contiene ora un campo segmentId che può essere utilizzato nel parametro segmento dell'API Data Export.

Modifiche

  • Il tipo di dati per max-results è stato modificato in integer.

  • Il valore predefinito e massimo per max-results è stato modificato in 1000.

Correzioni di bug

  • Account, proprietà web e profili per esperimenti dello Strumento per ottimizzare il sito non sono più inclusi nelle raccolte corrispondenti.

Questa release contiene:

  • Documentazione:

    • Il file ReadMe.txt è stato aggiornato in modo che rimandi al sito web per la documentazione.

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:
    • Correzione della gestione del monitoraggio automatico degli URL di destinazione da Google Play.
    • Consenti la codifica nell'URL del parametro referrer setReferrer.

Modifiche alla raccolta dei dati per Velocità del sito:

  • I dati sulla velocità del sito vengono ora raccolti automaticamente per tutte le proprietà web con una frequenza di campionamento dell'1%. La funzione _trackPageLoadTime, che in precedenza era necessaria per attivare la raccolta dei dati sulla velocità del sito, è stata ritirata.
  • La frequenza di campionamento predefinita può essere regolata utilizzando la nuova funzione _setSiteSpeedSampleRate.
  • Se nella chiamata _trackPageview viene utilizzato un percorso virtuale, questo percorso verrà associato anche ai dati sulla velocità del sito raccolti da quella pagina.

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:
    • Modificato il percorso del database dalla directory Documenti alla directory Libreria.
    • L'SDK non genera più NSAsserts per gli errori del database SQLite.
    • Risolto l'arresto anomalo durante la chiamata a trackPageview con una stringa vuota.
    • Arresti anomali risolti durante le chiamate a vari metodi GANTracker dopo la chiamata di stopTracker.
    • Risolte diverse fuoriuscite di memoria, inclusa una gtm di chiamata con un URL pagina che inizia con "/".
  • Nuove funzionalità:
    • Metodo dispatchSynchronously aggiunto.
    • Sono state esposte diverse costanti utili (vedi GANTracker.h).

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:
    • Intrappolati e gestiti diversi SQLiteExceptions.
    • Risolto NullPointerException in stopSession se si chiamava prima di chiamare startNewSession.
    • Correzione degli errori di memoria sui dispositivi HTC Thunderbolt e Motorola Droid Bionic.
    • Eliminazione del database non necessaria nel metodo di invio.

Questa versione contiene la seguente nuova funzionalità:

  • Gli eventi possono essere contrassegnati come non interazioni impostando il nuovo parametro opt_noninteraction del metodo _trackEvent() su true. Contrassegnare un evento come non interazione indica che gli hit dall'evento codificato non influiscono sulla frequenza di rimbalzo. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione di riferimento per ga.js.

Questa versione contiene la seguente correzione di bug:

  • Risolto il problema per cui la propagazione del parametro URL gclid di AdWords sui link interni del sito causava un aumento artificioso del numero di visite a pagamento.

In questa versione sono stati aggiunti dati AdWords più aggiornati e più combinazioni per dimensioni e metriche AdWords.

  • I dati AdWords vengono ora aggiornati entro un'ora. Prima che i dati fossero aggiornati quotidianamente.

  • Abbiamo attenuato un numero di limitazioni di combinazioni valide con i dati AdWords.

Alcune settimane fa abbiamo apportato una modifica per non consentire le query API che hanno richiesto ga:adGroup o ga:adContent con ga:impressions, dato che questa combinazione ha restituito 0. Con questa modifica, la combinazione è stata ripristinata e i dati sono stati corretti.

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:
    • Corretto l'errore durante il tentativo di impostare il flag dryRun prima di avviare il tracker.
    • Corretto l'errore del bus durante il tentativo di passaggio di NULL per errore.
    • Utilizza la lingua corretta nell'intestazione HTTP.
  • Nuove funzionalità:
    • È stato aggiunto il flag anonymizeIp.
    • Parametro sampleRate aggiunto.
    • Aggiunto il supporto per i referral della campagna.

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:
    • Risolto un bug nel monitoraggio generale dei referral della campagna.
    • È stato corretto anonymizeIp flag che interferisce con il monitoraggio della campagna.

Questa versione aggiunge due nuove versioni dell'API con molte nuove funzionalità e rende obsoleta la versione precedente. Le modifiche influiscono sul modo in cui richiedi e gestisci i dati e provenienti dall'API.

