Se sei proprietario di un sito e vedi uno di questi messaggi...

  

   

Il tuo sito potrebbe essere stato compromesso

Ogni giorno, migliaia di siti web sono compromessi da criminali informatici. Le compromissioni sono spesso invisibili agli utenti, ma risultano dannose per chiunque visualizzi la pagina, incluso il proprietario del sito. Ad esempio, all'insaputa di quest'ultimo, l'hacker potrebbe aver infettato il sito con codice dannoso che registra i tasti premuti sui computer dei visitatori, scoprendo così le credenziali di accesso per i servizi bancari online o le transazioni finanziarie.

Scopri informazioni sulle compromissioni

Argomenti trattati nel video:
  • Modalità e motivi della compromissione di siti
  • Processo di ripristino di un sito e rimozione di avvisi per gli utenti
  • Tempo approssimativo per correggere il sito
  • Correzione da parte dell'utente o di un professionista

Intervieni

supervisor_account

1. Forma un team

Contatta l'hoster e forma un team di assistenza.
error_outline

2. Metti il sito in quarantena

Impedisci all'hacker di fare altri danni.
build

3. Utilizza Search Console

Utilizza Search Console per identificare il tipo di compromissione.
bug_report

4A. Valuta il danno (spam)

Per le compromissioni da spam, scopri che cosa correggere.
bug_report

4B. Valuta il danno (malware)

Per le compromissioni da malware, scopri che cosa correggere.
search

5. Identifica la vulnerabilità

Scopri come è avvenuta compromissione.
verified_user

6. Ripulisci e gestisci il sito

Chiudi la vulnerabilità sfruttata dall'hacker.
done

7. Richiedi un controllo

Chiedi a Google di riconsiderare la tua etichetta di "sito compromesso".