Versione 3.0

  • Questa è la versione principale più recente della nostra API e non è compatibile con le versioni precedenti. Questa versione comporterà tutti gli sviluppi futuri dell'API.

  • Nuovi dati

    • Rappresentazione completa degli obiettivi di tipo evento
    • Un ID proprietà web interno che può essere utilizzato per creare un link diretto all'interfaccia utente di GA
    • Configurazioni del profilo per i parametri di ricerca predefiniti della pagina e del sito
  • Modifiche

Versione 2.4

  • Si tratta di un upgrade della versione secondaria che è per lo più compatibile con le versioni precedenti della versione 2.3.

  • Modifiche

    • Una nuova norma di quota
    • Integrazione con la console API di Google per gestire l'accesso alle API e richiedere una quota maggiore
    • Supporto continuo per i meccanismi di autorizzazione esistenti e OAuth 2.0
    • Nuovo URL per effettuare richieste: https://www.googleapis.com/analytics/v2.4/management/…
    • Solo le risposte in XML
    • Nessun supporto per la libreria client JavaScript di Google Data
    • L'output XML è coerente con la versione 2.3, pertanto le altre librerie client di dati di Google esistenti continueranno a funzionare.

Ritiro

  • Annunciamo il ritiro della versione legacy 2.3 dell'API di gestione. Continuerà a funzionare per due mesi, dopodiché tutte le richieste v2.3 restituiranno una risposta v2.4.

Questa versione risolve un bug che causava un aumento artificioso del numero di visite e/o una diminuzione del numero di nuovi visitatori di alcuni siti. Il primo effetto ha riguardato principalmente i siti con traffico organico e un comportamento utente specifico. Il secondo effetto era sui siti che utilizzavano una configurazione di monitoraggio non supportata con più tracker.

Questa versione risolve alcune combinazioni non valide di dimensioni e metriche

Combinazioni di metriche/dimensioni non valide corrette

  • Il mese scorso abbiamo annunciato alcune modifiche imminenti all'API per disattivare alcune query non valide nel feed di dati che non restituiscono dati. Abbiamo apportato queste modifiche all'API e le seguenti combinazioni non sono più valide:

    • Le dimensioni del prodotto non possono essere combinate con le metriche delle transazioni.
    • ga:adContent o ga:adGroup non possono essere combinati con ga:impressions.

    Invece di restituire una risposta con 0 risultati, l'API restituisce il codice di errore 400 per tutte le query che richiedono queste combinazioni.

Modifiche ai calcoli delle sessioni:

  • Una campagna per sessione: se una nuova campagna viene avviata durante una sessione esistente, lo script di monitoraggio avvia automaticamente una nuova sessione. Una nuova campagna verrà attivata da una modifica a uno qualsiasi dei seguenti campi: ID campagna, nome, sorgente, mezzo, termine, contenuti o gclid.
  • Lo script di monitoraggio non avvia più una nuova sessione nel caso in cui un utente chiuda il browser.

Modifiche al monitoraggio interdominio:

  • La chiamata a _setAllowHash(false) non è più necessaria durante la configurazione del monitoraggio interdominio. Le pagine che includono già una chiamata al numero _setAllowHash(false) continueranno a funzionare, ma non sarà più necessario impostare un nuovo sito.
  • Lo script di monitoraggio tenterà di riparare i parametri di collegamento che sono stati danneggiati dai registi e dai browser HTTP. Circa l'85% dei valori di collegamento correntemente annullati a causa di modifiche di codifica introdotte da reindirizzatori e browser dovrebbero ora poter essere ripristinati e accettati dallo script di monitoraggio.

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:
    • Risolti diversi problemi di gestione del database.
    • Eccezioni fisse durante l'utilizzo delle variabili personalizzate.
    • Mantieni il contesto dell'applicazione anziché il contesto al suo interno.
    • Rimossa la possibilità di creare accidentalmente sessioni fantasma.
  • Nuove funzionalità:
    • Aggiunta la possibilità di impostare i referral delle campagne in qualsiasi momento
    • Flag sampleRate aggiunto
    • Flag anonymizeIp aggiunto

Questa release contiene una nuova funzionalità:

  • Ora il codice di monitoraggio posticipa gli hit da pagina visualizzata prima che l'utente visualizzi tali pagine. Se una pagina di cui è stato eseguito il prerendering non viene mai visualizzata, non viene inviato alcun hit. Questa funzionalità è disponibile solo per i siti che utilizzano lo script di monitoraggio asincrono. Ulteriori informazioni sul prerendering sono disponibili nel blog del Centro webmaster Google.

Questa versione contiene una serie di correzioni di bug e refactoring e una nuova funzionalità:

  • Aggiunto il supporto del monitoraggio social ( _trackSocial)

Questo rilascio ritira il valore dell'intervallo di confidenza nelle metriche.

Ritiro dell'intervallo di confidenza

  • Se non lo hai già fatto, non utilizzare più i valori dell'intervallo di confidenza per le metriche. Con questa versione, il feed di dati dell'API Data Export restituisce 0.0 per tutti i valori dell'intervallo di confidenza. Dopo circa un mese, rimuoveremo completamente questo attributo da tutti gli elementi della metrica.

    Per determinare se una risposta è stata campionata, utilizza il campocontainsSampledData nella risposta.

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:
    • È stato risolto il problema di arresto anomalo durante l'utilizzo delle variabili personalizzate.
    • È stata corretta una perdita di memoria quando vengono utilizzate variabili personalizzate.
  • Nuove funzionalità:
    • Aggiunto il supporto degli hit e-commerce.
    • È stato aggiunto il flag Debug.
    • È stato aggiunto il flag DryRun.
    • Informazioni di errore più descrittive su SQLite3 errori

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:

    • Stringa userAgent con formattazione errata.
  • Nuove funzioni:

    • Aggiunto il supporto per il monitoraggio e-commerce.
    • Flag debug aggiunto
    • Flag dryRun aggiunto

Questa release aggiunge tre nuove metriche e aggiorna il valore restituito due.

Nuovi aggiornamenti dei dati

  • Abbiamo aggiunto all'API tre nuove metriche che riguardano le prestazioni del sito:
    • ga:pageLoadSample
    • ga:pageLoadTime
    • ga:avgPageLoadTime

Aggiornamenti delle metriche

  • Per specificare i valori della valuta nei filtri, devi specificare il valore effettivo passato dal codice di monitoraggio (ad es. 1 unità verrà ora specificata come 1).

  • ga:CTR ora restituisce la percentuale effettiva (ad esempio, viene restituito 2% come valore 2).

Questa versione contiene le seguenti correzioni di bug.

  • Corretto un bug nel monitoraggio interdominio che, in alcuni casi, causava una codifica errata dei dati della campagna.
  • Risolto un bug nel monitoraggio interdominio che causava il caricamento di più cookie dall'URL, causando in alcuni casi cookie errati.
  • Corretto un bug nelle variabili personalizzate che causava la codifica di alcuni valori nei report.

Questa release contiene:

  • Correzioni di bug:

    • È stata corretta la codifica errata degli spazi.
    • SQLiteExceptions non causa più l'arresto anomalo delle app.
  • Nuove funzioni:

    • Aggiunto il supporto per le variabili personalizzate

Questa versione migliora il rendimento del feed di dati e aggiunge nuovi dati:

Miglioramento del rendimento

  • Questa release migliora la latenza del feed di dati dal 30 al 35%.

Nuovi aggiornamenti dei dati

  • Abbiamo aggiornato l'elenco di dimensioni e metriche consentite nei segmenti avanzati. Consulta l'elenco aggiornato per assicurarti che le tue richieste siano valide.

Modifiche imminenti

  • Attualmente, devi specificare un valore del filtro della valuta come micro unità, ad esempio 1 unità di valuta specificata come 1000000. Nel prossimo futuro, dovrai specificare il valore effettivo passato dal codice di monitoraggio (ad es. 1 unità verrà ora specificata come 1).

  • Attualmente, ga:CTR è un percent e restituisce il valore 0.02. A breve le modifiche cambieranno per restituire la percentuale effettiva (ad es. 2).

Questa release contiene manutenzione regolare, tra cui correzioni di bug e refactoring. Le funzionalità o le API pubbliche non subiranno modifiche.

Questa release contiene aggiornamenti e una nuova funzionalità.

  • Assistenza POST:

    • Il codice di monitoraggio ora può inviare beacon di monitoraggio molto più grandi. Tradizionalmente, i beacon sono stati inviati tramite richieste HTTP GET, che sono limitate a 2048 caratteri da alcuni browser e proxy. Le richieste che hanno superato questo limite sono state eliminate e i dati non hanno mai raggiunto Google Analytics. A partire da questa release, le richieste che superano i 2048 caratteri verranno inviate tramite HTTP POST, che non ha questo limite. Il codice di monitoraggio ora supporta beacon fino a 8192 caratteri.

Questa versione aggiunge altri dati al feed di dati:

Nuovi aggiornamenti dei dati

  • È stata aggiunta la seguente dimensione Ora: ga:dayOfWeek

  • È stata aggiunta la seguente metrica di ricerca interna: ga:percentVisitsWithSearch

  • Sono state aggiunte le seguenti metriche di monitoraggio eventi:

    • ga:visitsWithEvent
    • ga:eventsPerVisitWithEvent

Modifiche imminenti

Attualmente l'API restituisce i codici di stato 401 per diversi problemi di autorizzazione. Entro le prossime due settimane, lo stato 401 verrà utilizzato esclusivamente per i token non validi, offrendo agli sviluppatori un modo per gestire gli errori in questa particolare eccezione.

Questa versione contiene le seguenti correzioni di bug.

  • Corretto un bug che impediva a _addIgnoredOrganic e _addIgnoredRef di funzionare correttamente alla prima visita di un sito.
  • Risolto un problema relativo al codice di monitoraggio in esecuzione in più iframe.

Questa release contiene:

  • Nuove funzionalità:
    • Aggiunto il supporto per le variabili personalizzate.
    • È stata aggiunta la versione NoThumb della libreria.

Questa versione aggiunge molti più dati al feed di dati:

Nuovi aggiornamenti dei dati

  • Il calcolo di ga:visitors è stato modificato per restituire il numero di visitatori unici nell'intervallo di date e ora supporta più combinazioni di dimensione e metrica.

  • Sono state aggiunte 10 nuove dimensioni AdWords: ga:adDistributionNetwork, ga:adMatchType, ga:adMatchedQuery, ga:adPlacementDomain, ga:adPlacementUrl, ga:adFormat, ga:adTargetingType, ga:adTargetingOption, ga:adDisplayUrl, ga:adDestinationUrl.

  • La metrica ga:organicSearches è stata aggiunta al gruppo di campagne.

  • La metrica ga:searchResultViews è stata aggiunta al gruppo di ricerca interna al sito.

  • Sono state aggiunte 3 nuove dimensioni basate sul tempo: ga:nthDay, ga:nthWeek, ga:nthMonth.

  • I raggruppamenti di dimensioni e metriche sono stati modificati in modo da riflettere meglio le caratteristiche che rappresentano.

Nuove metriche calcolate

Le seguenti metriche calcolate vengono derivate dai calcoli usando le metriche di base. Nota: ogni nome con (n) supporta i valori 1-20.

  • In base all'obiettivo: ga:costPerConversion, ga:costPerGoalConversion, ga:costPerTransaction, ga:goal(n)AbandonRate, ga:goal(n)Abandons, ga:goal(n)ConversionRate, ga:goalAbandonRateAll, ga:goalAbandonsAll, ga:goalConversionRateAll, ga:goalValueAllPerSearch, ga:goalValuePerVisit.

  • In base ai contenuti: ga:entranceBounceRate, ga:visitBounceRate, ga:entranceRate, ga:exitRate, ga:pageviewsPerVisit, ga:avgTimeOnPage, ga:avgTimeOnSite, ga:avgEventValue.

  • Ricerca interna al sito basata su: ga:avgSearchDepth, ga:avgSearchDuration, ga:avgSearchResultViews, ga:searchGoalConversionRateAll, ga:searchGoal(n)ConversionRate, ga:searchExitRate.

  • In base a e-commerce: ga:itemsPerPurchase, ga:margin, ga:percentNewVisits, ga:revenuePerItem, ga:revenuePerTransaction, ga:ROI, ga:RPC, ga:totalValue, ga:transactionRevenuePerVisit, ga:transactionsPerVisit.

In questa versione è stata aggiunta una nuova funzionalità al feed di dati:

Nuove funzionalità

  • È stato aggiunto un nuovo elemento XML per far sapere agli utenti se i dati sono stati campionati. true. Questo elemento restituirà sempre se i dati sono stati campionati o meno con true o false. Anche le librerie Java e JavaScript sono state aggiornate con metodi di supporto per accedere a questo elemento.

Questa release contiene manutenzione regolare, tra cui correzioni di bug e refactoring. Le funzionalità o le API pubbliche non subiranno modifiche.

Questa release contiene:

  • Nuove funzioni:

    • Aggiunto il supporto iOS4

In questa versione sono stati corretti due bug:

Correzioni di bug

  • In precedenza, veniva aggiunto un operatore OR a un'espressione di filtro con una dimensione (ad es. ga:keyword==store,ga:keyword==bar) potrebbe avere valori diversi rispetto a quelli applicati a ogni filtro applicato singolarmente. Il problema è stato risolto. Ora, utilizzando l'operatore OPPURE, vengono restituiti valori coerenti.

  • Alcuni messaggi di errore API relativi ai filtri non validi sono stati aggiornati in modo da NON indicare se si tratta di un filtro di dimensione o metrica che ha causato l'errore (anche se l'effettiva espressione di filtro offensiva continuerà a essere restituita).

Questa è la versione beta dell'API di gestione di Google Analytics.

Nuovi feed

Librerie client aggiornate

  • L'API di gestione viene rilasciata nella stessa libreria dell'API Google Analytics Data Export. Sono state aggiornate entrambe le librerie Java e JavaScript di Google Data. È possibile accedere a ogni feed specificando l'URI appropriato nel metodo getManagementFeed() delle librerie.

Nuova documentazione

  • È stata creata una nuova sezione della documentazione per gli sviluppatori di Google Analytics per descrivere il funzionamento della nuova API di gestione.

In questa versione sono stati corretti tre bug:

Correzioni di bug

  • È stato risolto un problema di codifica nella libreria client JavaScript. Monitoraggio problemi di Analytics

  • Un bug che impediva la restituzione del feed dell'account quando un nome di obiettivo, un percorso di obiettivo, il valore di confronto all'obiettivo o il tipo di confronto degli obiettivi erano stati impostati in modo errato.

  • Non è valido O una dimensione e una metrica nel parametro del filtro di query del feed di dati. Ad esempio: ga:source==google,ga:visits>5. Il messaggio di errore di questa query non valida è stato aggiornato e ora è: Cannot OR dimension filter(s) with metric filter.

In questa versione vengono aggiunti nuovi dati e viene corretto un bug:

Nuove funzionalità

  • Nella nuova categoria D8. Adwords sono state aggiunte le seguenti cinque dimensioni:

    • ga:adwordsAdGroupId: corrisponde all'API AdGroup.id di AdWords
    • ga:adwordsCampaignId: corrisponde all'API di AdWords Campaign.id
    • ga:adwordsCreativeId: corrisponde all'API AdWords Ad.id
    • ga:adwordsCriteriaId: corrisponde all'API di AdWords Criterion.id
    • ga:adwordsCustomerId: collabora all'API di AdWords AccountInfo.customerId

Correzioni di bug

  • Abbiamo risolto un problema per cui il feed dell'account non restituirà dati se uno dei profili presentava un obiettivo o un passaggio configurato in modo errato.

Questa versione contiene correzioni di bug e pulizia dell'API.

  • Correzioni di bug:

    • È stato corretto il bug di monitoraggio degli eventi. Per chiamare _trackEvent non è più necessario chiamare prima _initData o _trackPageview.
    • Aggiornato lo snippet asincrono in modo che possa essere inserito nell'intestazione di qualsiasi pagina senza causare problemi in IE 6 e 7. Per informazioni sul nuovo snippet, consulta la Guida al monitoraggio asincrono. Questo aggiornamento è stato eseguito il 22/03/2010.
    • La sintassi asincrona è stata estesa per supportare i metodi di chiamata sull'oggetto _gat.
  • API di inizializzazione del tracker aggiornate per garantire la coerenza con la sintassi asincrona. Abbiamo anche ritirato le vecchie funzioni.

    • Funzione _gat._createTracker(opt_account, opt_name) aggiunta. Consente ai nomi di monitorare i tracker e in seguito recuperarli in base al nome.Da utilizzare al posto di _gat._getTracker(account).
    • _gat._getTrackerByName(name) aggiunti. Recupera il tracker con il nome specificato.
    • tracker._getName() aggiunti. Restituisce il nome assegnato al tracker quando è stato creato.
    • Ritirato _gaq._createAsyncTracker(account, opt_name). Usa invece il criterio _gat._createTracker.
    • Ritirato _gaq._getAsyncTracker(name). Usa invece il criterio _gat._getTrackerByName.
  • Consulta la Guida di riferimento al tracker per maggiori dettagli su queste modifiche all'API.

In questa versione vengono aggiunte diverse nuove funzionalità e viene corretto un bug:

Nuove funzionalità

  • Il segmento predefinito iPhone (gaid::-11) è stato migliorato per generare report su tutti i dispositivi mobili. L'ID è uguale a prima (-11), ma il nome del segmento è ora: Mobile Traffic.

  • La frequenza di campionamento utilizzata dall'API è uguale a quella dell'interfaccia web. In questo modo, i dati dei report campionati vengono incorporati nell'interfaccia web e aumentano la coerenza tra i due.

  • I criteri per le quote sono stati aggiornati in modo da garantire che tutti gli utenti ricevano un accesso equo alle risorse. Per maggiori dettagli, consulta la documentazione relativa alle norme sulle quote. Le nuove norme sono le seguenti:

    • Una singola proprietà web può effettuare un massimo di 10.000 richieste ogni 24 ore.
    • Un'applicazione può effettuare solo 10 richieste in un dato periodo di 1 secondo.
    • Un'applicazione può avere solo 4 richieste in attesa alla volta.
  • Alcune limitazioni relative alle combinazioni di dimensioni e metriche sono state allentate. ga:nextPagePath e ga:previousPagePath ora fanno parte del gruppo D3. Content. Il gruppo di D8. Custom Variable ora si chiama gruppo D6. Custom Variable. Consulta la guida di riferimento aggiornata per queste nuove combinazioni.

Correzioni di bug

  • Abbiamo corretto un bug relativo al modo in cui l'API segnala il valore confidenceInterval per le metriche. In precedenza, gli intervalli di confidenza potevano avere un valore pari a INF o un numero compreso tra 0 e 1. Ora tutti gli intervalli di confidenza avranno un valore pari a INF o un numero maggiore o uguale a 0.

  • ga:itemQuantity e ga:uniquePurchases sono stati precedentemente scambiati e hanno restituito i rispettivi valori. Ora sono corretti per restituire i dati corretti.

Promemoria del ritiro di dimensioni e metriche

  • Se non l'hai già fatto, interrompi l'uso delle dimensioni e delle metriche che erano state ritirate in precedenza.

In questa versione sono state aggiunte diverse nuove funzionalità:

Il numero della versione principale viene incrementato a 2

  • Alcune funzionalità richiedono l'utilizzo delle librerie client più recenti. Ufficialmente supportiamo: Java e JavaScript. Le librerie di terze parti potrebbero non essere ancora aggiornate.

    • La versione 2 può essere richiesta aggiungendo l'intestazione GData-Version: 2 a ciascun account o richiesta di feed di dati. Per ulteriori dettagli, leggi la documentazione.
    • È stato aggiunto un nuovo spazio dei nomi XML ai feed di account e dati:
      xmlns:ga='http://schemas.google.com/ga/2009'
  • L'API ora supporta il protocollo Google Data versione 2.

Supporto della segmentazione avanzata

  • Parametro di ricerca dei segmenti dinamici:

    • ...&segment=dynamic::espressione
    • consente la creazione immediata di segmenti avanzati.
    • può essere qualsiasi dimensione o metrica e deve seguire la stessa sintassi dei filtri.
  • Parametro di ricerca dei segmenti predefiniti e personalizzati:

    • ...&segment=gaid::numero
    • dove il numero è un ID che fa riferimento a un segmento avanzato definito nell'interfaccia web di Google Analytics.
    • L'ID è disponibile nel feed dell'account.
  • Il feed dell'account descrive i dati del segmento tramite i seguenti elementi e attributi XML:

    • <dxp:segment id="gaid::-3" name="Returning Visitors"></dxp:segment>
    • <dxp:definition>ga:visitorType==Returning Visitor</dxp:definition>
  • Il feed di dati fornisce anche un elemento XML che indica se un segmento è stato applicato nella richiesta API.

  • Per ulteriori informazioni sui segmenti avanzati, consulta la nostra documentazione.

Nuovi dati obiettivo disponibili

  • Gli obiettivi relativi a destinazione e tipi di coinvolgimento sono disponibili nel feed dell'account:

    • <ga:goal active="true" name="Completing Order" number="1" value="10.0"></ga:goal>
    • <ga:destination expression="/purchaseComplete.html" matchtype="regex" step1required="false" casesensitive="false"></ga:destination>
    • <ga:step number="1" name="Login" path="/login.html"></ga:step>
    • <ga:engagement comparison=">" thresholdvalue="300" type="timeOnSite"></ga:engagement>
  • Per gli obiettivi 5-20 sono state aggiunte 48 nuove metriche che seguono la convenzione goal(n)Completions, dove (n) è un numero compreso tra 1 e 20.

    • ga:goal(n)Completions
    • ga:goal(n)Starts
    • ga:goal(n)Value
  • GoalCompletionAll, GoalStartsAll e GoalValueAll sono stati aggiornati per tenere conto dei nuovi dati dell'obiettivo.

Nuovi dati sulle variabili personalizzate

  • Tutte le variabili personalizzate mai raccolte da ogni profilo sono state aggiunte come nuovo elemento XML al feed dell'account:

    • <ga:customvariable index="1" name="category" scope="visitor"></ga:customvariable>
  • Sono state aggiunte 10 nuove dimensioni per le variabili personalizzate. Segue la convenzione customVar(n) in cui (n) può essere un numero compreso tra 1 e 5.

    • ga:customVarName(n)
    • ga:customVarValue(n)

Dimensioni deprecate e metriche da rimuovere

  • Se non l'hai già fatto, interrompi l'utilizzo delle dimensioni e delle metriche che erano state ritirate in precedenza. Verranno rimossi a breve e, se richiesto, restituiranno errori alla nostra API.

    • ga:countOfVisits
    • ga:countOfVisitsToATransaction
    • ga:sourceMedium
    • ga:percentNewVisits
  • Le seguenti dimensioni sono state rinominate:

    • ga:countOfVisits ora è ga:visitCount
    • ga:countOfVisitsToATransaction ora è ga:visitsToTransaction

Questa versione contiene aggiornamenti all'elenco predefinito dei motori di ricerca e nuove funzioni per controllare i timeout dei cookie. Inoltre, viene lanciato lo snippet GA asincrono che riduce l'impatto della latenza ga.js sulla pagina.

  • Elenco aggiornato dei motori di ricerca predefinito

    • Sono stati aggiunti i motori di ricerca Naver, Eniro e Daum.
    • Rimosso Looksmart, Gigablast, Club-internet, Netsprint, Intera, Nostrum e Ilse dall'elenco.
  • Sono state aggiunte funzioni per controllare la scadenza dei cookie per tutti i cookie memorizzati. Funzioni di timeout dei cookie esistenti deprecate. Per ulteriori dettagli, consulta la documentazione sull'API JS.

    • _setVisitorCookieTimeout(cookieTimeoutMillis) sostituisce la funzione _setCookiePersistence.
    • _setSessionCookieTimeout(cookieTimeoutMillis) sostituisce la funzione _setSessionTimeout.
    • _setCampaignCookieTimeout(cookieTimeoutMillis) sostituisce la funzione _setCookieTimeout.
  • Lanciato uno snippet GA asincrono. Consulta la documentazione per provarla.

  • La funzione _setVar è deprecata. La funzionalità Variabili personalizzate sostituisce _setVar. Per ulteriori dettagli, consulta la documentazione.

Questa release contiene:

  • Aggiunta una nuova funzione per recuperare le variabili personalizzate a livello di visitatore. Per ulteriori dettagli, consulta la documentazione relativa alle funzioni.

    • _getVisitorCustomVar(index)
  • Anziché attendere che la finestra venga caricata, i contenuti del overlay del sito vengono caricati non appena viene eseguito ga.js.

Questa release contiene una nuova funzionalità:

  • Aggiunto un parametro booleano facoltativo alla funzione _addOrganic per specificare se aggiungere nuove sorgenti organiche all'inizio o alla fine dell'elenco delle sorgenti organiche. Per ulteriori dettagli, consulta la documentazione.

    • _addOrganic(newOrganicEngine, newOrganicKeyword, opt_prepend)

Questa release contiene una manutenzione regolare per miglioramenti e refactoring delle prestazioni. Le funzionalità o le API pubbliche non subiranno modifiche.

In questa versione sono state aggiunte nuove funzionalità e ne sono state ritirate alcune precedenti:

  • Le seguenti dimensioni e metriche sono state ritirate. Tra un mese le rimuoveremo definitivamente dalla nostra API. Assicurati di aggiornare il codice per evitare che le applicazioni si interrompano:

    • ga:countOfVisite
    • ga:countOfvisitsToATransaction
    • ga:sourceMedium
    • ga:percentNewVisits
  • Le seguenti dimensioni sono state rinominate:

    • ga:countOfvisits è ora ga:visitCount
    • ga:countOfvisitsToATransaction è ora ga:visitsToTransaction
  • Tutti i dati del monitoraggio eventi verranno ora visualizzati come due nuovi gruppi:

    D7. Eventi (Dimensioni) * ga:eventCategory * ga:eventAction * ga:eventLabel

    M7. Eventi (Metriche) * ga:eventValue * ga:totalEvents * ga:UniqueEvents

  • I dati generali di navigazione del sito sono ora esposti nelle seguenti dimensioni:

    D6. Navigazione * ga:previousPagePath * ga:nextPagePath

  • Ora la navigazione nelle pagine di destinazione viene esposta nelle seguenti dimensioni:

    D3. Contenuti * ga:landingPagePath * ga:secondPagePath

  • La lunghezza massima delle espressioni regolari nel parametro di ricerca del filtro del feed di dati è stata aumentata da 32 a 128 caratteri.

  • Il report Durata della visita (disponibile tramite l'interfaccia utente in Visitatori -> Fedeltà dei visitatori) viene ora mostrato attraverso la nuova dimensione:

    • ga:visitLength

Questa versione contiene diverse correzioni di bug e miglioramenti delle prestazioni:

  • Codifica corretta per i termini di ricerca per le ricerche organiche, informazioni sul percorso della pagina web per (utmp) e valori definiti dall'utente se utilizzati con la funzionalità linker (ad esempio: funzioni _link e _linkByPost).
  • Il motore di ricerca Rambler è aggiunto ai risultati di ricerca organici
  • L'analisi delle ricerche organiche è corretta per il motore di ricerca http://kvasir.no
  • I nuovi motori di ricerca organica definiti dall'utente ora vengono aggiunti all'inizio dell'elenco
  • La funzione _trackEvent(action, label, value) è stata ritirata e sostituita con _trackEvent(category, action, label, value)
  • Gli URL referrer sono memorizzati ora come sensibili all'uso di maiuscole/minuscole. Ad esempio: www.domain.com/PaGe.HtMl verrà registrato con informazioni relative alla richiesta.
  • È stato aggiunto un limite di 1200 caratteri alla dimensione del token GASO.
  • È stata aggiunta una nuova funzione per consentire l'override dei timeout predefiniti per i cookie: _setCookiePersistence(timeout)

Questa versione aggiorna l'API Google Analytics Data Export come segue:

  • Alcune limitazioni relative alle combinazioni di dimensioni e metriche sono state allentate. Ora puoi eseguire query sulla maggior parte delle dimensioni a livello di contenuti e visitatori, ad esempio ga:pagePath e ga:source sono ora una combinazione valida. Consulta la guida di riferimento aggiornata per queste nuove combinazioni: http://code.google.com/apis/analytics/docs/gdata/gdatareferenceValidCombos.html

  • Il numero totale di righe che possono essere richieste in una singola richiesta è stato aumentato a 10.000. Il numero predefinito di righe restituite è ancora 1000, ma ora può essere aumentato impostando il parametro di ricerca max-results.

  • Il feed account restituisce ora due nuovi elementi di dati per ogni ID tabella (valuta e fuso orario).
    <dxp:property name="ga:currency" value="USD"></dxp:property>
    <dxp:property name="ga:timezone" value="America/Los_Angeles"></dxp:property>

  • Stiamo ora applicando che le query sui dati debbano includere almeno una metrica valida.

  • Tutte le precedenti modifiche al ritiro sono entrate in vigore.

Questa release rimuove le funzionalità deprecate dalla nostra beta privata:

  • Le richieste del feed dell'account non supporteranno più un nome utente al loro interno. e accetteranno solo le richieste nel seguente formato:
    https://www.google.com/analytics/feeds/accounts/default

  • Le seguenti metriche verranno rimosse e non funzioneranno più. Invece, abbiamo fornito istruzioni su come calcolare questi valori qui: http://code.google.com/apis/analytics/docs/gdata/gdatareferenceCommonCalculations.html

    • ga:MediaDurataDurata
    • ga:avgVisualizzazioni di pagina
    • ga:MediaSessionTime
    • ga:bounceRate
    • ga:exitRate
    • ga:costPerConversion
    • ga:costPerGoalConversion
    • ga:costPerTransaction
    • ga:entratePerClic
    • ga:revenuePerTransaction
    • ga:entratePerVisita
    • ga:abandonedFunnels1
    • ga:abandonedFunnels2
    • ga:abandonedFunnels3
    • ga:abandonedFunnels4
    • ga:goalConversionRate
    • ga:goalConversionRate1
    • ga:GoalConversionRate2
    • ga:GoalConversionRate3
    • ga:GoalConversionRate4
    • ga:goalValuePerVisit
  • Le seguenti dimensioni e metriche sono state rinominate. I nomi precedenti non funzioneranno più. Verifica di utilizzare i nomi ufficiali nella nostra documentazione qui: http://code.google.com/apis/analytics/docs/gdata/gdatareferenceSizeMetrics.html

    :

    ga